• Ciao! perché non prendi parte alle discussioni e non ci dici la tua? Registrati ora!

Bando Guida naturalistica e Tecnico marketing turistico

#1
vogliamo scatenarci...eccone qua ancora 1 aperto :lol:<br />
<br />
<strong>Allegato n. 1 alla det. n. 3764 del 23/11/2007<br />
<br />
PROVINCIA DI PESARO E URBINO</strong><br />
<strong> BANDO PER L’ABILITAZIONE ALLE PROFESSIONI TURISTICHE</strong><br />
IL PRESIDENTE<br />
Vista la L.R. n. 9 del 11.07.2006;<br />
Vista la deliberazione di Giunta Regionale n.725 del 29.06.2007 ;<br />
<br />
In esecuzione alla determinazione dirigenziale n.3764 del 23/11/ 2007 esecutiva ai sensi di legge<br />
<br />
RENDE NOTO<br />
<br />
<strong>Art.1 – PROFESSIONI TURISTICHE PER LE QUALI VIENE RILASCIATA L’ABILITAZIONE </strong><br />
E’ indetto bando di esame per l’abilitazione all’esercizio delle seguenti professioni turistiche:<br />
<strong>a) guida turistica;<br />
b) accompagnatore turistico;<br />
c) Tecnico di comunicazione e marketing turistico.<br />
d) guida naturalistica o ambientale escursionista;</strong><br />
<br />
<strong>Art.2 – MODALITA’ DI CONSEGUIMENTO DELL’ABILITAZIONE</strong><br />
L’abilitazione si consegue mediante superamento del relativo esame di idoneità.<br />
<strong><br />
Art.3 – REQUISITI PER L’AMMISSIONE ALL’ESAME</strong><br />
Ai fini dell’ammissione all’esame, gli aspiranti all’esercizio delle professioni turistiche devono essere in possesso dei seguenti requisiti:<br />
a) età non inferiore ad anni diciotto;<br />
b) possesso del diploma di istituto di istruzione secondaria di secondo grado di durata quinquennale rilasciato da istituto statale o paritario o di equivalente diploma conseguito in stato estero.<br />
L’equivalenza del diploma conseguito in Paesi stranieri al corrispondente diploma di istituti di istruzione secondaria di secondo grado italiano deve risultare da apposita certificazione rilasciata dall’autorità competente, come previsto dalla normativa vigente.<br />
Tutti i requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito nel bando di esame per la presentazione delle domande di partecipazione.<br />
<br />
<strong>Art.4 – PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE D’ESAME</strong><br />
A – Termine e modalità di presentazione<br />
Le domande di ammissione al concorso, redatte in bollo secondo lo schema allegato al presente bando e indirizzate al Presidente della Provincia di Pesaro e Urbino – Viale Gramsci, 4 – PESARO, dovranno pervenire <strong>entro il 27/12/2007</strong> ed essere trasmesse per posta, a mezzo raccomandata A/R, ovvero presentate direttamente all’Ufficio Relazioni con il Pubblico durante l’orario d’ufficio e precisamente, da lunedì a venerdì dalle ore 9,00 alle ore 13,00 e sabato dalle ore 9,00 alle ore 12,00.<br />
Per le domande trasmesse per posta, farà fede la data del timbro postale accettante. Non saranno prese in considerazione le domande che, per qualsiasi motivo, non saranno pervenute a questo Ente entro il suddetto termine, che sarà attestato dall’apposito “timbro di posta in arrivo”, apposto dall’Ente. Le domande di partecipazione e la relativa documentazione devono pervenire in plico chiuso, completo del nome e indirizzo del mittente, del destinatario e con l’indicazione sulla busta della dicitura “domanda di partecipazione all’esame per le professioni turistiche”.<br />
È necessario presentare per ogni professione scelta domanda separata in busta chiusa.<br />
Il candidato ha l’obbligo di comunicare, a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento le eventuali variazioni di residenza o domicilio.<br />
<br />
L’Amministrazione provinciale non assume responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatta indicazione del recapito da parte del concorrente oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali e telegrafici o comunque imputabili a terzi, a caso fortuito o forza maggiore, né per mancata restituzione dell’avviso di ricevimento della raccomandata contenente la domanda di partecipazione.<br />
<br />
Gli aspiranti diversamente abili, devono specificare l’ausilio necessario, in relazione alla propria disabilità, nonché l’eventuale necessità di tempi aggiuntivi, ai sensi dell’art. 20 della L. 5.2.1992, n. 104, da comprovarsi mediante certificazione rilasciata da competente struttura sanitaria.<br />
<br />
B – Forme e contenuto<br />
Nella domanda l’interessato, oltre la dichiarazione di certificazioni da rilasciare sotto la propria responsabilità, attestante il possesso dei requisiti soggettivi previsti dall’art. 3 deve indicare:<br />
a) la professione per la quale intende abilitarsi;<br />
b) le lingue estere per le quali intende sostenere l’esame ove previsto nel programma d’esame.<br />
<br />
C - Documenti da allegare, ovvero presentazione di dichiarazioni sostitutive<br />
Qualora il concorrente si avvalga delle dichiarazioni sostitutive previste dalla vigente normativa in materia di semplificazione amministrativa (D.P.R. 28.12.2000, n. 445), la dichiarazione dovrà contenere tutti gli elementi necessari per la valutazione. In carenza degli stessi, i titoli non saranno valutati.<br />
