• Ciao! perché non prendi parte alle discussioni e non dici la tua? Registrati ora!

Covid Bonus Vacanze fino a 500 €

Adrianocara

Amministratore
Staff Forum
#1
Nulla di ufficiale, ma una suggestione molto interessante.

Ve la faccio breve, sembra che nel prossimo decreto (o magari in un altro successivo) possa esserci un bonus per chi sceglie di andare in vacanza in Italia.

Il bonus - sembra - sarà solo per le fasce di reddito che vanno da 7500 € a 26000 € annui.

L'importo varierà tra 100 e 500€ in base al numero di membri della famiglia. 100 € se a chiederlo sarà un solo componente senza figli.

Dite la vostra! Può essere un aiuto concreto per l'enorme cratere creatosi nel settore turistico?

https://www.theitaliantimes.it/econ...na-importo-come-richiederlo-requisiti_280420/
 
Ultima modifica da un moderatore:
#2
Scusami Adriano, io non sono polemico, ma solo arrabbiato: qui si parla di bonus "vacanza". Vacanza???
Ancora non è arrivato un centesimo di cassa integrazione nelle tasche degli inoccupati, in vacanza forzata da due mesi...
Parliamo della luna in fondo al pozzo?????
 

Adrianocara

Amministratore
Staff Forum
#3
Hai assolutamente ragione, ma comunque dal momento che il turismo produce il 10-15% del PIL italiano, non mi sembra una cattiva idea incentivare in questo senso!
 
#4
No no Adriano, va benissimo incentivare, per carità, ma, viste le condizioni attuali di mancanza di liquidità, e delle famiglie e del governo, perfino per fare la spesa al supermercato, mi sembra improponibile (ed anche una grossa panzana) ed illusoria un'idea del genere.
E' già tanto che la popolazione non saccheggi, vediamo prima di mettere in tasca qualche soldo ai cittadini almeno per non morire di fame...
 
Mi Piace: Mod

Adrianocara

Amministratore
Staff Forum
#5
A mio parere, senza apparire illuso o insensibile, se si ripartisse gradualmente durante il mese di maggio il danno potrebbe essere contenuto. Secondo un sondaggio fatto su una base di 1500 persone, circa il 70% ha dichiarato di voler andare in vacanza.

I motori accesi nel tentare di trovare una soluzione anche dal punto di vista turistico sono molti, l'eventuale misura è riportata da molte testate giornalistiche, tra cui il sole 24 ore.

Certo se l'emergenza dovesse protrarsi, se con l'apertura graduale dovessimo andare incontro ad un nuovo aumento di contagi, il discorso sarebbe azzerato.
 
#6
Eheh...nè illuso nè insensibile caro Adriano. Purtroppo è vera la tua ultima frase, e la Germania nè è esempio: all'allentamento delle restrizioni si è immediatamente riscontrato un aumento considerevole dei contagi. Notizie di due giorni fa.
 
#7
Ecco, qui c'è anche l'articolo

Germania, risale un indice dei contagi: è frenata dopo le prime aperture
28 APRILE 2020
Il direttore dell'Istituto Koch Lothar Wieler ha invitato i tedeschi a non essere "avventati". In Germania è iniziata da dieci giorni la 'fase 2' ma il rischio di una seconda ondata di contagi è innegabile: "Continuiamo a restare il più possibile a casa e a rispettare le restrizioni"
DALLA NOSTRA CORRISPONDENTE TONIA MASTROBUONI

https://rep.repubblica.it/pwa/gener...39879/?ref=RHPPLF-BH-I254912850-C8-P2-S3.2-T1
 
#8
Non ci posso credere....
Stamattina sono stato al supermercato per la spesa. L'ultima volta, circa 10 giorni fa, i cesti della "spesa sospesa" erano quasi pieni: le persone di buona volontà, o semplicemente quelli che potevano permetterselo, compravano derrate di prima necessità e la lasciavano in questi cesti. Sarebbero state poi donate ai più bisognosi.
Questa mattina i cesti erano vuoti: solidarietà finita?
Non credo: più verosimilmente soldi finiti. Questa mattina c'è la conferma del "bonus vacanza"...
Mi sembrano le brioches di Maria Antonietta....
Leggete qui e allibite

