Visual Marketing

La potenza di Pinterest nel mondo del turismo

Negli ultimi mesi si sta espandendo in maniera impressionante. Pinterest continua la sua scalata nel mondo dei social network puntando sulla condivisione delle immagini e dei video.

Il meccanismo è semplice. E vincente. Chi si iscrive a questo social “visuale” ha infatti la possibilità di aprire una propria vetrina (detta “board”), dove si può “appendere” (in inglese: to pin) tutto ciò che in qualche modo crea “interesse” (in inglese: interest).

Le due parole chiave che compongono il nome “Pinterest” ben si sposano con l’idea di promozione di una propria azienda o di un proprio prodotto. Uno dei settori che già sta traendo benefici da questa nuova vetrina virtuale è quello turistico (vedi Pinterest Italia è boom per turismo ed enogastronomia).

Questo social – in buona sostanza – permette di pubblicizzare una struttura ricettiva o un evento praticamente a costo zero. Lavorando sull’originalità delle immagini (o dei video) e creando interesse negli argomenti di conversazione si ottengono risultati con una facilità estrema. Saranno infatti i follower (ossia coloro che seguono una persona o più in generale una vetrina) a continuare il lavoro: loro “pinneranno” una vostra foto, i loro amici a loro volta la “ripinneranno” e così via, fino a raggiungere un numero via via crescente di visitatori.

Un esempio? Una ricerca di SiteLabs rivela come Visit Savannah per promuovere turismo di svago e convention in tre mesi ha attirato al bellezza di 12mila follower. Per attivare questo circolo virtuoso è però necessario avere grande cura della propria vetrina. Ed è altrettanto importante saper interagire con i propri clienti. Saranno loro il vostro miglior veicolo per pubblicizzare una vostra struttura. Saranno loro, cioè, a consigliare gli amici o comunque a condividere con altri follower le passioni comuni. Saranno loro a pubblicare foto, magari anche della vostra attività. A maggior ragione se sarete voi a creare un angolo o, meglio, un’apposita board dove ad esempio si possono raccontare le proprie vacanze.

Per chi ancora conosce poco di questo potente strumento di socializzazione può leggere anche qui Come usare Pinterest nel Turismo

Per entrare in questo meccanismo insomma, è bene tenere presente alcune nozioni di base, da poter poi sfruttare a proprio vantaggio. L’80% delle persone iscritte su Pinterest sono donne e hanno un’età compresa tra i 25 e i 45 anni. Pinterest ha un volume di traffico che supera da solo la sommatoria di quello generato di Youtube, LinkedIn e Google Plus.

Gli iscritti di Pinterest spendono molto di più sui siti di e-commerce rispetto a chi li consulta da altri canali (non social). E in ogni caso hanno una propensione all’acquisto di gran lunga superiore rispetto a Facebook. Naturalmente è possibile promuovere la propria board  Pinterest anche sugli altri social network. Anzi, una buona strategia di marketing consiglia di farlo: una tab sulla fanpage di Facebook, ad esempio, può generare molti contatti.

Pin originali e freschi

È inoltre importante avere cura nello scegliere il materiale da “pinnare”, da appendere in vetrina: utilizzare tante foto, naturalmente puntando sull’originalità. Per creare interesse è bene segnalare anche e eventi culturali (o di altro genere) della propria area, unitamente alle bellezze ambientale e storiche.

Un altro consiglio per dare visibilità ai propri “pin”: non mettere mai le stesse foto, né “pinnarle” in continuazione: si rischia di sembrare uno “spam”. Al contrario l’originalità e la freschezza premiano.

Link di rimando al proprio sito web

Anche l’aspetto della promozione indiretta è infatti molto utile dal punto di vista promozionale. Si prenda il caso di un albergo o di un bed & breakfast: chi ha interesse (spesso perché consigliato da un amico) a visitare una località, dovrà inevitabilmente cercare una camera per pernottare. Ebbene: tra un video, una foto e una didascalia, è facile che si trovino delle parole chiave o comunque dei link che rimandino al proprio sito web.

Quando pinnare

Gli orari ideali per pubblicare le proprie immagini? In genere un’oretta prima della fasce orarie in cui si collega il maggior numero di utenti: dalle 14:00 alle 16:00 e dalle 21:00 all’1:00.

410 visite
Commenta l’articolo e partecipa alla discussione