Distribuzione Online

Groupon Re del Travel Deal? Casi di Successo del Turismo 2.0

Nel 2008, un giovanissimo creativo, Andrew Mason, fonda a Chicago uno dei colossi in rete più innovativi e vincenti dell’ultimo decennio, con Facebook e Twitter: Groupon® (“Group” + “Coupon”), il più grande gruppo d’acquisto on-line al mondo.

Abbiamo contattato telefonicamente Giuliomario Limongelli, CEO e Co-founder Groupon in Italia, che si è dimostrato disponibilissimo a raccontare la sua storia su Casi di Successo del Turismo 2.0, piazza virtuale di FormazioneTurismo.

groupon2

——————

Da Chicago a Boston, nel giro di pochissimo tempo, Groupon® si allarga in 20 nuove città al mese. Oggi è presente in 48 paesi nel mondo, con più di 120 milioni di iscritti e circa 12 mila dipendenti.

In Italia dal 2010, si diffonde in breve a macchia d’olio, scatenando la creazione di copie e cloni come nel resto del mondo.

FormazioneTurismo incontra Giuliomario Limongelli, CEO e Co-founder Groupon in Italia.

GiuliomarioLimongelli1

FormazioneTurismo: Gentilissimo Giuliomario, ci racconta qualcosa si sé prima del suo approdo in Groupon?

Giuliomario: Buongiorno a lei e ai lettori di FormazioneTurismo. Ricopro da marzo 2010 la posizione di Managing Director presso la filiale italiana di Groupon, azienda leader mondiale nel settore del social shopping. Si può dire che ho gestito la start-up italiana fin dal suo esordio nel 2010 seguendo sia le attività sales che le operations interne. Dopo la laurea in Bocconi ed una prima esperienza lavorativa nell’area marketing di H3G, sono stato Responsabile dei Contenuti Digitali presso Zero9 Group e, l’anno seguente, Country Manager Spagna e Italia per Flycell, filiale di Acotel Group.

Ed eccomi qui in questa nuova avventura.

FormazioneTurismo: Ci può descrivere in poche parole il rapporto tra Groupon Italia e la sede centrale? Com’è strutturata la relazione tra le sedi, nella sua azienda?

Giuliomario: Facciamo parte di un unico grande network nato a Chicago nel 2008 e arrivato in Italia a marzo 2010. Attualmente siamo presenti in 48 Paesi in tutto il mondo.

FormazioneTurismo: Gennaio è tempo di bilanci dell’anno appena concluso e di previsioni e progetti per l’anno che verrà. Visto che iniziamo l’anno con risultati piuttosto brillanti per la vostra realtà in numeri, Brand Reputation e vendite, ci fornite qualche cifra?

Giuliomario: Essendo quotati in borsa non possiamo rilasciare dati specifici relativi al mercato locale. Il canale Viaggi è una delle categorie più apprezzate e acquistate dai nostri utenti iscritti, tanto che nel 2012 sono stati venduti più di 230.000 coupon, con maggiore predilezione per i coupon di coppia. (ndr: alcuni dati sulle performance appaiono sui post del Blog di Groupon)

FormazioneTurismo: Parlando del vostro Blog, vi ho trovato recentemente dati relativi al resoconto del 2012. Quali gli elementi che volete evidenziare, soprattutto in relazione al Travel?

Giuliomario: Certo, lo faccio volentieri: abbiamo notato che gli italiani prediligono i weekend relax e le gite fuori porta con soggiorni non più lunghi di 2 giorni per la maggior parte dei casi, completati solitamente da una cena o un percorso spa.
Toscana e Ischia sono le mete più gettonate in Italia.
Spagna, Marocco e diverse capitali europee spopolano per l’estero.

FormazioneTurismo: Ci vuole illustrare le opportunità più significative per gli Hotel e le agenzie di Viaggio (o le compagnie aeree) su Groupon? I Travel Deal su Groupon funzionano da un punto di vista commerciale o raggiungono esclusivamente obiettivi di promozione e marketing?

Giuliomario: Le opportunità per gli operatori del settore sono molteplici:

• farsi conoscere da un vasto pubblico attraverso un nuovo strumento di marketing molto potente
• riempire l’albergo anche nei periodi di minore affluenza
• realizzare profitti extra vendendo prodotti e servizi in aggiunta al coupon.

Sì, i pacchetti Travel riscuotono tantissimo successo, in particolare le formule soggiorno più cena inclusa o volo più soggiorno sono quelle che vanno a ruba in poche ore, tanto che sul nostro sito è dedicata una pagina interamente al canale Travel, Groupon Viaggi, per rendere la ricerca della propria vacanza ancora più facile e accessibile.

Abbiamo inoltre una partnership molto importante con eDreams che ha contribuito ad aumentare ancor di più la visibilità delle strutture alberghiere che collaborano con Groupon.

FormazioneTurismo: Le spiace spiegare meglio le potenzialità di promo-comunicazione e di marketing per un albergo?

Giuliomario: Groupon è un canale di comunicazione veloce ed efficace, un investimento sicuro sulla propria immagine e reputazione online.

