• Ciao! perché non prendi parte alle discussioni e non dici la tua? Registrati ora!

superbonus 110 e apertura casa vacanza

#1
Buongiorno, in base ai requisiti sul superbonus 110 è necessario che l'immobile non sia adibito ad attività commerciale.
Io sto ristrutturando un immobile residenziale e sto usufruendo dei vari bonus (bonus facciate e ristrutturazione al 50%) e in particolare del superbonus 110.
Io mi chiedo: posso adibire l'immobile a casa vacanza, intestando l'attività a mia moglie, dopo aver usufruito del superbonus, oppure c'è un limite di tempo prima del quale non si può?
Non trovo riferimenti normativi a tal proposito
 

Saverio Panzica

Esperto
Staff Forum
#2
Ritengo di no, l'immobile non può essere distolto da quelle che sono le prerogative imposte dalla legge che riassumo:
  • persone fisiche, al di fuori dell'esercizio di attività di impresa, arti e professioni, che possiedono o detengono l'immobile oggetto dell'intervento
  • persone fisiche, al di fuori dell'esercizio di attività di impresa, arti e professioni, proprietari (o comproprietari con altre persone fisiche) di edifici costituiti da 2 a 4 unità immobiliari distintamente accatastate.
Pertanto non è possibile avviare una delle seguenti tipologie caratterizzate dal codice ATECO 55.20.51. (case/appartamenti per vacanze - affittacamere - B&B) codice ATECO 68.20.01. (locazioni turistiche in forma imprenditoriale).

L'unica possibilità, a mio avviso, è quella di svolgere attività di locazone breve ai sensi dell'articolo 4 del D.L. n. 50/2017, convertito con legge n. 96/2017 che riporto in sintesi:

Art. 4 Regime fiscale delle locazioni brevi - 1. Ai fini del presente articolo, si intendono per locazioni brevi i contratti di locazione di immobili ad uso abitativo di durata non superiore a 30 giorni, ivi inclusi quelli che prevedono la prestazione dei servizi di fornitura di biancheria e di pulizia dei locali, stipulati da persone fisiche, al di fuori dell'esercizio di attività' d'impresa, direttamente o tramite soggetti che esercitano attivita' di intermediazione immobiliare, ((ovvero soggetti che gestiscono portali telematici, mettendo in contatto persone in cerca di un immobile con persone che dispongono di unita' immobiliari da locare)).

Nel caso in cui sua moglie dovesse gestire l'attività di locazione breve dovreste stipulare un comodato gratuito da registrare presso l'Agenzia delle Entrate; richiedere, in ogni caso, l'accredito al servizio ALLOGGIATIWEB della Questura.

Per assistenza, potete contattarmi alla mia e.mail
saveriopanzica@gmail.com

Allego 2 mie relazioni

Dott. Saverio Panzica
 

Allegati

#3
Buongiorno, perciò la risposta 570 dell'ADE che mi parla di attività di B&B sia occasionale ed imprenditoriale che permette solo un utilizzo del 50% dei costi non è valida per un affitto breve occasionale senza partita Iva? Allego il file di riferimento. Grazie
 

Allegati

Saverio Panzica

Esperto
Staff Forum
#4
Buongiorno anche a lei, ritengo che una locazione breve di cui all'articolo 4 delD.L. n. 50/2017, convertito con legge n. 96/2017, possa fruire del superbonus al 110% in quanto si tratta di attività svolta, esclusivamente, da persone fisiche, pertanto non rientrante nell'attività d'impresa, come disposto dall'articolo 2082 del c.c. che definisce la figura dell'imprenditore.

Infatti, in sintesi, la risposta dell'AdE citata così si esprime: "Con riguardo all'ambito di applicazione soggettivo del Superbonus, la citata circolare n. 24/E del 2020 ha chiarito che con la locuzione «al di fuori dell'esercizio di attività di impresa, arti e professioni» il Legislatore ha inteso precisare che la fruizione del Superbonus riguarda unità immobiliari (oggetto di interventi qualificati) non riconducibili ai cd. "beni relativi all'impresa" (articolo 65 del TUIR) o a quelli strumentali per l'esercizio di arti o professioni (articolo 54, comma 2, del TUIR). Sulla base di tale documento di prassi il Superbonus spetta alle persone fisiche Pagina 4 di 7 che svolgono attività di impresa o arti e professioni qualora le spese sostenute abbiano ad oggetto interventi effettuati su immobili appartenenti all'ambito "privatistico" e, dunque, diversi: − da quelli strumentali, alle predette attività di impresa o arti e professioni; − dalle unità immobiliari che costituiscono l'oggetto della propria attività; − dai beni patrimoniali appartenenti all'impresa".
 