Gli stati, qualità personali e fatti previsti dall’art. 46 del D.P.R. 445/2000, dichiarati nella domanda di partecipazione al concorso, sono da considerarsi, a tutti gli effetti, come dichiarazioni sostitutive di certificazioni.<br />
<br />
Art.5 – COMMISSIONE ESAMINATRICE<br />
<br />
La Commissione esaminatrice, per l’accertamento della capacità all’esercizio delle professioni turistiche, sarà composta da sei membri di cui almeno due docenti universitari ed in particolare:<br />
a) un dirigente del Servizio Provinciale con funzioni di Presidente;<br />
b) un esperto di legislazione turistica;<br />
c) due esperti nelle materie d’esame attinenti la professione di cui uno in rappresentanza della categoria professionale interessata, ove costituita;<br />
d) un docente per ciascuna delle lingue estere oggetto d’esame;<br />
e) un segretario dipendente dell’Amministrazione Provinciale.<br />
<br />
La valutazione finale, così come la valutazione di ciascuna prova, consisterà nella manifestazione di un giudizio di idoneità o non idoneità.<br />
<br />
<strong>Art.6 – PROGRAMMA E DIARIO DELLE PROVE</strong><br />
<br />
L’esame consta, per ogni singola professione turistica, delle seguenti prove:<br />
- prova scritta: consisterà in una serie di quesiti a risposta sintetica e prova di traduzione nella lingua prescelta ove prevista nel programma<br />
- prova orale: colloquio sulle materie previste.<br />
<br />
<strong>A) GUIDA TURISTICA </strong><br />
Prova scritta:<br />
a) prova atta a dimostrare la conoscenza approfondita delle opere d’arte, dei monumenti, dei musei, delle gallerie, dei beni archeologici, delle bellezze paesaggistiche e naturali della Provincia di Pesaro e Urbino della storia e delle caratteristiche dei siti oggetto di visita turistica nel territorio provinciale, ivi compresi i siti individuati dalla Giunta regionale d’intesa con le competenti soprintendenze;<br />
b) prova atta a dimostrare la conoscenza della lingua estera prescelta dal candidato tra quelle maggiormente diffuse in Europa (inglese, francese, tedesco e spagnolo).<br />
Prova orale:<br />
a) materie della prova scritta;<br />
a) conversazione in una delle lingue prescelte dal candidato tra quelle maggiormente diffuse in Europa (inglese, francese, tedesco e spagnolo) e in altre eventualmente prescelte dal candidato;<br />
b) legislazione turistica ed argomenti attinenti l’attività professionale della guida turistica con riferimento anche ai compiti della guida naturalistica e dell’accompagnatore turistico.<br />
<br />
<strong>B) ACCOMPAGNATORE TURISTICO</strong><br />
Prova scritta:<br />
a) prova atta a dimostrare la conoscenza della lingua italiana e adeguate conoscenze in materia di geografia turistica, politica ed economica italiana, europea ed extra europea, di norme relative alle comunicazioni e ai trasporti in Italia e negli altri Paesi europei ed extra europei di tecnica ed organizzazione turistica, legislazione turistica e doganale italiana;<br />
Prova orale:<br />
a) materie della prova scritta con particolare riferimento alle discipline delle comunicazioni e dei trasporti italiani e dei principali paesi Europei ed extra europei;<br />
b) nozioni generali sul patrimonio culturale, storico, artistico e socio-economico dell’Italia e degli altri paesi Europei;<br />
c) legislazione turistica, geografia turistica ed argomenti attinenti l’attività professionale dell’accompagnatore turistico, con riferimento anche ai compiti della guida turistica, della guida naturalistica e conoscenza delle nozioni elementari di medicina preventiva ed educazione sanitaria con particolare riguardo alle malattie infettive ed epidemiche riferite ai Paesi a rischio.<br />
d) Conversazione in lingua inglese.<br />
<br />
<strong>C) TECNICO DI COMUNICAZIONE E MARKETING TURISTICO</strong><br />
Prova scritta:<br />
a) Tecniche di marketing e di comunicazione, conoscenza della organizzazione delle imprese turistiche, elementi di legislazione, tecnica e geografia del turismo; progetto di pianificazione di una campagna pubblicitaria in materia turistica.<br />
Prova orale:<br />
a) Materie della prova scritta;<br />
b) Legislazione turistica, geografia turistica ed argomenti attinenti l’attività professionale del tecnico di comunicazione con riferimento anche ai compiti della guida e dell’accompagnatore turistico;<br />
c) Conversazione in una delle lingue estere prescelte dal candidato tra quelle maggiormente diffuse in Europa (inglese, francese, tedesco e spagnolo)<br />
<strong><br />
D) GUIDA NATURALISTICA O AMBIENTALE ESCURSIONISTICA</strong><br />
Prova scritta:<br />
a) prova atta a dimostrare la conoscenza delle lingua italiana soprattutto ai fini divulgativi, la conoscenza approfondita delle risorse ambientali, naturalistiche e paesaggistiche della Regione nella quale si chiede di esercitare la professione, con particolare riferimento alle aree protette ed ai relativi fenomeni naturali ed emergenze naturalistiche più significative, agli itinerari di visita ed alle norme di comportamento da rispettare, nonché nozioni generali sul patrimonio culturale, storico, scientifico e socio-economico della Regione Marche;<br />
