Travel Industry

Lavorare nel settore viaggi, come si diventa consulenti di successo

lavorare nel settore viaggi - Maddalena Scalvini

Lavorare nel settore viaggi è un sogno che accomuna molti. Perché significa trasformare una passione in una concreta opportunità di guadagno.

Con l’attività di consulente online, poi, si ha un altro grande vantaggio: si può lavorare da casa, gestendo nella massima autonomia il proprio tempo.

E questo è un beneficio che non ha prezzo: non ci sono datori o superiori che dettano ordini e tempi. Bisogna rispondere solo a se stessi.

Basta avere una connessione a Internet per lavorare. A qualunque ora, in qualunque posto. Si accende il pc, il tablet o lo smartphone e il gioco è fatto. Comodo, no?

Sì, ma come si diventa consulenti viaggi online? Qual è l’età giusta per fare questo lavoro?

Non è mai troppo tardi, questo lavoro è per sempre. Ma a patto di poggiare le proprie basi su una solida formazione.

La storia di Maddalena: da dirigente a consulente viaggi online di successo

Ed è esattamente ciò che ha fatto Maddalena Scalvini. Originaria della Lombardia, ma residente a Bologna da oltre 30 anni, ha cominciato a lavorare nel settore viaggi subito dopo la pensione.

Ebbene sì: dopo aver trascorso 25 anni nel settore edilizio, in qualità di dirigente di una società di costruzioni, ha deciso di non fermarsi. Ha voluto aprire un nuovo capitolo della sua vita.

“Mi sono detta: cosa faccio ora? E La risposta è arrivata, imbattendomi casualmente in Evolution Travel”.

È accaduto otto anni fa. In tutto questo tempo ha raggiunto risultati straordinari. Si è buttata a capofitto in questa “avventura”.

Lavora a tempo pieno, ma non rinuncia ai suoi interessi. Puoi incontrarla in palestra, in giro con gli amici.

Non rinuncia a sciare durante l’inverno o a qualche giorno di mare l’estate.

Ma soprattutto gran parte del proprio tempo la dedica al suo papà, di 105 anni.

Lavorare nel settore viaggi, come si trasforma una passione in opportunità

E naturalmente c’è anche il tempo di dedicarsi alla sua grande passione: i viaggi.

Lavorare nel settore viaggi di certo aiuta. Ama visitare città e piccoli Paesi della nostra bella Italia.

Ma ama anche conoscere nuove destinazioni.

Di recente ha visitato Giappone, Oman e Mauritius. Mentre il Covid-19 ha bloccato il suo viaggio in Cina. Ma ci sarà tempo per rifarsi.

Sul suo passaporto ha anche i timbri di Messico, Seychelles, Egitto, USA (più volte), Thailandia, Singapore, Zanzibar, Kenia, Sud Africa.

E poi ci sono le grandi capitali europee: Londra, Parigi, Copenhagen.

Un “palmares” davvero invidiabile. Ma nella sua vita c’è anche una chicca che ci fa scoprire anche il suo grande spirito di avventura.

A bordo della sua Jeep ha vissuto un’esperienza indimenticabile: ha partecipato alla Parigi-Dakar!

lavorare nel settore viaggi - Maddalena Scalvini 5

Come si diventa consulenti viaggi online: intervista a Maddalena Scalvini

E allora, tutti a bordo! Andiamo a conoscere Maddalena, scoprendo in che modo ha realizzato il suo sogno di lavorare nel settore viaggi.

Oltre ai “segreti del mestiere” che in questi anni le stanno permettendo di ottenere risultati importanti.

Maddalena, arrivata alla sospirata pensione, hai deciso di rimetterti in gioco diventando consulente viaggi online. Perché questa scelta?

“Cercavo qualcosa che non fosse troppo impegnativo. E casualmente ho visto una promo di Evolution Travel.

Si è accesa subito la lampadina:questo lavoro mi è subito sembrato quello giusto per me, visto che sono appassionata di viaggi”.

