Hospitality Management

Fare Coaching: ecco come far crescere le aziende del settore hospitality

fare coaching

Fare Coaching all’interno della propria organizzazione è una necessità sempre più incombente per affrontare il futuro lavorativo nel migliore dei modi.

I grandi asset economici stanno cambiando, le aziende stanno cambiando. C’è un mondo in trasformazione. Tutte le riviste di settore – e ora anche quelle più generaliste – lo scrivono.

Il vecchio stile di comando non è più adatto (per non dire dannoso). Il vecchio modo di fare impresa non funziona più per affrontare le nuove sfide del futuro. Ma attenti il futuro è già qui!

Le aziende del settore hospitality sono avvisate.

Fare coaching, una necessità per il futuro

Fare Coaching , allora, diventa un’esigenza, un must. Il Coach del futuro sarà il leader del futuro. Sarà il perfetto moltiplicatore dell’intelligenza emotiva.

Sarà in grado – grazie al suo modo di fare coaching all’interno della sua organizzazione – di sviluppare il potenziale di ognuno, di ognuno dei propri collaboratori.

Attualmente la maggior parte delle aziende “utilizza” i dipendenti e/o collaboratori solo al 30/40%.

Vi siete mai chiesti perché? E vi siete mai chiesti cosa si può fare per migliorare questo dato di performance così negativo?

Se i nostri collaboratori riescono ad esprimere solo un terzo di ciò che potrebbero è perché viene chiesto loro solo cosa devono fare.

Perché non condividiamo con loro il progetto, piuttosto che l’obiettivo da raggiungere?

Fare coaching, cosa significa

Ecco spiegato perché il Coaching è – e sarà sempre più – un must nel mondo hospitality inteso in senso lato. Uno stile di management che sarà quello del futuro!

Le nuove organizzazioni, le aziende che veramente vorranno fare qualità e migliorare tutti gli aspetti, tutti i processi organizzativi e di vendita non potranno fare a meno del Coaching.

Sia come organizzazioni, sia come singoli lavoratori.

Ogni manager, ma oserei dire, chiunque di noi, che voglia diventare Leader riconosciuto non potrà fare a meno di approcciarsi al coaching, non potrà non avere un coach che accompagni la propria organizzazione al massimo del potenziale.

Performance Coach: chi è e cosa fa

Sempre più manager e responsabili chiedono – e ottengono – di farsi seguire da un Performance Coach. È un fenomeno in crescita.

Perché? La performance non è che il potenziale meno le interferenze. Allora occorre “uno spazzino” specializzato che pulisca il vostro ambiente di lavoro e il vostro team da queste interferenze.

Ecco spiegato perché si decide di avvalersi di Coach.

ICoachU di CoachingForHospitality, un progetto utile e ambizioso

ICoachU di CoachingForHospitality è sicuramente un progetto ambizioso. Ma siamo sicuri che con la perseveranza, la passione e la professionalità che ci contraddistinguono riusciremo a portare avanti quei cambiamenti necessari alle aziende che si avvicinano al nostro progetto.

Lo stiamo già vedendo. È già la storia di molte organizzazioni.

Perché il coaching? Perché aiuta nel lavoro, nella vita, nei rapporti personali. In tutto!

Attraverso lo stile di ICoachU le aziende verranno sottoposte ad attenti processi di studio.

Non ci arrenderemo davanti agli ostacoli e lavoreremo per trovare la vera motivazione, la vera causa che troppo spesso fa camminare con il freno a mano alzato.

Migliorare se stessi per ottimizzare il proprio lavoro

Consapevolezza operativa e responsabilità operativa, sono i primi obiettivi del progetto ICoachU di CoachingForHospitality.

ICoachU è esattamente questo. Nasce per dare un supporto operativo a tutte le aziende dell’Ospitalità (e non) affinché si possa diffondere uno stile di management basato su principi puri del Coaching.

Un management basato sullo sviluppo della performance, volto alla liberazione – “allo slacciamento”- delle infinite e latenti risorse del potenziale umano affinché le aziende possano veramente condividere quei valori autentici con i propri collaboratori e con la propria utenza.

ICoachU ha già preso in carico il futuro. Lo stiamo già scrivendo con molte aziende.

Ora tocca a te che leggi scegliere di poter liberare tutto il potenziale racchiuso nel tuo team.

Commenta l’articolo e partecipa alla discussione