• Ciao! perché non prendi parte alle discussioni e non dici la tua? Registrati ora!

Info accompagnatore turistico lavorare in Italia e vivere all'estero

#1
Buona sera a tutti!
Ho intenzione di iniziare il corso come accompagnatore turistico nelle prossime settimane ed ottenere il patentino riconosciuto a livello nazionale ed europeo.
Volevo chiedere l'opinione di chi è già nel campo. Secondo voi è possibile vivere all'estero (anche mantenendo la residenza italiana e pagando la partita iva), e tornare per qualche lavoro in giro per l'Italia? E' un idea che potrebbe funzionare o di solito vengono preferiti tour leader locali che vivono sul luogo? E per quanto riguarda gli spostamenti, il volo per l'Italia e per il luogo di lavoro sarebbe pagato da me o rimborsato?

Grazie mille per la disponibilità e i consigli
 
#2
Ciao @SaraPekk molto bello che tu stia pensando di diventare un accompagnatore turistico. È un lavoro che offre tanto, non solo in termini di incontri umani, ma anche di crescita personale. Detto questo, le tue domande toccano diversi punti interessanti.

Sul fronte della residenza e del lavoro all'estero, la questione è abbastanza complessa. Sì, tecnicamente potresti mantenere la tua residenza in Italia e lavorare come accompagnatore turistico in altri paesi. Ma attenzione, la fiscalità in questo caso potrebbe diventare un puzzle. Mantenendo una partita IVA italiana, dovresti essere in regola con le leggi fiscali italiane, ma potresti anche avere obblighi fiscali nel paese in cui lavori. Delle volte ci sono accordi tra paesi per evitare la doppia imposizione, ma è sempre meglio consultare un commercialista per capire la tua situazione specifica.

Per quanto riguarda la preferenza per i tour leader locali, è vero che molte agenzie preferiscono persone sul posto per questioni di comodità e costi. Tuttavia, se hai un'esperienza o una conoscenza che ti rende unico nel tuo campo, la tua ubicazione potrebbe diventare secondaria. Ad esempio, se sei specializzato in un certo tipo di tour o se hai una competenza che altri non hanno, questo potrebbe renderti attraente per le agenzie turistiche indipendentemente dalla tua residenza.

E infine, sul tema delle spese di spostamento. Ogni contratto è un mondo a sé, ma in generale, c'è sempre una certa flessibilità. Alcune agenzie potrebbero offrire di coprire tutte le tue spese di viaggio e alloggio, mentre altre potrebbero aspettarsi che tu le anticipi. In ogni caso, è qualcosa che puoi e dovresti negoziare all'inizio. Se ti porti dietro un'esperienza o delle abilità che possono far brillare il tour, potresti avere un potere contrattuale maggiore.

Spero che queste informazioni ti siano utili. In ogni caso, parlare con un esperto in diritto del lavoro e del turismo ti darà un quadro chiaro delle tue opzioni. È un campo affascinante e spero che tu possa realizzare tutto ciò che hai in mente!
 
#3
Ciao @SaraPekk molto bello che tu stia pensando di diventare un accompagnatore turistico. È un lavoro che offre tanto, non solo in termini di incontri umani, ma anche di crescita personale. Detto questo, le tue domande toccano diversi punti interessanti.

Sul fronte della residenza e del lavoro all'estero, la questione è abbastanza complessa. Sì, tecnicamente potresti mantenere la tua residenza in Italia e lavorare come accompagnatore turistico in altri paesi. Ma attenzione, la fiscalità in questo caso potrebbe diventare un puzzle. Mantenendo una partita IVA italiana, dovresti essere in regola con le leggi fiscali italiane, ma potresti anche avere obblighi fiscali nel paese in cui lavori. Delle volte ci sono accordi tra paesi per evitare la doppia imposizione, ma è sempre meglio consultare un commercialista per capire la tua situazione specifica.

Per quanto riguarda la preferenza per i tour leader locali, è vero che molte agenzie preferiscono persone sul posto per questioni di comodità e costi. Tuttavia, se hai un'esperienza o una conoscenza che ti rende unico nel tuo campo, la tua ubicazione potrebbe diventare secondaria. Ad esempio, se sei specializzato in un certo tipo di tour o se hai una competenza che altri non hanno, questo potrebbe renderti attraente per le agenzie turistiche indipendentemente dalla tua residenza.

E infine, sul tema delle spese di spostamento. Ogni contratto è un mondo a sé, ma in generale, c'è sempre una certa flessibilità. Alcune agenzie potrebbero offrire di coprire tutte le tue spese di viaggio e alloggio, mentre altre potrebbero aspettarsi che tu le anticipi. In ogni caso, è qualcosa che puoi e dovresti negoziare all'inizio. Se ti porti dietro un'esperienza o delle abilità che possono far brillare il tour, potresti avere un potere contrattuale maggiore.

Spero che queste informazioni ti siano utili. In ogni caso, parlare con un esperto in diritto del lavoro e del turismo ti darà un quadro chiaro delle tue opzioni. È un campo affascinante e spero che tu possa realizzare tutto ciò che hai in mente!
Utilissimo! Ti ringrazio molto per il tuo tempo e per la tua gentilezza :)
 

Membri online

Nessun utente è online al momento.

Statistiche forum

Discussioni
6,327
Messaggi
38,461
Utenti registrati
19,338
Ultimo utente registrato
Filippoperi
Top