Travel 240 storie

Viaggiare, che passione! Ma dietro il mondo del travel c’è tanto lavoro e la necessità di essere preparati in maniera adeguata. Lavorare in questo settore significa operare a 360 gradi: dall’acquisizione del cliente alla sua gestione in ogni singola fase del soggiorno.

Iscriviti

“Turismo” e “Italia” sono due termini che vanno, da sempre, insieme. Le innumerevoli bellezze storiche, artistiche e culturali del nostro Paese ne hanno fatto una meta privilegiata dei viaggiatori di tutto il mondo. Eppure, ricorda Claudio Ricci – Presidente onorario dei Beni italiani Patrimonio Mondiale Unesco, già delegato nazionale Anci sul turismo e nel Comitato Gioielli d’Italia, nonché tra i massimi esperti italiani di valorizzazione

Diventare imprenditori di se stessi è il sogno di molti. Ma pochi hanno il coraggio di farlo davvero. In tanti desiderano di lavorare nel turismo, magari avviando un’attività imprenditoriale. Ma quando si arriva al dunque, spesso e volentieri si preferisce non rischiare. Ci si accontenta dello stipendio fisso. E poco importa se il lavoro è precario, se si è sottopagati o entrambe le cose. O,

Il ritornello viene ripetuto a ogni inizio stagione: non si riesce a trovare personale per il settore alberghiero e della ristorazione. Questo grido d’allarme è stato amplificato dalla pandemia. Ma il problema, lo sappiamo bene, c’era anche prima. Da anni, praticamente da sempre, le aziende vanno in tilt quando devono reperire manodopera per lo svolgimento dei servizi di ospitalità. Dalla primavera al mese di luglio

Il settore crocieristico è stato senza dubbio tra i più colpiti durante la prima fase della pandemia. Lo stop forzato alle “città galleggianti” ha avuto pesanti ripercussioni sui conti delle aziende del settore. In serie difficoltà anche i lavoratori. Di punto in bianco si sono ritrovati a fare i conti con licenziamenti e cassa integrazione. O, ancora, con i mancati rinnovi dei contratti stagionali. Migliaia

Lavorare nel turismo è il mestiere più bello del mondo. E non è vero che le agenzie di viaggio sono destinate a scomparire, come qualcuno profetizza. Anche se l’avvento di internet e il Covid hanno sconvolto il settore, cambiando prospettive e modo di lavorare, si