• Ciao! perché non prendi parte alle discussioni e non ci dici la tua? Registrati ora!

Psicosi da corona-virus e sottostima da parte cinese: è il Turismo a pagarne le conseguenze!

#1
https://www.ilmessaggero.it/roma/ne..._cinesi_netturbini_esquilino_ama-5024881.html

un turista che non crede alla Pandemìa come dovrebbe comportarsi dinanzi a tanta paura del contagio?

Agrigento - Girgenti
https://www.agrigentonotizie.it/cronaca/agrigento-ristoranti-cinese-chiusi-psicosi-coronavirus.html

valori sottostimati:
«Siamo soldati che si muovono sul campo di battaglia, ogni tipo di proiettile vola intorno a noi», dice il dottor Wang Guangfa, primario di medicina polmonare alla Peking University. Wang ammette di aver sbagliato nelle prime previsioni epidemiologiche. Aveva diagnosticato che il virus non si sarebbe diffuso tra persone, ma solo dalla carne infetta del mercato di Wuhan, da quell'animale «serbatoio» ancora non individuato con sicurezza: serpente, pipistrello? Il professor Wang era andato a Wuhan, da Pechino, dopo metà gennaio, e aveva annunciato che il contagio poteva essere «prevenuto e contenuto». La chiusura del brutto mercato di Wuhan sarebbe bastata. Il sindaco lo aveva già fatto fare a inizio gennaio, e furono cancellate anche le «impronte digitali» del virus, la carne dell’animale che ha causato la prima infezione. Poi erano ripresi i grandi preparativi per il Capodanno lunare, anche un grande banchetto per 10 mila famiglie a spese dell’amministrazione locale.

e il Turismo?
https://www.firenzetoday.it/economia/coronavirus-calo-turismo.html
 
#6
Gli scenari sembrano essere ogni giorno sempre più pesanti su ogni fronte economico.
“I clienti sono diminuiti dell’80%”, spiega il gestore di uno dei bar di via Paolo Sarpi a Milano. Le strade e i locali della zona sono semi-vuoti.
Nessun caso sospetto qui, anche perché i cinesi che vivono nella Chinatown milanese e in Italia, in generale, provengono da altre provincie: lo Zhejiang”
parole di Stefano di Martino, ambasciatore per l’amicizia del popolo cinese del mondo.
 

Mod

Amministratore
Staff Forum
#8
La psicosi è diffusa, un pò legittima però per come è gestita o è stata gestita l'informazione. Nel senso che il timore di una certa informazione manipolata ha creato o appesantito l'idea che - a parte il correre ai ripari a posteriori - la frittata è fatta e ora si salvi chi può!

Nei prossimi giorni mi sposto a Milano per BIT. Sapete che pensavo? Prefiguravo uno scenario di particolare dispiacere qualora ci fosse uno stand Cina. Con gente, operatori e non, che eviteranno di incuriosirsi, di informarsi, etc.
Insomma sapete un pò come sono le fiere di settore, persone, movimento. Beh immagino l'area intorno allo stand Cina (che probabilmente neppure ci sarà) desolato, persone che evitano di attraversare i corridoi intorno a loro, di varcare il loro stand.
E stessa cosa nei workshop. Presumo che nessun buyer arriverà dal Paese, ma nel caso vi fossero penso ad appuntamenti saltati e a desk terribilmente vuoti.
 
#9
La psicosi è diffusa, un pò legittima però per come è gestita o è stata gestita l'informazione. Nel senso che il timore di una certa informazione manipolata ha creato o appesantito l'idea che - a parte il correre ai ripari a posteriori - la frittata è fatta e ora si salvi chi può!

Nei prossimi giorni mi sposto a Milano per BIT. Sapete che pensavo? Prefiguravo uno scenario di particolare dispiacere qualora ci fosse uno stand Cina. Con gente, operatori e non, che eviteranno di incuriosirsi, di informarsi, etc.
Insomma sapete un pò come sono le fiere di settore, persone, movimento. Beh immagino l'area intorno allo stand Cina (che probabilmente neppure ci sarà) desolato, persone che evitano di attraversare i corridoi intorno a loro, di varcare il loro stand.
E stessa cosa nei workshop. Presumo che nessun buyer arriverà dal Paese, ma nel caso vi fossero penso ad appuntamenti saltati e a desk terribilmente vuoti.
Ho provato a cercare la Repubblica Popolare della Cina ma in effetti nell'elenco a discesa degli espositori non compare :eek:
 
#11
intanto in Corea del Sud (South Korea) avviene anche questo: siamo al Cheong Shim Peace World Center dove un quantitativo di coppie ha convolato a nozze con l'oggetto di culto più diffuso...

machemic.jpg
 
Mi Piace: Mod
#16
eppure
Alcuni ristoranti cinesi hanno segnalato un meno 20% tra la propria clientela romana.
In questi giorni in uno dei locali più gettonati della Capitale, il ristorante cantonese da Sonia, vi sono state tantissime cancellazioni in previsione del capodanno cinese.

Loro comunque continuano a lavorare e guardate cosa si perdono i cultori dell'allarmismo:

HZ1.jpg
hz2.jpg

hz3.jpg
 
#17
Secondo il saggista francese Thierry Wolton (in foto), che si è occupato del tema sulle pagine di Le Figaro, "in ogni caso ci sarà una Cina pre-coronavirus e una post epidemia".
Le conseguenze della crisi sanitaria, secondo Wolton, sono destinate a coinvolgere anche la leadership del Partito: consumi e produzione sono in calo, e la crescita economica - il cavallo di battaglia dell'attuale dirigenza - patisce la quarantena imposta da buona parte del resto del mondo.

Wolton.jpg
 
Mi Piace: Mod
#20
Siamo in iSpagna, precisamente in località Puertollano (Castiglia-La Mancia).

Qui una famiglia di commercianti si è "ritirata in casa" per la quarantena.
Sulla facciata del negozio si scusano con la clientela per il disagio seguìto alla chiusura temporanea dell'attività.​


puertollano.jpg
 

Utenti online

Nessun utente è online al momento.

Statistiche forum

Discussioni
5,662
Messaggi
34,197
Utenti registrati
15,337
Ultimo utente registrato
ciciolo
Top