• Ciao! perché non prendi parte alle discussioni e non dici la tua? Registrati ora!

Avvio di una struttura alberghiera/ristorativa

#1
Buongiorno colleghi,

In questa discussione, vorrei scambiare con voi quattro chiacchere su come gestireste l'avvio di una nuova struttura alberghiera.
Supponiamo il caso di un piccolo hotel in zona di mare con circa 40 camere e ristorante - clientela stagionale ma apertura annuale.
Cosa fareste voi?
Quali sarebbero i primi passi da muovere?
 
D

Dottor X

Guest
#2
Buongiorno anche a lei,
per rispondere in modo esaustivo è importante sapere in quale regione italiana lei intende avviare l'attività. Comunque a seguire le disposizioni normative vigenti:

PREMESSO CHE - DEFINIZIONE DI STRUTTURE RICETTIVE – UNIONE EUROPEA - REGOLAMENTO (UE) N. 692/2011- ISTAT circolare annuale

Art. 4

b) turismo interno, in termini di pernottamenti turistici negli alloggi non in locazione, per le variabili, la periodicità e le disaggregazioni di cui alla sezione 4 dell’allegato I;

Art. 2

l)«esercizio ricettivo turistico»: un’unità di attività economica a livello locale, quale definita nell’allegato del regolamento (CEE) n. 696/93 del Consiglio, del 15/03/93, relativo alle unità statistiche di osservazione e di analisi del sistema produttivo nella Comunità (3), che presta, a titolo oneroso, benché il prezzo possa essere in tutto o in parte sovvenzionato, servizi di alloggio per brevi soggiorni come descritto nei gruppi 55.1 (alberghi e alloggi simili), 55.2 (alloggi per vacanze e altre strutture per brevi soggiorni) e 55.3 (aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte) - NACE Rev. 2;


Le discipline di riferimento per le attività ricettive sono: a) per le strutture ricettive le norme emanate dalle regioni, ai sensi dell’art. 117 comma 4 della Costituzione, (competenze residuali o innominate delle regioni). Per quanto riguarda le norme emanate dalle regioni, ai sensi dell’art. 117 comma 4 della Costituzione, si fa presente che il titolare dell’attività turistico ricettiva deve avviare e gestire l’impresa, nel caso specifico la stessa viene definita “ricettività turistica aperta al pubblico”, tramite Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) da presentare allo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP), competente territorialmente. In questo caso sono obbligatori “i servizi turistici o servizi alle persone” (cambio biancheria da bagno e lenzuola, pulizia e sistemazione delle camere, durante il periodo di presenza degli ospiti).

OBBLIGO COMUNICAZIONE PRESENZE – Ai sensi dell’articolo 109 del TULPS e del decreto MINISTERO DELL'INTERNO - 7 gennaio 2013 Disposizioni concernenti la comunicazione alle autorità' di pubblica sicurezza dell'arrivo di persone alloggiate in strutture ricettive.

IMPOSTA DI SOGGIORNO - DECRETO LEGISLATIVO 14 marzo 2011, n. 23 Disposizioni in materia di federalismo Fiscale Municipale. Art. 4 - Imposta di soggiorno 1. I comuni capoluogo di provincia, le unioni di comuni nonché i comuni inclusi negli elenchi regionali delle località' turistiche o città d'arte possono istituire, con deliberazione del consiglio, un'imposta di soggiorno a carico di coloro che alloggiano nelle strutture ricettive situate sul proprio territorio, da applicare, secondo criteri di gradualità' in proporzione al prezzo, sino a 5 euro per notte di soggiorno.

ABBATTIMENTO BARRIERE ARCHITETTONICHE -
Legge legge 9 gennaio 1989, n. 13 “Disposizioni per favorire il superamento e l'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati” e dal decreto attuativo della stessa legge - Decreto del Ministro dei lavori pubblici 14 giugno 1989, n. 236 “Prescrizioni tecniche necessarie a garantire l'accessibilità, l'adattabilità e la visitabilità degli edifici privati e di edilizia residenziale pubblica, ai fini del superamento e dell'eliminazione delle barriere architettoniche”.

SICUREZZA ANTINCENDI -
ATTIVITÀ N. 66 DELL’ALLEGATO I AL D.P.R. N. 151/2011

SICUREZZA LAVORATORI - Decreto Legislativo 81/2008

Per essere seguiti in tutte le fasi di avviamento e gestione di strutture ricettive e locazioni turistiche potete contattarmi alla mia e.mail ****
 
#3
Mi scuso ma solo adesso mi rendo conto di aver posto la domanda nel modo sbagliato in quanto in effetti può essere interpretata diversamente rispetto a quanto io intendevo chiedere.
Parlando sempre per esempio, si suppone che la struttura è già esistente ed avviata come struttura ricettiva. Quello che intendevo chiedere io, è, come muovereste voi i primi passi per cominciare a vendere la struttura?
Se io vi dicessi: "questo è l'hotel, quello è il ristorante e quelle sono le camere. E' tutto pronto per partire." qual'è la prima cosa che fareste?
 
Ultima modifica:

Francesco Mongiello

Consulente Web Marketing Turistico & Social Media
Staff Forum
#4
Ciao FFS per prima cosa un'analisi credo sia necessaria per capire dallo storico come si è mossa la struttura, fatturati, canali di vendita, ota in particolare, gestione revenue e politiche di vendita, visibilità online e brand reputation.

Mi chiarisci che intendi clientela stagionale, apertura annuale!!
Si tratta di una struttura che è sempre stata stagionale e ora intende restare aperta tutto l'anno?
Altra valutazione determinante che farei, anche alla luce di quello che dirai o non dirai al punto precedente..... ma il ristorante è proprio necessario?
 

Membri online

Nessun utente è online al momento.

Statistiche forum

Discussioni
6,331
Messaggi
38,466
Utenti registrati
19,348
Ultimo utente registrato
Syria fede
Top