Prova orale:<br />
a) materie della prova scritta;<br />
b) legislazione turistica, geografia turistica ed argomenti attinenti la professione di guida naturalistica, con riferimento ai compiti della guida turistica e dell’accompagnatore turistico; metodologia, orientamento, uso e lettura della cartografia, nozioni di pronto soccorso.<br />
c) Conversazione in una delle lingue estere prescelte dal candidato tra quelle maggiormente diffuse in Europa (inglese, francese, tedesco e spagnolo)<br />
Nota:<br />
La prova in lingua straniera per la professione di guida naturalistica o ambientale escursionistica è obbligatoria unicamente per l’accompagnamento di persone o gruppi stranieri.<br />
<strong><br />
Art 7 – SITUAZIONI PARTICOLARI ED ESENZIONI</strong><br />
<br />
<strong>Coloro che posseggono i titoli di laurea in lettere con indirizzo in storia dell’arte o in archeologia o titolo equipollente conseguono l’abilitazione per l’esercizio di guida turistica di cui all’art. 46, comma 1, della L.R. 9/2006 , previo verifica delle conoscenze delle opere d’arte, dei monumenti, dei beni archeologici, dei musei, delle gallerie, delle bellezze paesaggistiche e naturali, della storia e delle caratteristiche dei siti oggetto di visita turistica della Provincia di Pesaro e Urbino, tramite colloquio</strong>.<br />
Le conoscenze linguistiche si accertano mediante una prova scritta e orale tramite la quale si accerta la conoscenza della lingua estera prescelta dal candidato tra quelle maggiormente diffuse in Europa (inglese, francese, tedesco e spagnolo), salvo che venga dimostrato il superamento, nell’ambito del corso universitario, dell’esame di idoneità ad una delle lingue estere sopracitate, nel qual caso la verifica avverrà tramite colloquio.<br />
<br />
<strong>Coloro che posseggono i titoli di laurea o diploma universitario in materia turistica o titolo equipollente, conseguono l’abilitazione per l’esercizio di accompagnatore turistico previa verifica del superamento, nell’ambito del corso universitario, degli esami attinenti le seguente materie: geografia del turismo, diritto pubblico dell’economia, diritto dei trasporti, organizzazione turistica, legislazione del turismo, idoneità alla lingua inglese.</strong><br />
Pertanto ai fini dell’esercizio della suddetta professione costoro possono presentare direttamente domanda di inserimento nell’elenco provinciale degli accompagnatori turistici allegando dichiarazione del possesso di tali requisiti. (*)<br />
<br />
Coloro i quali siano già abilitati all’esercizio di una delle professioni turistiche ovvero alla professione di direttore tecnico di agenzia di viaggio e turismo, possono conseguire l’abilitazione nelle altre professioni di cui al presente bando senza sostenere l’esame nelle materie per le quali lo abbiamo già sostenuto ai fini dell’abilitazione.<br />
<br />
Per coloro che siano già abilitati all’esercizio di una delle professioni, i quali intendano conseguire l’idoneità per le lingue straniere per le quali non siano già abilitati, sono sottoposti ad esame limitatamente alle stesse.<br />
<br />
Coloro che siano già abilitati all’esercizio della professione di guida turistica in una provincia del territorio regionale, in altre regioni o all’estero, conseguono l’abilitazione nella provincia prescelta previo superamento della sola prova che accerti la conoscenza delle opere d’arte, dei monumenti, dei beni archeologici, dei musei, delle gallerie, delle bellezze paesaggistiche e naturali, della storia e delle caratteristiche dei siti oggetto di visita turistica nel territorio provinciale.<br />
<br />
La data delle prove sarà pubblicata all’Albo Pretorio dell’Amministrazione Provinciale di Pesaro e Urbino per i 15 giorni consecutivi antecedenti la data della loro effettuazione e comunicata ai candidati stessi almeno 15 gg. prima dell’inizio delle stesse.<br />
L’avviso della prova orale verrà dato ai singoli candidati almeno 20 gg. prima del giorno prefissato per sostenerla.<br />
La mancata presentazione dei candidati all’espletamento delle prove d’esame comporterà l’automatica esclusione degli stessi.<br />
Per aver accesso all’aula degli esami, i candidati ammessi a sostenere le prove scritte dovranno esibire un idoneo documento di riconoscimento.<br />
Per ogni eventuale informazione e per ritirare, eventualmente, copia del bando e dello schema di domanda, gli aspiranti potranno rivolgersi all’Ufficio Relazioni con il Pubblico (tel. 0721/359424/427/270) e al Servizio Turismo , Cultura, Editoria. P.O. Programmazione, promozione e gestione della attività turistiche (tel. 0721/359531 ) della Provincia di Pesaro e Urbino, nell’orario di ufficio, dal lunedì al sabato, o collegarsi al sito Internet: <!-- w --><a class="postlink" href="http://www.provincia.pu.it">www.provincia.pu.it</a><!-- w --> (Albo Pretorio)<br />
Pesaro, li 26/11/2007<br />
Il Presidente della Provincia di Pesaro e Urbino
 