Un’esperienza da brividi: la Parigi-Dakar

Hai girato mezzo mondo e fatto un’esperienza unica: la Parigi-Dakar. Raccontaci le emozioni vissute.

“Beh! la Parigi Dakar è difficile da raccontare, perché è fatta soprattutto di emozioni.

Si scoprono posti totalmente sconosciuti. Con la Parigi-Dakar ho toccato molti Paesi dell’Africa occidentale.

Ho attraversato il deserto, dove non c’era proprio nessuno.

Ricordo quando all’improvviso è spuntato un beduino che ci ha chiesto qualcosa: confesso che ho avuto un po’ di paura.

Ma ho incontrato anche persone fantastiche, come ad esempio un tipo che stava attraversando il deserto in bicicletta.

In quel deserto abbiamo poi dormito in una piccola tenda: un freddo incredibile! Insomma, ho vissuto tante e intense emozioni.

In più questo rally è stato il coronamento della mia passione per il fuoristrada”.

La mia esperienza in Evolution Travel

Da quanto tempo lavori in Evolution Travel? Qual è il tuo ruolo?

“Lavoro da 8 anni in Evolution Travel e fin da subito a tempo pieno.

I primi due anni ho trattato un po’ tutte le destinazioni.

Poi mi sono “specializzata” diventando PRP, ossia promotore responsabile di una destinazione.

Nel mio caso parliamo dell’Albania e dell’Isola d’Elba-Toscana”.

In che modo sei venuta a conoscenza di ET? E perché hai scelto proprio questo network?

“Attraverso il web, casualmente.

Non ho cercato alternative, per un motivo semplice: fin dai primi colloqui mi è piaciuto molto il sistema di lavoro di Evolution Travel”.

I punti di forza del network

Quali sono a tuo avviso i punti di forza di ET?

“Tra i punti di forza di Evolution metto senz’altro la possibilità di proporre qualsiasi destinazione ai clienti.

Sia perché lavoriamo con i maggior Tour Operator sia perché al nostro interno abbiamo Promotori Tour Operator di tantissime destinazioni.

Sono più competitivi rispetto ai TO Esterni. Ma soprattutto propongono viaggi personalizzati.

Una cosa, questa, che difficilmente trovi nei grandi Tour Operator.

Un promotore ha comunque la possibilità di apprendere tutto sulle varie destinazioni, grazie anche ai continui corsi di formazione praticamente su tutte le destinazioni del mondo.

Poi ogni anno ci sono le “convention”. Ci si ritrova o ci si conosce personalmente.

E anche in queste belle occasioni si fa formazione. Intervengono infatti formatori esterni per parlare di turismo, emotività e quant’altro.

In ogni caso le convention rappresentano un bel momento di aggregazione”.

Perché è importante specializzarsi

In Evolution Travel sei un PRP, promotore riferimento prodotto. Cosa significa? Qual è il tuo ruolo?

“Intanto vorrei dire che è importante specializzarsi in qualche destinazione, per non disperdere energie e per approfondire sempre la conoscenza di quel Paese.

In seguito puoi anche diventare un promotore specializzato su una certa destinazione, il “PRP” per l’appunto.

Attraverso la pubblicità, l’interazione sui social, ecc. promuovi anche la tua destinazione e diventi specialist promoter.

Si guadagna qualcosa in più rispetto alla sola vendita e a tua volta fai formazione per i promotori.

Io per esempio mi sono specializzata per l’Albania e per la Toscana-Isola d’Elba.

In questa fase segnata dal Covid-19 l’Isola d’Elba sta ricevendo tantissime richieste”.

Lavorare nel settore viaggi ai tempi del Covid

A proposito di Covid-19: come si stanno comportando i viaggiatori? Stanno prenotando? E quali destinazioni prediligono, Elba a parte?

“Al momento mi sembra che sia ancora tutto fermo. Ma non parlo di viaggiatori, quanto delle destinazioni ad aprirsi.

