• Ciao! perché non prendi parte alle discussioni e non ci dici la tua? Registrati ora!

Esami abilitazione accompagnatore turistico

Francesco Mongiello

Consulente Web Marketing Turistico & Social Media
Staff Forum
#6
Dipende dal tipo di formazione che hai, se provieni già dal turismo qualche facilitazione potresti averla nel prepararti in autonomia, ma dipende da cosa hai studiato in precedenza. Abitualmente i corsi di preparazione per sostenere l'esame di accompagnatore turistico sono consigliati, perchè vuoi o non vuoi sono finalizzati proprio a sciogliere quei nodi che magari da soli non si è in grado di affrontare.
Questa scelta va considerata però a fronte dell'esistenza di un bando aperto.
Alternativa è quella di seguire il corso - presente solo in alcune regioni italiane - che prevede subito dopo l'accesso ad un esame di abilitazione. Chiaramente sono due strade molto differenti, anche sul piano economico.
 

Francesco Mongiello

Consulente Web Marketing Turistico & Social Media
Staff Forum
#8
Esatto, ci sono corsi abilitanti, a differenza di quelli propedeutici all'esame.
Se si è determinati per quel tipo di professione, a quel punto, piuttosto che attendere i bandi che sono fermi e quando sono aperti comunque ci si impiegano anche 1/2 anni per arrivare al termine tra prove e varie prassi, meglio accedere ad uno dei corsi abilitanti. Va fatto un investimento, un sacrificio economico e di tempo...ma penso che oggi - per la situazione di stallo in cui si è piombati in Italia - sia la strada.
 

Francesco Mongiello

Consulente Web Marketing Turistico & Social Media
Staff Forum
#10
In ordine
qui ci sono i corsi propedeutici, quindi di preparazione all'esame: https://www.corsiturismo.it/tipologia/corsi-accompagnatori-turistici/

qui i corsi abilitanti, ad esempio della regione Emilia Romagna:
1535957200495.png

Prerequisito di base per l’accesso ai corsi abilitanti sono:
– la cittadinanza italiana o di altro stato membro UE o la residenza in Italia da almeno 3 anni
– Possesso del diploma di istruzione secondaria di secondo grado o titolo equivalente conseguito all’estero.
– Per i soggetti in possesso di una laurea o diploma universitario in materia turistica o titolo equipollente non è obbligatoria la frequenza allo specifico corso di cui all’Allegato 3 DGR 1515 del 24/12/2011.
Tali titoli si individuano in un corso di studio universitario che porti al rilascio di laurea o diploma e che, oltre ad una lingua straniera, comprenda nel piano di studi, almeno una fra le materie d’esame “geografia turistica italiana ed estera” e “organizzazione e legislazione turistica”. A tal fine ogni candidato deve produrre specifica documentazione atta a dimostrare, oltre agli esami sostenuti, l’effettivo programma svolto.
In sede di selezione è data la possibilità ai soggetti già idonei allo svolgimento della professione di accompagnamento turistico di conseguire l’idoneità ad ulteriori attività di accompagnamento o ad ulteriori lingue straniere, attraverso il superamento della sola verifica per le materie differenziali, versando solo la quota relativa alla selezione.

Accesso ai Corsi
Al corso si accede tramite superamento delle prove sulle conoscenze linguistiche di una o più lingue straniere. Viene richiesto il livello B2 (Quadro Europeo Comune di riferimento per le lingue – QCER).
Per i soggetti in possesso della laurea linguistica, o della certificazione linguistica al livello di conoscenza richiesto non devono sostenere la prova di ingresso al corso.
Per i candidati madrelingua (e per tale si intende chi ha completato nel paese di origine almeno l’intero ciclo di studi della scuola superiore) il requisito della conoscenza si deve ritenere come già acquisito (a meno che il candidato madrelingua non intenda esercitare la professione anche in altre lingue straniere).

Attestato rilasciato
Attestato di frequenza con verifica dell’apprendimento, valido per richiedere il patentino di abilitazione di Accompagnatore Turistico
presso la Provincia ove risiede o ha eletto domicilio il richiedente se residente in Emilia Romagna.
Se il richiedente non risiede in Emilia Romagna deve scegliere una delle province dell’Emilia a cui fare richiesta.
 
#12
In ordine
qui ci sono i corsi propedeutici, quindi di preparazione all'esame: https://www.corsiturismo.it/tipologia/corsi-accompagnatori-turistici/

qui i corsi abilitanti, ad esempio della regione Emilia Romagna:
View attachment 7

Prerequisito di base per l’accesso ai corsi abilitanti sono:
– la cittadinanza italiana o di altro stato membro UE o la residenza in Italia da almeno 3 anni
– Possesso del diploma di istruzione secondaria di secondo grado o titolo equivalente conseguito all’estero.
– Per i soggetti in possesso di una laurea o diploma universitario in materia turistica o titolo equipollente non è obbligatoria la frequenza allo specifico corso di cui all’Allegato 3 DGR 1515 del 24/12/2011.
Tali titoli si individuano in un corso di studio universitario che porti al rilascio di laurea o diploma e che, oltre ad una lingua straniera, comprenda nel piano di studi, almeno una fra le materie d’esame “geografia turistica italiana ed estera” e “organizzazione e legislazione turistica”. A tal fine ogni candidato deve produrre specifica documentazione atta a dimostrare, oltre agli esami sostenuti, l’effettivo programma svolto.
In sede di selezione è data la possibilità ai soggetti già idonei allo svolgimento della professione di accompagnamento turistico di conseguire l’idoneità ad ulteriori attività di accompagnamento o ad ulteriori lingue straniere, attraverso il superamento della sola verifica per le materie differenziali, versando solo la quota relativa alla selezione.

