• Ciao! perché non prendi parte alle discussioni e non dici la tua? Registrati ora!

patentino guida turistica conseguito in uno stato menbro comunità europea

#1
Salve, svolgo da anni la guida naturalistica e vorrei conseguire il patentino di guida turistica. Gli ultimi bandi in merito richiedevano la laurea triennale che io non ho. Ho letto diversi articoli sul fatto che alcune persone stanno prendendo il patentino a Bucarest, mi domandavo quindi se effettivamente tale patentino è poi riconosciuto in Italia. Sono a conoscenza del fatto che guide straniere abilitate possono esercitare in Italia, questo è valido anche per gli italiani che conseguono patentino in un altro stato membro della comunità'?Grazie
 
D

Dottor X

Guest
#2
La qualifica professionale, acquisita in uno Stato membro dell'Unione Europea, è valida in tutti i paesi membri dell'Unione Europea come "Libera prestazione di servizi".

DAL MIO LIBRO - DIRITTO PUBBLICO E PRIVATO DEL TURISMO - CHI FOSSE INTERESSATO ALL'ACQUISTO MI CONTATTI ALLA MIA email ****

8.3 LE PROFESSIONI TURISTICHENELL’ORDINAMENTO DELL’UNIONE EUROPEA

L’UE obbliga gli stati membri a rimuovere qualsiasi ostacolo che, direttamente o indirettamente impedisca o intralci il completo esplicarsi dei principi attinenti la libera circolazione delle persone, di stabilimento e la libera prestazione dei servizi in ambito comunitario. L’applicazione di tali principi determina una serie di problemi con riferimento alla professione di guida turistica. I paesi appartenenti all’Unione europea esportatori di turismo (tradizionalmente quelli nordici) e quelli mediterranei che fanno del turismo uno dei punti di forza della propria economia sono entrati in contrasto, in diverse occasioni in relazione all’applicazione della disciplina dell’attività di guida turistica. La disciplina nazionale dei paesi mediterranei, è stata più volte oggetto di pluri interventi e censure da parte degli organi comunitari. In tali pronunce veniva rilevato in materie di guide turistiche, che le legislazioni nazionali davano luogo ad una indebita restrizione alla circolazione dei servizi in argomento.

Libera prestazione dei servizi.

Trattato di Lisbona sul funzionamento dell’UE (2007), parte III, titolo IV, artt. 56-62. Ogni cittadino dell’Unione europea legalmente stabilito in uno Stato membro può prestare servizi in modo temporaneo e occasionale in un altro Stato membro con il proprio titolo professionale d’origine, senza dover chiedere il riconoscimento delle proprie qualifiche in detto Stato membro.
 
#3
Salve , come possiamo dimostrare e far capire la validità di un titolo come ad esempio la licenza di guida turistica ottenuta in un paese UE , nel contesto in Italiano ? Cosa devo dire ad n vigile se mi vuole multare ? Anche se presento il tesserino della licenza di guida turistica di un altro paese. Dell UE ? Grazie
 
D

Dottor X

Guest
#4
Buongiorno, in Sicilia, tramite il mio supporto di consulente, stiamo lottando per il riconoscimento dei titoli e la tutela dei diritti acquisiti nel contesto delle professioni turistiche. Allego, alla presente risposta, il documento di sintesi che presenteremo agli organi politici.
 

Allegati

#5
Salve , come possiamo dimostrare e far capire la validità di un titolo come ad esempio la licenza di guida turistica ottenuta in un paese UE , nel contesto in Italiano ? Cosa devo dire ad n vigile se mi vuole multare ? Anche se presento il tesserino della licenza di guida turistica di un altro paese. Dell UE ? Grazie

Scusa anch'io ho il patentino tedesco...tu dove l hai conseguito?
 

danypak

Nuovo Membro
#6
Scusate, ma la professione di guida turistica è profondamente radicata al territorio (locale, regionale, nazionale...non entro qui in merito alla questione della guida nazionale) nel quale si esercita. Come si può pretendere di "esportare" un patentino da un Paese all'altro? Non parliamo di professioni delocalizzate, come quella del medico o dell'ingegnere, per le quali la formazione è, più o meno, la stessa in tutto il mondo ....s cusate, ma lo trovo veramente assurdo! Ci sono gli esami anche in Italia, si studia e si viene abilitati. Io ho preso 4 abilitazioni turistiche nei territori nei quali ero interessata a lavorare senza ricorrere all'escamotage di abilitarmi a Bucarest o dove sia per poi lavorare in Italia
 

Mod

Amministratore
Staff Forum
#7
Concordo pienamente con @danypak trovo improbabile che si possa essere formati e abilitati per guidare turisti in qualsiasi luogo europeo, di essere profondi conoscitori di un luogo ( “specificità di area”), come caratteristica professionale ed esercitare il ruolo di divulgatore del suo patrimonio.
E' già altamente contro senso la figura di guida turistica nazionale, almeno per il nostro paese, figurarsi tra paesi europei.
 
#8
Concordo pienamente con @danypak trovo improbabile che si possa essere formati e abilitati per guidare turisti in qualsiasi luogo europeo, di essere profondi conoscitori di un luogo ( “specificità di area”), come caratteristica professionale ed esercitare il ruolo di divulgatore del suo patrimonio.
E' già altamente contro senso la figura di guida turistica nazionale, almeno per il nostro paese, figurarsi tra paesi europei.
P.B. Shelley, G. d’Annunzio, W. Goethe solo per citarne alcuni.
Costoro forse potrebbero farsi carico della sublime qualità di conoscitori di luoghi!!
 
Mi Piace: Mod

Membri online

Nessun utente è online al momento.

Ultimi messaggi

Statistiche forum

Discussioni
6,333
Messaggi
38,495
Utenti registrati
19,387
Ultimo utente registrato
AlexMaz
Top