Bonus vacanze, arriva la conferma: 500 euro per le ferie in Italia
L'annuncio ad "Avvenire" del sottosegretario Baretta. Sul tavolo, un importo di 500 euro per i redditi bassi: le novità

https://quifinanza.it/soldi/bonus-vacanze-500-euro-turismo-baretta-franceschini/377640/?ref=virgilio

:eek::eek::eek:
 
#9
Coronavirus: oltre 3mila nuovi poveri nei centri Caritas
Coronavirus: oltre 3mila nuovi poveri nei centri Caritas
Il report ad un mese e mezzo dall'inizio della pandemia: in grave difficoltà il mondo del lavoro, soprattutto quello sommerso. Crescono le fragilità degli anziani e si estende l’area della marginalità grave. Ma aumentano anche i giovani volontari “under 34”



Potrebbe interessarti: http://www.firenzetoday.it/economia/coronavirus-nuovi-poveri-centri-caritas.html
 
#11
Bonus Vacanza: solo belle parole o un aiuto concreto?

Aiutatemi anche voi a capire se ho afferrato bene il concetto: il bonus è valido dal primo luglio fino a dicembre e chiaramente bisogna fare le vacanze in Italia.

Ogni famiglia può beneficiare al massimo di 500 euro (con tre o più persone, mentre per i single si parla di 150 euro).

L’80% è uno sconto effettivo (ma come si ottiene? Bisogna anticiparli questi soldi?), mentre il restante 20% è credito d’imposta.

Chi ha un Isee superiore a 40mila non potrà chiedere il Bonus.

NON è previsto il bonus per chi prenota dalle piattaforme online. Quest’ultimo passaggio, in particolare, è destinato a sollevare malumori, visto che anche la più piccola delle strutture, nel più piccolo dei paesi italiani, bene o male è presente sui portali di prenotazione online. E poi parliamoci chiaro: quasi tutti, ormai, prenotano online.

Ricapitolando: le cose stanno così o mi è sfuggito qualcosa? E voi di questo bonus e del NO alle prenotazioni online cosa ne pensate?
 
#12
Bonus vacanze: come conoscere in anteprima le strutture aderenti
Bonus vacanze, quali sono le strutture che aderiscono? Saperlo in anteprima è possibile

2 Luglio 2020

Tutti quelli interessati a richiedere ed ottenere il bonus vacanze possono finalmente farlo: dal 1° luglio, infatti, lo sconto sui soggiorni turistici in Italia approvato con il dl Rilancio è attivo. Ma, prima di partire per le ferie, è possibile conoscere in anteprima quali strutture aderiscono all’iniziativa e, quindi, scegliere la propria destinazione in base a quello? La risposta a questa domanda è: sì, è possibile. Vediamo come.

Bonus vacanze, le strutture aderenti
Una volta verificato che si hanno tutti i requisiti richiesti per ottenere il bonus vacanze (clicca qui per approfondire), chi vuole godere di uno sconto sul prezzo del proprio soggiorno può farlo tramite l’app dedicata al servizio. Prima di prenotare, però, i soggetti che intendono ricorrere al bonus hanno la possibilità di sapere in anteprima quali strutture hanno deciso di aderire all’iniziativa.

Ricordiamo infatti che non è obbligatorio per albergatori e proprietari di B&b e case vacanze riconoscere lo sconto, spetta al contribuente verificarlo anticipatamente. Come? Bene, grazie al lavoro di Federalberghi, collegandosi al sito italyhotels.it è possibile consultare l’elenco delle strutture che aderiscono al bonus vacanze (stilato sulla base delle interviste effettuate coinvolgendo gli oltre 28 mila soci).

Basta accedere al portale e inserire:

  • la destinazione o il nome dell’hotel;
  • il tipo di struttura (hotel, residence, bed&breakfast, agriturismo, villaggio turistico, dimora storica);
  • la data di arrivo e di partenza;
  • il numero di camere e di visitatori (specificando la presenza o meno di bambini).
Chi è indeciso ancora sul tipo di vacanza e/o sul periodo può sempre procedere con una ricerca libera, scegliendo tra città d’arte, mare, montagna o lago.

