Social Media Marketing

Facebook: come creare un piano editoriale di successo

facebook

Coinvolgere, emozionare, raccontare e infine vendere. La tua struttura ricettiva ha bisogno di un piano strategico che parta dalle origini del percorso di vendita, per creare un bisogno e fidelizzare il cliente.

Per comunicare la tua attività i social network stanno dalla tua parte. Pensa che in Italia gli utenti attivi su Facebook sono trentaquattro milioni al mese.

Di norma quindi, per riuscire a colpire buona parte del tuo target è bene iniziare a pensare a come organizzare i tuoi contenuti sui social.

Obiettivi e contenuti

Definire i tuoi obiettivi di comunicazione è importante: sai dove vuoi arrivare e sai come arrivarci. Di conseguenza anche i contenuti destinati alla tua pagina Facebook dovrebbero perseguire un obiettivo.

In base al processo di acquisto dei tuoi clienti, gli obiettivi che puoi prefissarti sono tre: Awareness, Engagement, Conversion.

1. Con Awareness si intende il rafforzamento del tuo brand, il riconoscimento della tua attività. Per realizzare questo obiettivo potresti pensare di creare dei contenuti che raccontino i valori della tua azienda, la storia, i volti, e tutto ciò che riguarda la tua attività.

2. Il secondo obiettivo riguarda l’Engagement, ossia la capacità di coinvolgere gli utenti sulla tua pagina. Come? Con contenuti divertenti, domande, contest, sondaggi.

Insomma, tutto ciò che richiede un’azione da parte dei tuoi followers.

3. Arriviamo infine all’obiettivo di Conversion. In questa fase si parla già di vendita di un tuo servizio (prenotazione dei tuoi servizi, click al tuo sito, richiesta di informazioni, compilazione di un form di contatto).

Qui entri davvero in relazione con il tuo obiettivo finale e il tuo target. Per farlo sui social puoi condividere offerte speciali accompagnate dal link al tuo sito, oppure puoi promuovere la tua app.

Target e tono di voce

Il target (o audience) è quella fetta di utenti che possiede quelle esigenze a cui la tua attività può rispondere.

Il tuo villaggio turistico svolge attività dedicate per lo più alle famiglie con bambini? Allora il  tuo target, sui social, sarà formato da uomini e donne, con un range di età che va dai 30 ai 45.

Il tuo hotel a 5 stelle organizza spesso cene di gala, ma anche meeting e tornei di golf? In questo caso il tuo target sarà composto da uomini e donne, dai 30 ai 60 anni, a cui interessa lo sport e il business.

A ogni target, naturalmente, corrisponde un tono di voce: come rivolgerti a chi ti segue? Quali parole utilizzare? Il tono di voce ti permette di entrare subito in sintonia con i tuoi clienti: parlare la loro stessa lingua è fondamentale per essere compreso e per far sì che si fidino di te.

Definisci il tuo piano editoriale

Ricapitolando. Per raggiungere il tuo pubblico e farti notare su Facebook hai bisogno innanzitutto di definire alcuni aspetti fondamentali:

1. I tuoi obiettivi (Awareness, Engagement e Conversion) e i contenuti (sottoforma di video, foto, infografiche, link: a tal proposito possono essere utili anche alcuni consigli per postare sui social) adattabili all’obiettivo da raggiungere;
2. Il tuo target di riferimento e, di conseguenza, il tono di voce da adottare.

Vediamo nello specifico un esempio di piano editoriale.

Come vedi i contenuti sono definiti in base all’obiettivo e al target; questi variano molto all’interno di un calendario editoriale.

La strategia vincente: fiducia e coinvolgimento

Nel primo post di Awareness ho cercato di simulare un’atmosfera interna all’azienda molto serena e allegra, in cui poter gioire delle piccole cose.

Nel secondo post di Engagement ho chiesto espressamente agli utenti di svolgere un’azione, mentre nel post di Conversion comunico una promozione speciale della struttura, spingendo l’utente a cliccare sul sito.

Fiducia e coinvolgimento: un piano editoriale costruito con strategia porterà sicuramente dei benefici a te e ai tuoi clienti.

Commenta l’ articolo e partecipa alla discussione