Social Media Strategy

Aprire o non aprire un Blog

In questo post vorrei offrire il mio punto di vista a questa domanda, che spesso echeggia nelle “pause caffè”, nei seminari, nelle aule, aprire o non aprire un blog, questo è il problema? Beh, se il dubbio amletico ti assale, allora continua a leggere:

Aprire un blog significa avere qualcosa da raccontare, e questo qualcosa lo devi strutture bene se vuoi effettivamente apportare valore per i tuoi lettori, ergo aprire un blog significa avere una strategia ben delineata.
La vera prerogativa di un blog è la costanza nella pubblicazione, che è un po’ lo spauracchio di chi si trova a gestirne uno. Avere un piano di azioni ben delineato quindi ti aiuterà ad orientarti nei giorni/mesi successivi all’apertura.

blog-turismo-hotel-agenzie-viaggio

Focus on the niche e diventa un front of mind brand

Se il tuo scopo è quello di fare branding in un determinato settore, segmento, nicchia, il blog è il tuo alleato numero uno. Ma sarà inutile se dietro non esiste alcuna strategia.
Ripeto ultimamente un approccio al mercato come l’economia dell’attenzione, e un’azienda turistica, sia un hotel piuttosto che un’agenzia viaggio o tour operator, deve convergere le proprie azioni in questa direzione.

Diventa leader

Se senti che il tuo hotel o la tua agenzia viaggio sia – o possa diventareleader in specifiche nicchie/segmenti, l’utilizzo del blog allora fa’ al caso tuo. Se sei sicuro di ciò, allora saprai anche rispondere alle domande:

  • Chi è il tuo cliente?
  • Cosa ti chiede precisamente?

Due semplici domande che ti aiuteranno durante la programmazione dei tuoi post, in modo tale da avvicinarti il più possibile a soddisfare le ricerche dei tuoi clienti, e a favorire partecipazione e condivisione.

Se ad esempio conosco le domande che abitualmente pongono le coppie prima di convogliare a nozze, ecco alcuni esempi utili al mio piano dei post sarà:
– il menu del matrimonio: ecco le ultime tendenze!
– Quale torta nuziale? “Dolci” Fantasie per chi si sposa a primavera..

Se fossi un’agenzia di viaggi specializzata su viaggi in Africa:
– 10 regole da sapere prima di partire per il Kenya- Il Sud Africa: ecco cosa visitare
e così via…

Solo una giusta programmazione, un corretto utilizzo dei testi nell’ottica dello storytelling, ti aiuterà a mantenere il tuo brand front of mind, ovvero tra i primi brand a cui le persone penseranno nel momento in cui si concretizza il bisogno specifico.

Per ricevere valore, crea…valore

Anche Google si è mosso in questa direzione, ponendo il fare branding non come la semplice produzione di informazioni, quanto al reale valore che le persone possono trarne dai contenuti, le quali premieranno la risorsa appena letta con la condivisione, che significa far veicolare il tuo brand sui diversi social, e se c’è costanza e qualità, anche a scalare le serp (search engine results page).

Quindi, quale miglior strumento utilizzare se non il blog per offrire questa tipologia di comunicazione..?

Il blog ti aiuta a:

Sfruttare il traffico di lunga coda: in fase di start-up pochi conosceranno il tuo brand name, e il blog ti aiuta ad intercettare parole-chiave che fin prima non pensavi che i tuoi clienti utilizzassero.

– Il blog tipicamente è migliore, rispetto ad un sito internet, per attirare backlink spontanei (collegamento ipertestuale che punta a una determinata pagina web).

– I post sul blog, sono di più facile condivisione, se ritenuti di valore, sui social media (assicurati che nel tuo blog siano inseriti i principali bottoni sociali)

Get Started with a blog?

(lato Social)

– Definisci un piano editoriale, e un Tone of Voice (stile di comunicazione)

– Scegli il tuo mercato di riferimento principale, e crea le categorie dedicate

– Non scrivere filippiche, ma cerca di essere essenziale e divertente.

– Non pubblicare le offerte vacanze, ma cerca sempre di incuriosire il tuo lettore affinché verticalizzi la sua ricerca

(lato Tecnico)
– cerca di capire se c’è la possibilità di creare un blog, all’interno del tuo sito, montato su un dominio di terzo livello blog.tuosito.com o sotto cartella tuosito.com/blog

– Definisci le Categorie in relazione alle tematiche su cui vuoi scrivere

– Ottimizza ogni post che scrivi con tag.

– Inserisci widget e plugin utili alla condivisione sui principali social network (Facebook, Twitter, Pinterest)

– I contenuti freschi prodotti con una certa costanza vengono mostrati prima nei risultati di ricerca

Sulle Categorie e sui Tag

Cerca di intendere le categorie come i capitoli di un libro es: Viaggi a Cuba, Around Calabria, le quali devono essere già intense in fase di programmazione ed i tag (contenuti all’interno di ogni specifico post) come degli indici di ciascuna categoria. I tag sono delle etichette che vanno definite di post in post ed aiutano la ricercabilità dei post sia on blog che dai motori di ricerca.

Conclusioni

Il blog è parte integrante della tua strategia di promozione sul web, e può rivestire un ruolo veramente importante se esiste un piano di comunicazione ben strutturato. Il blog va seguito, va gestito, ha bisogno di tempo e risorse da dedicare affinché possa produrre dei buoni risultati. La capacità di saper produrre dei contenuti di qualità con costanza, unitamente al fatto che Google premia i risultati freschi, ti offriranno un notevole vantaggio competitivo rispetto ai tuoi competitor e magari a far diventare il tuo hotel piuttosto che la tua agenzia di viaggi una front of mind brand.

Commenta il post, intervieni sul forum o nella community. Aspetto il tuo feedback… e se vuoi leggi anche:
Progettare la Multicanalità: il Blog
Come Aprire e Gestire un Blog per il Tuo B&B

Foto del profilo di FT