Food and Beverage 30 storie

Food: dietro questo termine inglese c’è un mondo tutto da scoprire e da gustare. Negli ultimi anni – in primis in Italia, patria della buona tavola – sta facendo registrare confortanti segnali di crescita il turismo enogastronomico. Il cibo, le produzioni di qualità, diventano così importanti veicoli di promozione di un territorio.
Food: il turismo per palati fini
Gli investimenti sul turismo legato al territorio e ai suoi prodotti – dai salumi al vino, dai formaggi ai dolci e via discorrendo – vanno di pari passo con la crescita dei foodies, ossia quei viaggiatori che non si accontentano di visitare luoghi, ma vogliono vivere emozioni anche deliziando il palato con sapori nuovi e genuini.

Iscriviti

“Viaggiare per cibo e per vino” è un trend trasversale e in crescita. Lo dimostrano i dati emersi dal Primo Rapporto sul Turismo Enogastronomico Italiano 2018. Prodotti locali e stagionali sono l’oggetto di eventi, sagre e degustazioni che si moltiplicano lungo tutto lo stivale. Vengono

353 visite    Roberta Garibaldi

Lavorare nei villaggi Club Med non è affatto un sogno. Al contrario è una grande opportunità per crescere. Sotto ogni punto di vista. Ogni anno, infatti, vengono selezionati 5mila lavoratori. Con varie mansioni. Sono destinati nelle decine di strutture ricettive che Club Med ha dislocato

240 visite    FT FORMAZIONETURISMO

La vacanza enogastronomica offre “quel qualcosa in più” che stuzzica l’interesse del turista. Se a questo si aggiunge la componente rappresentata da design, moda, arte, musica il risultato è di una forza attrattiva importante. L’enogastronomia e le arti si configurano come importanti strumenti informativi, capaci

2.344 visite    Roberta Garibaldi

Il turismo enogastronomico soddisfa i bisogni del turista contemporaneo, il suo desiderio di conoscere la cultura e le tradizioni locali, la ricerca dell’autentico, la voglia di ritrovare il benessere psico-fisico attraverso il cibo, l’esigenza di vivere esperienze uniche e memorabili. Pur trattandosi di una proposta

2.064 visite    Roberta Garibaldi

In questo secondo articolo dedicato alla relazione che esiste tra marketing e revenue della ristorazione, riprendo a parlare di come questa sia influenzata dal corretto coordinamento e sincronia di tutti gli elementi del marketing mix, spesso però sottovalutati o, addirittura, per nulla praticati. Nel precedente

801 visite    Pasquale Morea

Bonjour chefs, artisti culinari, ristoratori, appassionati dell’alta cucina e semplici “good-forks”! Oggi parliamo di grandi chef. Anzi di video su grandi chef. Permettetemi di fare pubblicità gratuita a Netflix, la famosa piattaforma di servizi streaming on line. Vi inviterei ad abbonarvi, anche per un solo

567 visite    Giovanni Di Tomaso