Sembra che da luglio le cose dovrebbero cambiare. E quindi si può ben sperare che in agosto ci si possa muovere con maggiore tranquillità”.

Affidarsi ai consulenti online per viaggiare tranquilli

Il Covid ha anche cambiato anche il rapporto tra viaggiatori e consulenti viaggi online. È così?.

“Si, la cosa nuova e bella post Covid è che i clienti si sono abituati al web.

Quando telefoniamo non siamo più degli UFO, ma semplicemente delle persone che lavorano da casa.

Noi facciamo da sempre ciò che molti sono stati costretti a fare nella fase dell’emergenza. Certo è che oggi c’è una maggiore apertura mentale nelle persone.

Da sempre le telefonate rappresentano uno dei punti di forza di Evolution.

Contattiamo sempre il cliente per avere un rapporto più stretto. Lo facciamo anche per raccogliere più informazioni possibili.

Per poi mandare proposte che siano pertinenti e in linea con le aspettative del cliente stesso”.

Viaggiare sicuri, sempre

Il Covid ha permesso anche di far capire a tutti (o quasi) perché è importante affidarsi ai consulenti viaggi online. I vostri clienti, nei giorni dell’emergenza, hanno ricevuto assistenza 24 ore al giorno. Sono tornati a casa velocemente, ma soprattutto in sicurezza. I viaggiatori fai-da-te, invece, hanno avuto problemi.

“Assolutamente sì. Abbiamo assistito e fatto rientrare tutti i clienti che erano stati bloccati all’estero.

Mentre so di persone che non trovavano i voli. Oppure, se li trovavano, costavano un capitale. Alcuni sono rientrati anche dopo un mese”.

Pronti a tornare alla normalità

A tuo avviso per quanto tempo ancora si andrà avanti con turismo di prossimità e destinazione Italia? Insomma: quando si tornerà a viaggiare a pieno regime?

“È difficile dirlo, perché vedo che c’è ancora molta diffidenza, anche in Italia. Anche se mi verrebbe da dire: “Eppur si muove”.

Personalmente ritengo che gli appassionati di viaggi (non i vacanzieri) si muoveranno presto.

Non appena le frontiere delle varie Nazioni apriranno senza troppe restrizioni si rimetteranno in viaggio.

Se posso fare un’ipotesi, direi che già da Natale in poi si dovrebbe tornare alla normalità”.

lavorare nel settore viaggi - Maddalena Scalvini 2

La formazione, carta vincente del consulente viaggi online

Tornando all’attività di consulente viaggi, ti chiedo: qual è la cosa che apprezzi di più di Evolution Travel?.

“La formazione. È il pilastro di questo lavoro.

Ed è confortante sapere che puoi sempre contare anche sui promotori specializzati nelle varie destinazioni”.

Una delle carte vincenti di ET, in effetti, è proprio la formazione. Non si limita alla preparazione di base, ci si aggiorna continuamente.

“Sì, certamente. Ci sono aggiornamenti continui, anche perché le cose cambiano anche in fretta e devi stare sempre sul pezzo”.

Un consiglio a chi desidera diventare consulente viaggi online

“In primis bisogna essere appassionati di viaggi.

Occorre avere la pazienza di fare ricerca e formazione continua per conoscere a fondo una destinazione, perché non sai mai abbastanza”.

C’è un segreto per trasformare la passione per i viaggi in un’attività redditizia?

“Lo dico in tre parole: pazienza, costanza, formazione”.

Lavorare nel settore viaggi, ecco come si diventa consulente viaggi online

E con questo prezioso consiglio di Maddalena concludiamo questa intervista, ricca di spunti davvero interessanti.

Se ti stai chiedendo come si fa a lavorare nel settore viaggi, qui trovi le risposte che cerchi: scarica la guida gratuita per diventare consulente viaggi online.

Se vuoi conoscere Maddalena, visita il suo sito di viaggi e vacanze.

Commenta l’articolo e partecipa alla discussione