Accesso ai Corsi
Al corso si accede tramite superamento delle prove sulle conoscenze linguistiche di una o più lingue straniere. Viene richiesto il livello B2 (Quadro Europeo Comune di riferimento per le lingue – QCER).
Per i soggetti in possesso della laurea linguistica, o della certificazione linguistica al livello di conoscenza richiesto non devono sostenere la prova di ingresso al corso.
Per i candidati madrelingua (e per tale si intende chi ha completato nel paese di origine almeno l’intero ciclo di studi della scuola superiore) il requisito della conoscenza si deve ritenere come già acquisito (a meno che il candidato madrelingua non intenda esercitare la professione anche in altre lingue straniere).

Attestato rilasciato
Attestato di frequenza con verifica dell’apprendimento, valido per richiedere il patentino di abilitazione di Accompagnatore Turistico
presso la Provincia ove risiede o ha eletto domicilio il richiedente se residente in Emilia Romagna.
Se il richiedente non risiede in Emilia Romagna deve scegliere una delle province dell’Emilia a cui fare richiesta.
Grazie mille per le informazioni! sei stato gentilissimo =)
 
#14
Salve a tutti sono Lorenza, ho 26 anni e anch'io vi volevo chiedere alcune info riguardo ai bandi per accompagnatore turistico e guida turistica. Sapete quando sono i prossimi bandi? Sapreste magari come si prende l'abilitazione all'estero? grazie
 
#16
Esatto, ci sono corsi abilitanti, a differenza di quelli propedeutici all'esame.
Se si è determinati per quel tipo di professione, a quel punto, piuttosto che attendere i bandi che sono fermi e quando sono aperti comunque ci si impiegano anche 1/2 anni per arrivare al termine tra prove e varie prassi, meglio accedere ad uno dei corsi abilitanti. Va fatto un investimento, un sacrificio economico e di tempo...ma penso che oggi - per la situazione di stallo in cui si è piombati in Italia - sia la strada.
Buongiorno ho letto tutta la conversazione e volevo chiederti se i corsi abilitanti una volta portati a termine e una volta superato l esame hanno lo stesso valore e titolo del patentino? Inoltre per l esame d ammissione a questi corsi come ci si prepara? Grazie
 
#17
Ciao Lorenza, partiamo dall’abilitazione all’estero. Ovviamente è possibile farlo.

In linea di massima funziona come in Italia, si fa un corso, l’esame e si ottiene l’abilitazione.

In Francia, ad esempio, provvedono le prefetture a rilasciare l’abilitazione che consente di ottenere la “Carte professionnelle de guide-conférencier”, in pratica guida turistica. Sulla base di titoli di studio (quindi occorre seguire corsi) o esperienze nel settore.

Anche in Inghilterra funzione in maniera simile all’Italia, solo che il corso da seguire dura in genere un anno.

In Germania, almeno per quanto concerne l’attività di guida turistica, ti dico che ci sono dei corsi. Ma non è obbligatorio seguirli. Ma una volta tornati in Italia bisogna dimostrare di aver fatto esperienza nel settore. In pratica una dichiarazione da parte del datore di lavoro, una busta paga, ecc.

E qui entriamo nel passaggio successivo: una volta ottenuto un titolo all’estero, bisogna ottenere un riconoscimento dal ministero dei Beni culturali per operare in Italia.

Potrebbero essere richieste delle integrazioni, ad esempio conoscenze relative alla provincia nel quale si intende operare.

In ogni caso, se vuoi saperne di più sulla procedura del riconoscimento, consulta questa pagina,
troverai le informazioni necessarie e la relativa modulistica.
 

Francesco Mongiello

Consulente Web Marketing Turistico & Social Media
Staff Forum
#19
Ciao Michela..purtroppo in nessuna delle due regioni ci sono corsi abilitanti per accompagnatori turistici, che almeno io sappia. Potresti però considerare il Piemonte.
 
#20
Dipende dal tipo di formazione che hai, se provieni già dal turismo qualche facilitazione potresti averla nel prepararti in autonomia, ma dipende da cosa hai studiato in precedenza. Abitualmente i corsi di preparazione per sostenere l'esame di accompagnatore turistico sono consigliati, perchè vuoi o non vuoi sono finalizzati proprio a sciogliere quei nodi che magari da soli non si è in grado di affrontare.
Questa scelta va considerata però a fronte dell'esistenza di un bando aperto.
Alternativa è quella di seguire il corso - presente solo in alcune regioni italiane - che prevede subito dopo l'accesso ad un esame di abilitazione. Chiaramente sono due strade molto differenti, anche sul piano economico.
Perdonate l'intrusione. Ma la qualifica di Accompagnatrice Turistica ed il Diploma di Stato per Operatrice Turistica ottenuti tanti anni fà presso un Istituto Alberghiero di Stato, non bastano per essere autorizzati a fare l'Accompagnatrice Turistica?
 

Staff online

  • Mod
    Amministratore

Utenti online

Statistiche forum

Discussioni
5,314
Messaggi
31,780
Utenti registrati
13,999
Ultimo utente registrato
jjliali
Top