Il partner (l’albergatore che investe in una campagna su Groupon, ndr) ha la certezza di raggiungere nuovi clienti in poco tempo e la possibilità di mettere in campo le proprie strategie e capacità imprenditoriali per fare in modo che i clienti acquisiti grazie a Groupon ritornino a prezzo pieno e generino un positivo pass-parola sulla struttura.

La festa di San Valentino potrebbe essere l’occasione giusta per proporre un pacchetto speciale su Groupon, perché no?

FormazioneTurismo: Dai punti di forza ai punti di debolezza. Pericoli e rischi per gli hotel che decidono di aderire ad una campagna su Groupon?

Giuliomario: Ritengo non vi siano pericoli o rischi se l’albergatore è in grado di offrire un servizio di qualità a tutti i clienti Groupon e di gestire al meglio la propria campagna. L’importante è non farli mai sentire clienti di Serie B.

FormazioneTurismo: Come prevenire rischi od ovviare a problematiche, nel caso di una Campagna basata sui Travel Deal su Groupon?

Giuliomario: Lo riassumo in 4 punti.

1. definiamo prima della pubblicazione il numero di coupon che l’albergatore è in grado di gestire in 6 mesi
2. manteniamo alta la qualità del servizio offerto
3. evitiamo l’overbooking
4. garantiamo una bella esperienza in struttura al cliente

FormazioneTurismo: A dicembre si sono diffusi rumors sulla possibile acquisizione di Groupon da parte di Google. Conferme? Smentite? News?

Giuliomario: Non possiamo commentare rumors o notizie in merito a questo argomento.

FormazioneTurismo: Il più celebre sito di e-commerce al mondo (con Amazon) ossia e-bay crea e-bayLifestyleDeals, spazio dedicato alle offerte. Può divenire un pericoloso competitor per Groupon?

Giuliomario: Ad oggi Groupon è leader di mercato in quasi tutti i 48 Paesi del mondo dove è presente. Il modello di business non è così facile da replicare.
Sicuramente eBay ha il vantaggio di avere già una base clienti molto ampia. Riuscire però ad offrire un servizio come quello di Groupon, una macchina molto complessa che richiede grandi competenze tecniche e investimenti in tecnologia, è un altro discorso.

FormazioneTurismo: Per il settore turistico, quanto “costa” utilizzare Groupon ad un albergatore che intenda creare un Deal sulla vostra piattaforma?

Giuliomario: Il costo iniziale è pari a zero. Infatti la pubblicazione dell’offerta in sé non ha costi per il partner. Tratteniamo una commissione solamente sui coupon effettivamente utilizzati dai clienti Groupon. Commissione che viene accordata in fase contrattuale con il partner.

FormazioneTurismo: D’accordo, ma come rispondete agli albergatori che temono di danneggiare la propria immagine, promuovendo offerte con prezzi molto scontati su Groupon?

Giuliomario: L’offerta a un prezzo vantaggioso è un modo certo per raggiungere un nuovo e più ampio pubblico, magari un target diverso da quello con cui si è soliti dialogare.
L’immagine di un hotel è rappresentata dalla qualità che è in grado di offrire ai propri clienti, sia che si paghi 100 o che si paghi 10 per quel servizio. On-line chiunque può esprimere liberamente un giudizio su un hotel, tramite vari siti di recensioni, e il prezzo è solo uno dei tanti fattori che vengono valutati dai social shopper italiani.

FormazioneTurismo: Certo Giuliomario, ma l’intervistatore ha un po’ il ruolo dell’avvocato del diavolo…
Lasciamo i nostri lettori, gli albergatori, con qualche trucchetto e segreto per promuoversi al meglio su Groupon Italia. Cosa ci racconta a riguardo?

Giuliomario: Puntate tutto sulla qualità del servizio, offrendo sempre il meglio soprattutto ai clienti Groupon, perché se vogliamo fidelizzarli e farli tornare a prezzo pieno, dobbiamo farli sentire come dei re. Sono clienti curiosi, informati e digitalizzati, che tendono a raccontare la propria esperienza in rete e lasciare recensioni sulle strutture che visitano.

Definite attentamente il numero di clienti che si è in grado di gestire nell’arco di 6 mesi e pensate a sempre nuovi servizi extra da proporre e far conoscere.

Organizzatevi in modo da essere pronti ad accogliere i nuovi clienti, in particolare accordandosi con i propri fornitori per sfruttare le economie di scala.

Un ringraziamento speciale a Giuliomario Limongelli, che ci ha dedicato il suo tempo e che ha sopportato “critiche” (costruttive) e domande incalzanti.

Vuoi esprimere il tuo parere o chiedere qualche informazione sul funzionamento di Groupon direttamente al suo co-founder? Allora commenta il post.

Richiedici un’intervista o consigliaci Top Stories intriganti per i nostri prossimi appuntamenti: scrivici oppure vieni sul Forum Web Marketing o nella community Google+.
Arrivederci al prossimo mese…

Altre Interviste e Articoli da non perdere:
Il Deal Site che ti… premia: LetsBonus | Casi di Successo del Turismo 2.0
Social Commerce e utilizzo dei siti couponing: gli effetti dei flash deals lato consumer e lato seller
Franco Grasso Revenue Team… “Più Revenue per tutti!”
Trivago: Disintermediazione Intermediata?

Foto del profilo di Nicoletta