#5
Ciao a tutti,<br />
mi sono appena iscritta a questo Forum. Sono una laureanda a Roma Tor Vergata in BECOT. Ho seguito gli sviluppi del decreto bersani ma vedo che purtroppo la situazione è rimasta irrisolta...e noi siamo ancora esclusi. Giusto!? Ditemi per favore se posso esservi utile in qualche modo, voglio parlare col Prof. Nicolò Costa di tutta questa situazione, che è una vita che si batte per una innovazione del turismo in Italia.<br />
<br />
Comunque per il momento possiamo almeno ottenere il patentino di accompagnatore turistico solo presentando un elaborato eo facendo il colloquio in lingua, giusto?ho letto comunque che bisogna aver sostenuto i seguenti esami per presentare la propria candidatura: geografia del turismo, diritto pubblico dell’economia, diritto dei trasporti, organizzazione turistica, legislazione del turismo, idoneità alla lingua inglese.<br />
Nel caso del Becot alcuni di questi insegnamenti non sono affatto imapartiti (organizzazione turistica, diritto dei trasporti, diritto pubblico dell'economia) a meno che non corrispondano a materie come rispettivamente economia e gestione delle imprese turistiche, mobilità turistica, istituzioni di diritto pubblico.<br />
Se sapessi almeno a che classe appartengono tali insegnamenti (come ad es. istituzioni di diritto pubblico appartiene alla classe IUS/09), farei in modo di scegliere materie della stessa classe, qualora disponibili, e di includerle nel piano di studi, ora che sono ancora in tempo!<br />
Spero che qualcuno possa aiutarmi o magari consigliarmi a chi potermi rivolgere per avere maggiori informazioni.<br />
Grazie a tutti
 

Utenti online

Nessun utente è online al momento.

Statistiche forum

Discussioni
5,718
Messaggi
34,997
Utenti registrati
15,736
Ultimo utente registrato
Rebecca dagnino
Top