Hotel Web Marketing

Web Marketing Plan 2013: le Linee-Guida

Eccoci tornati con la nostra rubrica Turismo 2.0 – Navigando si Impara.

Nel primo appuntamento del 2013, tracciamo alcune coordinate utili per la creazione del tuo Hotel Web Marketing Plan, con consigli future-friendly e allineati alle esigenze del tuo mercato.

Hotel Web Marketing Plan: Content First, Mobile First

Come già raccontato nelle nostre anticipazioni e previsioni del 2012, il nuovo anno è siglato da una costante: l’innovazione e l’aggiornamento come ancore di salvezza per uscire dalla crisi.

Nella creazione del tuo Hotel Web Marketing Plan, in linea di continuità con quanto iniziato nel 2012, pianifica azioni di promo-comunicazione on-line, partendo dal Mobile.
Ricorda che dalle strategie di SEO (Search Engine Optimization) si è passati a un mix di tecniche e soluzioni, complesse e trasversali, che hanno come comune denominatore il Content Marketing.

5 Strategie di Inbound Marketing

Ecco 5 consigli da inserire nel progetto di comunicazione e di promozione del tuo Hotel:

1. Parti dal Mobile

Nel 2013 non dimenticare i 46 utenti su 100 che, in media, si collegano da Mobile… e non solo on-the-go. Parti col progettare ogni tua azione, tenendo la User Experience (UX) come punto di riferimento costante. Ogni elemento di comunicazione deve essere funzionale ai diversi dispositivi dai quali l’utente si connette.

Ottima la soluzione del Responsive Web Design (RWD). Pensa che presto i Tablet in circolazione supereranno il numero dei PC!

2. Design come Performance

Rivolgiti a professionisti seri e coscienziosi, per proporre ogni percorso di promo-commercializzazione accompagnato da Visual Design accurato, coerente con il tuo Brand sia on-line che off-line, immediato, semplice ed efficace.

Un buon Design eccelle nella performance:

1. Diminuisce il Bounce Rate (percentuale di “rimbalzo”)
2. Cattura e coinvolge lo user
3. Fa storytelling (Visual Content Marketing)
4. Ottimizza la navigabilità
5. Migliora la conversione
6. Favorisce l’Engagement
7. Predispone la risorsa per il posizionamento (con l’eccellenza delle soluzioni tecnico-visive)

foto2

3. Native Advertising (la pubblicità cambia pelle)

In un clima di condivisione e di buoni contenuti, anche il concetto di pubblicizzare le tue offerte cambia forma e strategia. Ritornano di moda ad esempio i Banner, o ADV Display, ma con una valenza più informativa o di intrattenimento.

In fin dei conti, tu stai vendendo prodotti o servizi, ma lo devi fare in modo trasparente, onesto, veritiero, condividendo e “donando” contenuti e servizi aggiuntivi… pena l’esclusione.

4. Content Marketing e Visual Marketing

Posizionamento, strategie di Social Media Marketing, SEM (Search Engine Marketing), Video Maketing e Visual Marketing confluiscono sotto una grande regia, che disegna un progetto solido e lungimirante.

Pensa alla figura di un Web Marketer, che idei, progetti e coordini un piano strategico con obiettivi, pianificazione, gestione di uno staff di specialisti. Crea, con formule di aggiornamento/formazione, un piccolo team interno (magari coordinato da un super-specialista in outsourcing)… fil-rouge: il Contenuto.

Soprattutto ricorda che nel Social Media Marketing… oltre al numero di fan/follower, c’è di più!

5. Analizza i Risultati (Web Analitycs)

Proponendo strategie su un media fluido, elastico e malleabile come il Web, diventa sempre più utile, anzi ormai senza scuse necessario, implementare:

1. monitoraggio delle performance generali
2. test dei risultati di singoli elementi (es: l’efficacia di una Landing Page)
3. interventi di ottimizzazione, aggiornamento, miglioria in corso d’opera

Il sito web diventa uno strumento da nutrire quotidianamente, con contenuti freschi e aggiornati con cura, collegato alle tue Community (Facebook, Twitter, Pinterest, Google+). Con grande attenzione ai feedback degli utenti e riscontri continui sui risultati delle tue strategie.

Strumenti free molto utili:
1. Google Analytics
2. Google WebMaster Tool
e tutti gli altri tool che l’onnipresente Google offre.

Esistono, però, strumenti più strutturati e performanti per la Web Analytics.
Ti consiglio di iniziare approfondendo le potenzialità di Google Analytics, e eventualmente integrarlo con altri tool molto utili (es: http://haveamint.com).

Attenzione a misurare e controllare anche la tua Brand Reputation, con le opportunità offerte da:
1. Review Pro
2. Olery
3. Mention
4. Klout (per le strategie di Personal Branding)

Usa Facebook Insight.
Utilizza strumenti di misurazione per gli altri social media. Insomma: Stai sul pezzo!

Il Segreto del Successo: Conclusioni

In questo primo incontro di Turismo 2.0 – Navigando si Impara, ti ho indicato 5 punti solidi intorno ai quali costruire il tuo Web Marketing Plan.

Ma non mi sono soffermata sull’elemento cardine:

Tu devi creare un Web Marketing Plan!

Se non hai progettato in modo lungimirante la tua promo-comunicazione on-line, che ormai deve rappresentare la quasi totalità del tuo investimento in ADV e comunicazione, corri immediatamente ai ripari.

Non trascorrere un attimo in più, senza progettare una strategia on-line, direi come minimo triennale, ma con upgrade e monitoraggi a cadenza semestrale.

Ti lascio con un mio monito

Be Mobile!
Be Social!
Be a Content Strategist!

Il 2013, anno che si delinea ancora all’insegna della crisi e dell’instabilità socio-economica, può essere un momento decisivo per il tuo Business, se riuscirai a mettere a frutto i tuoi sforzi di aggiornamento e di crescita che hai messo in atto nel 2012. Sono (siamo) a tua completa disposizione per rispondere a dubbi, domande, esigenze di orientamento.

1.345 visite
Commenta l’articolo e partecipa alla discussione