#5
Ritengo di no, l'immobile non può essere distolto da quelle che sono le prerogative imposte dalla legge che riassumo:
  • persone fisiche, al di fuori dell'esercizio di attività di impresa, arti e professioni, che possiedono o detengono l'immobile oggetto dell'intervento
  • persone fisiche, al di fuori dell'esercizio di attività di impresa, arti e professioni, proprietari (o comproprietari con altre persone fisiche) di edifici costituiti da 2 a 4 unità immobiliari distintamente accatastate.
Pertanto non è possibile avviare una delle seguenti tipologie caratterizzate dal codice ATECO 55.20.51. (case/appartamenti per vacanze - affittacamere - B&B) codice ATECO 68.20.01. (locazioni turistiche in forma imprenditoriale).

L'unica possibilità, a mio avviso, è quella di svolgere attività di locazone breve ai sensi dell'articolo 4 del D.L. n. 50/2017, convertito con legge n. 96/2017 che riporto in sintesi:

Art. 4 Regime fiscale delle locazioni brevi - 1. Ai fini del presente articolo, si intendono per locazioni brevi i contratti di locazione di immobili ad uso abitativo di durata non superiore a 30 giorni, ivi inclusi quelli che prevedono la prestazione dei servizi di fornitura di biancheria e di pulizia dei locali, stipulati da persone fisiche, al di fuori dell'esercizio di attività' d'impresa, direttamente o tramite soggetti che esercitano attivita' di intermediazione immobiliare, ((ovvero soggetti che gestiscono portali telematici, mettendo in contatto persone in cerca di un immobile con persone che dispongono di unita' immobiliari da locare)).

Nel caso in cui sua moglie dovesse gestire l'attività di locazione breve dovreste stipulare un comodato gratuito da registrare presso l'Agenzia delle Entrate; richiedere, in ogni caso, l'accredito al servizio ALLOGGIATIWEB della Questura.

Per assistenza, potete contattarmi alla mia e.mail
saveriopanzica@gmail.com

Allego 2 mie relazioni

Dott. Saverio Panzica
Ritengo di no, l'immobile non può essere distolto da quelle che sono le prerogative imposte dalla legge che riassumo:
  • persone fisiche, al di fuori dell'esercizio di attività di impresa, arti e professioni, che possiedono o detengono l'immobile oggetto dell'intervento
  • persone fisiche, al di fuori dell'esercizio di attività di impresa, arti e professioni, proprietari (o comproprietari con altre persone fisiche) di edifici costituiti da 2 a 4 unità immobiliari distintamente accatastate.
Pertanto non è possibile avviare una delle seguenti tipologie caratterizzate dal codice ATECO 55.20.51. (case/appartamenti per vacanze - affittacamere - B&B) codice ATECO 68.20.01. (locazioni turistiche in forma imprenditoriale).

L'unica possibilità, a mio avviso, è quella di svolgere attività di locazone breve ai sensi dell'articolo 4 del D.L. n. 50/2017, convertito con legge n. 96/2017 che riporto in sintesi:

Art. 4 Regime fiscale delle locazioni brevi - 1. Ai fini del presente articolo, si intendono per locazioni brevi i contratti di locazione di immobili ad uso abitativo di durata non superiore a 30 giorni, ivi inclusi quelli che prevedono la prestazione dei servizi di fornitura di biancheria e di pulizia dei locali, stipulati da persone fisiche, al di fuori dell'esercizio di attività' d'impresa, direttamente o tramite soggetti che esercitano attivita' di intermediazione immobiliare, ((ovvero soggetti che gestiscono portali telematici, mettendo in contatto persone in cerca di un immobile con persone che dispongono di unita' immobiliari da locare)).

Nel caso in cui sua moglie dovesse gestire l'attività di locazione breve dovreste stipulare un comodato gratuito da registrare presso l'Agenzia delle Entrate; richiedere, in ogni caso, l'accredito al servizio ALLOGGIATIWEB della Questura.

Per assistenza, potete contattarmi alla mia e.mail
saveriopanzica@gmail.com

Allego 2 mie relazioni

Dott. Saverio Panzica
Grazie per la risposta, però la normativa specifica che i requisiti da lei indicati si abbiano prima di usufruire del superbonus e non dopo, e neanche specifica per quanti anni non si può esercitare attività commerciale nell'edificio il cui proprietario ha usufruito del superbonus. Quindi in teoria se io vendo l'immobile ad un'altra persona, quest'ultima non può neanche utilizzare l'immobile per attività commerciale?
 

Utenti online

Nessun utente è online al momento.

Statistiche forum

Discussioni
6,006
Messaggi
36,291
Utenti registrati
16,702
Ultimo utente registrato
Vit
Top