Bonus vacanze al via dal 1° luglio tra dubbi e polemiche
Non sappiamo ancora quante persone usufruiranno effettivamente di tale agevolazione ma, a pochi giorni dalla partenza ufficiale, le polemiche e le critiche nei confronti del bonus vacanze non sono di certo mancate. Dopo il colpo basso dell’Austria, per esempio, a puntare il dito contro l’iniziativa promossa dal Governo è stato il Codacons.

Secondo l’Associazione sono ad oggi poche le strutture che riconoscono il bonus e, come se non bastasse, sono diversi i consumatori che hanno già denunciato un certo aumento dei prezzi. Lo sconto viene sì riconosciuto, ma sulla base di un costo di partenza che risulta essere superiore, così che per questi e altri motivi (di cui abbiamo ampiamente parlato qui) il bonus vacanze potrebbe rivelarsi un flop.

https://quifinanza.it/soldi/video/bonus-vacanze-come-conoscere-prima-strutture-aderenti/397368/
 

Adrianocara

Amministratore
Staff Forum
#13
Fioccano le richieste per il Bonus Vacanze. Su tutte le strutture che abbiamo in consulensa, quotidianamente decine di persone ci chiedono se è possibile prenotare con il Bonus.

Di certo questa misura è stata accolta con molto scetticismo nel settore, ma probabilmente è stata sottovalutata. Magari l'ISEE necessario per ottenere l'agevolazione poteva essere più alto, ma credo che il grosso delle famiglie italiane rientri nella fascia.

Anche secondo Franco Grasso, che ascoltavo in radio l'altro giorno, il Bonus potrà essere molto utile alla ripresa, soprattutto in futuro.

A voi le considerazioni!
 

Mod

Amministratore
Staff Forum
#14
Certo è probabile che il Bonus catalizzi il turismo anche nella stagione autunnale, e si spera nel 2021.

Purtroppo la strada da fare è ancora lunga, questo è un piccolo passo.

Serve una svolta dirompente. Se in autunno venisse sconfitto il fantasma della nuova ondata, che resta la vera paura di tutti gli italiani, sicuramente potremo parlare di un vero nuovo inizio.
 
#15
Probabilmente il bonus, considerata l'esiguità della somma, verrà usato da chi non ne avrebbe bisogno. Nel senso che chi lo chiede o chiederà avrebbe comunque la possibilità di permettersi una vacanza, anche facendone a meno.
Facciamo il conto della serva: 150.00 Euro per i singles, di cui il 20% come credito d'imposta, quindi spendibili sull'unghia solo 120.00. Bene, una settimana al mare? 150.00: 70 equivalgono a meno di 21,5 Euro al giorno (ancora meno se si detraggono i 30.00 Euro). Trovatemi un albergo che si accontenta di questa cifra. Certo ci sono le camerate, gli ostelli, le camere senza bagno o armadio. Si potrebbe anche dormire in spiaggia, o non dormire affatto. Mi viene anche un dubbio: il nostro single avrà pretese alimentari? Se avesse anche il vizio di nutrirsi sarebbe un problema. Anche perchè, finita la settimana vacanziera, troverà al ritorno nella cassetta della posta le utenze da regolare, se i servizi non sono stati già sospesi.
Discorso da moltiplicarsi aritmeticamente per ciascun membro in caso di famiglia.
A queste condizioni a me è già passata la voglia di viaggiare.
Già, perchè ci sono anche le spese di viaggio. Andata e ritorno.
La sensazione è che il governo stia facendo fumo per nascondere la sua impotenza.
Bonus vacanze?????
Per tacere dei bonus sulle biciclette...
Qui ci stanno prendendo in giro.
La gente non ha di che mangiare. Mangiare, alimentarsi.
Spero di essere stato chiaro.
Buona vita.
 
