Facebook

Cosa deve sapere il tuo hotel su Facebook

Ad Ottobre dell’anno scorso scrivevo, come deve E.S.S.E.R.E. la comunicazione su Facebook. All’interno del post ti ho spiegato punto per punto cosa significa comunicare in modo E.S.S.E.R.E. L’acronimo sta appunto a significare: Emozionale, Sobria, Stimolante, Empatica, Rievocativa ed Etica.

Col post di oggi mi piacerebbe offrirti degli spunti di analisi molto utili ad una comunicazione su Facebook, dandoti degli spunti numerici.

Facebook-per-hotel

Partiamo dall’obiettivo

Gli obiettivi di ogni comunicazione social che si rispetti dovrebbero essere quelli di intrattenere, farsi ricordare, emozionare, sorridere. Conivolgere insomma la persona/utente entrando nella sua sfera emotiva.

Prima di capire come raggiungere gli obbiettivi è utile fare una premessa.

Togliti dalla testa la quantità e pensa al modo di E.S.S.E.R.E. del tuo hotel

Sono molte le pagine facebook di hotel che hanno audience importanti, ma sono poche quelle che riescono veramente a fare engagement. Spesso il management o i consulenti puntano ad avere likers ma non puntano sulla partecipazione o se lo fanno non prestano attenzione o non hanno una comunicazione E.S.S.E.R.E..

Quindi…i dati

Volendo offrirti qualche dato… allora posso dirti che se raggiungi una community di 20.000 persone e hai una media di 100 like, hai interessato solo lo 0,5 % del tuo pubblico.
Sempre sulla stessa linea, se hai una community di 1500 persone e hai una media di 50 like a post hai raggiunto oltre il 3% della tua community.

Ma non è finita qui:

In realtà quello che andrebbe considerato (naturalmente intendo post senza pay advertising) sono le persone che hanno visto il tuo post (N. people saw this post), che ci restituisce di sicuro dei dati più reali sul ritorno di un post.
Se consideri l’edgerank, la media è di 1/4 per post, ovvero i 20.000 diventano circa 5.000 e i 1.500 diventano circa 370. (tuttavia esistono casi in cui post con contenuto testuale arrivino a raggiungere una quantità superiore al numero dei likers)..

A rafforzare questa tesi, comunque ci aveva già pensato Nicola Melillo, in una sua intervista rilasciata a Filippo Toso, un’intervista che vale la pena ascoltare (un investimento di due minuti :))

Ritornando ai nostri calcoli, riprendendo quindi i likers per post per ciascuna community si ha, rispettivamente, che: su 20.000 likers solo il 2% ha compiuto un’azione sul post, e sulla community di 3500 persone circa il 13%.. risultato? vince la piccola community.

E allora pensare a comunicare…bene!

Non fate caso alla quantità delle persone che hanno messo like su di una pagina di un hotel qualunque, ma fate caso alla qualità della comunicazione offerta, che se è fatta come deve E.S.S.E.R.E. avrà di sicuro maggiori ritorni in termini di partecipazione per ciascun post.

Cosa significa?

Potrebbe significare tutto e niente. Potrebbe significare che non ha utilizzato una comunicazione E.S.S.E.R.E., potrebbe significare che i 20.000 fan non siano interessati al brand, potrebbe significare che chi gestisce la pagina non abbia ancora individuato il giusto timing, e così via..

Ma soprattutto non devi dimenticare di essere costante nel comunicare.

468 visite
Topics: , Facebook
Commenta l’articolo e partecipa alla discussione