Travel 226 storie

Viaggiare, che passione! Ma dietro il mondo del travel c’è tanto lavoro e la necessità di essere preparati in maniera adeguata. Lavorare in questo settore significa operare a 360 gradi: dall’acquisizione del cliente alla sua gestione in ogni singola fase del soggiorno.

Iscriviti

All’inizio è stato il Covid, che con il lockdown ha spinto il piede sull’acceleratore delle metodologie digitali. L’obbligo di rimanere a casa ha favorito, e in molti casi imposto, l’utilizzo di internet per far fronte alle esigenze quotidiane. Dagli acquisti, alle comunicazioni, passando per una lunga serie di incombenze giornaliere che altrimenti non sarebbe stato possibile portare avanti. Basti pensare alle videochiamate, che hanno permesso

Il turismo post covid? Per gli esperti ripartirà da dove si era fermato. E cioè dal turismo esperienziale e sostenibile. In particolare i viaggi personalizzati sono destinati a far registrare una decisa impennata. Saranno favoriti anche dalla necessità di garantire il distanziamento. I viaggi emozionali continueranno a crescere d’importanza. Così come i viaggi retreat, favoriti dal desiderio di vivere momenti di pace, di serenità interiore,

La passione per i viaggi, il desiderio di conoscere nuovi luoghi e culture, accomuna quasi tutti gli esseri umani. E in tanti – magari entrando in un’agenzia di viaggi – sognano di poter trasformare la loro passione in un lavoro. Sarebbe senza dubbio uno dei più bei lavori al mondo. Perché, parafrasando Confucio, se scegli l’attività che ami “non lavorerai un solo giorno nella tua

Il Covid ha messo a dura prova il settore turistico. Infatti le restrizioni imposte per fronteggiare la pandemia hanno influito sul volume di affari registrato nel 2020. Con l’eccezione del periodo estivo, l’impossibilità di spostarsi e il lockdown hanno pesato sul numero delle prenotazioni. E la flessione più significativa è stata quella dei visitatori stranieri. Ma non ci sono solo questi aspetti da considerare. Il

I corsi online in Turismo e Hospitality negli ultimi tempi hanno fatto registrare una netta impennata. In un certo senso l’emergenza sanitaria ha spazzato definitivamente via quel velo di diffidenza che, soprattutto in Italia, avvolge le attività legate al web. La necessità di ricorrere allo

Perché diventare consulente viaggi online? Facile: è una scelta che presenta molti vantaggi. Il primo: si lavora in assoluta autonomia e libertà, senza dover rendere conto a nessuno, se non a se stessi. Il secondo: bastano un computer e una connessione a Internet per lavorare.