#20
Beh, @liside, i conti della serva portano i nodi al pettine. effettivamente per un single sono pochi, per una famiglia con un paio di bimbi piccoli potrebbe anche andare. ma qui parliamo di famiglie "fortunate", in cui entrano un paio di stipendi che sfiorano la soglia della dignità. Poi c'è l'altro risvolto: lo scetticismo degli albergatori (& co.) è evidente. Il sistema è un po' macchinoso e di soldi veri non ne fa vedere. In questa fase c'è bisogno di liquidità, più che di crediti di imposta. Sono un fan del buon vecchio Keynes: bisogna immettere liquidità, altrimenti non si produce ricchezza. E ora vengo alla sostanza del tuo discorso: vero, tanta gente non ha soldi, gli è rimasta solo la forza per andare alla caritas (che a sua volta non sa come affrontare questa nuova ondata di gente in difficoltà). La penso come te: solo una presa in giro, solo annunci e scemenze varie che farebbero ridere in condizioni normali. ma qui c'è da piangere. Vogliamo parlare dei prestiti agevolati? O delle casse integrazione ancora non pagate? Oppure prendiamo l'istruzione, tanto per rilassarci un po': abbiamo un ministro che copia le tesine e chiede meritocrazia per i concorsi, salvo poi creare scorciatoie per i precari che hanno insegnato per tre anni per puro culo (o altro, faccia un po' lei). E lasciando fuori chi butta il sangue per acquisire specializzazioni o altro. La meritocrazia l'hanno uccisa, poi se ne escono con i software per misurare le aule (qualcuno ha risposto: lo hanno già inventato i babilonesi) o i banchi surreali che arricchiranno i soliti pochi con appalti trasparenti come una chiazza di petrolio. Bonus biciclette? sì sì, andiamo a parlarne con chi le vende... prima paghi, poi vediamo se il governo rimborsa, hanno risposto a una mia amica. Vogliamo parlare del ponte morandi? L'elenco delle contraddizioni e incapacità di questo governo è sterminato. Del resto li capisco: meglio perdere la faccia che i ricchi stipendi da parlamentare
 
#21
Condivido in toto. D'altronde, basta un po' di buonsenso.
I punti di vista sono due:
1. Chi guarda al "revenue", dal punto di vista aziendale, ed anche 1 centesimo di incremento fa classifica (nell'immediato)
2. Chi guarda alle condizioni economiche generali, i "keynesiani" o sovversivi che dir si voglia, e quindi ad un più ampio raggio, in fin dei conti al popolo minuto.
Sono un dirigente, ho 63 (sessantatrè) anni, ed ho sempre privilegiato gli interessi dei miei collaboratori e dei miei clienti. I risultati mi hanno dato sempre ragione, ed incoraggiato, e le aziende per cui ho lavorato ne hanno tratto grandi benefici, superiori alle loro più rosee aspettative.
Qui, in Italia, c'è gente che non vede al di là del proprio naso, e non ci vuole l'intelligenza di Leonardo.
Cambiamo la struttura della società, poniamo gli individui al primo posto, ripensiamo alla globalizzazione.
Nella disgrazia, abbiamo una grande opportunità
 
#22
Condivido in toto. D'altronde, basta un po' di buonsenso.
I punti di vista sono due:
1. Chi guarda al "revenue", dal punto di vista aziendale, ed anche 1 centesimo di incremento fa classifica (nell'immediato)
2. Chi guarda alle condizioni economiche generali, i "keynesiani" o sovversivi che dir si voglia, e quindi ad un più ampio raggio, in fin dei conti al popolo minuto.
Sono un dirigente, ho 63 (sessantatrè) anni, ed ho sempre privilegiato gli interessi dei miei collaboratori e dei miei clienti. I risultati mi hanno dato sempre ragione, ed incoraggiato, e le aziende per cui ho lavorato ne hanno tratto grandi benefici, superiori alle loro più rosee aspettative.
Qui, in Italia, c'è gente che non vede al di là del proprio naso, e non ci vuole l'intelligenza di Leonardo.
Cambiamo la struttura della società, poniamo gli individui al primo posto, ripensiamo alla globalizzazione.
Nella disgrazia, abbiamo una grande opportunità
Condivido in pieno, ma sono disilluso. Eravamo un Bel Paese, abbiamo toccato il fondo. Potremmo risalire, invece i populisti continuano a prendere la pala e continuano a scavare. E noi sempre più giù. Se si rimettesse al centro l'uomo, a livello globale, ne trarremmo tutti giovamento. Ma sono lontani, purtroppo, i tempi dell'utopia. E anche quelli della rivoluzione.
 

Membri online

Nessun utente è online al momento.

Statistiche forum

Discussioni
6,330
Messaggi
38,487
Utenti registrati
19,375
Ultimo utente registrato
Lux
Top