• Ciao! perché non prendi parte alle discussioni e non dici la tua? Registrati ora!

Locazioni turistiche in forma imprenditoriale

Teta

Nuovo Membro
#1
Buonasera,
vorrei sapere Quale procedura occorre seguire per locate in Sicilia, per brevi periodi (anche giornalieri), ed anche indipendentemente dalla finalità turistica, degli appartamenti dotati di cucina e servizi igienici, senza fornitura di servizi aggiuntivi. Preciso che si tratta di 5 appartamenti e che sono di proprietà di una società. Grazie
 
D

Dottor X

Guest
#2
Buongiorno Teta, la tipologia ricettiva alla quale fare riferimento, in relazione alle sue esigenze, è quella delle locazioni turistiche/brevi. La normativa su detta ricettività è uguale in tutto il territorio italiano, a parte il "Codice Identificativo Regionale" che non tutte le regioni hanno disciplinato, nello specifico la Regione siciliana non richiede questo codice. Allego, a questa risposta, due mie relazioni sul tema.
Dott. X
 

Allegati

Teta

Nuovo Membro
#3
Grazie mille della sua gentile e puntuale risposta. Lei ritiene che sia possibile stipulare contratti di locazione breve/turistica ai sensi del DL 50/2017 anche se il locatore e’ una società che esercita attività imprenditoriale?Non mi è chiaro inoltre se occorre presentare una Scia o altra comunicazione al Comune.
 
D

Dottor X

Guest
#4
La prima risposta è, decisamente, NO perché le locazioni brevi sono riservate alle persone fisiche, ma potreste gestire, in forma imprenditoriale, le locazioni turistiche.
Non va presentata nessuna SCIA al SUAP per inizio attività.
Se desiderate una consulenza dedicata, contattatemi alla mia e.mail ****
 
#5
Buongiorno a tutti.
Sono nuovo del forum e ho trovato molto interessanti diverse discussioni che mi hanno aiutato a risolvere alcuni dubbi.
Sono socio di una società che svolge come attività principale la compravendita di immobili e che da quest'anno ha deciso di avviare come attività secondaria la locazione di immobili a fini turistici: la società ha stipulato dei contratti di locazione con i proprietari di immobili prevedendo da contratto un canone fisso e la possibilità di subaffittare gli stessi a turisti.
L'attività verrà svolta in Sardegna e perciò ho verificato la normativa regionale e contattato i comuni nel quale sono situati gli immobili. Considerato che in un solo comune sono presenti 3 distinti immobili da locare a turisti la Legge Regionale n.16/2017 prevede la costituzione delle cav (case e appartamenti per vacanze) a condizione che vengano assicurati i servizi essenziali quali l'accoglienza e recapito del cliente e la pulizia dei locali a ogni cambio cliente. Nel nostro caso non ci sarebbe alcuna accoglienza in quando l'accesso dei turisti agli immobili avverrebbe attraverso il reperimento delle chiavi in una cassetta di sicurezza mentre sarebbe assicurata la pulizia prima dell'accesso di nuovi turisti.
Alla luce di ciò secondo voi è possibile inquadrare l'attività come "pura locazione" e non come c.a.v. e pertanto non inviare alcuna pratica allo sportello suap del comune competente e allo stesso tempo fatturare la locazione esente art.10?
Naturalmente resterebbero sempre a carico della società, inqualità di locatore a fini turistici, la comunicazione dei soggiorni e dei soggetti alla Regione Sardegna e alla Questura competente.
Vi ringrazio anticipatamente
 

Membri online

Nessun utente è online al momento.

Ultimi messaggi

Statistiche forum

Discussioni
6,328
Messaggi
37,410
Utenti registrati
18,148
Ultimo utente registrato
Karla Ramirez
Top