• Ciao! perché non prendi parte alle discussioni e non dici la tua? Registrati ora!

Chi può VENDERE servizi di durata inferiore alle 24 ore?

#1
Buongiorno a tutti - faccio subito il mio esempio pratico (ho trovato qui altri similari, ma che alla fine della discussione non erano risolti chiaramente...).
Opero da vent'anni come consulente export e marketing per aziende vitivinicole.

Ho creato un catalogo di esperienze turistiche di un solo giorno "visita-degustazione-pranzo" chiavi in mano, in cento aziende vinicole e/o agroalimentari (unico accessorio l'eventuale viaggio verso la location di effettuazione esperienza, tramite NCC).
Il rapporto commerciale che ho con le aziende che realizzano le esperienze (e gli eventuali NCC) è che io acquisto da loro (ricevendo relativa fattura), propongo in vendita (principalmente on-line), il cliente finale acquista da me (e io rilascio al cliente finale la mia fattura).

Domanda:
sono adesso nella fase in cui devo andare a "legalizzare" il tutto e partire con l'attività vera e propria - mi sono studiato a fondo (per quanto possibile, visto che non sono un legale...) il vigente Codice del Turismo, sia 2011 che relative modifiche 2018 e non riesco a capire se devo o meno creare una agenzia di viaggi - ovviamente vorrei evitare e mi da una speranza in questo senso la dicitura nelle modifiche 2018 "2. Le disposizioni del presente Capo NON si applicano a: a) pacchetti e servizi turistici collegati la cui durata sia inferiore alle 24 ore, salvo che sia incluso un pernottamento" - ora, tutto quello che compro e vendo dura meno di 24 ore e non comprende pernotti... quindi?

Grazie in anticipo a tutti gli esperti che vorranno darmi indicazioni in merito.
 
#2
Buonasera a tutti... ho passato la giornata a informarmi e mi è venuto il dubbio che forse sto ponendo la questione nel modo sbagliato, ovvero:
- io non organizzo proprio un bel niente, ho semplicemente concordato con le aziende vinicole delle degustazioni di bottiglie molto speciali presso di loro (in esclusiva per me), mi sono fatto fare un prezzo, io mi compro quelle degustazioni e le metto in vendita online in modo che il privato del caso se le può comprare da me - insomma sono un rivenditore, invece che di bottiglie, di degustazioni... per cui tutta la legislazione relativa al turismo non c'entra niente con questa attività... o no? - ovvero, la degustazione è o no un servizio turistico?
- quanto sopra nel caso chi compra la degustazione da me si reca presso l'azienda dove si svolge la degustazione stessa con mezzi propri - se invece voglio in qualche modo vendere anche il servizio di NCC (ovvero la limousine con autista che porta il cliente da casa sua all'azienda dove si svolge la degustazione e ritorno)... il servizio NCC è un servizio turistico? posso venderlo insieme alla degustazione (come optional) senza ricadere nella fattispecie del servizio turistico o, peggio del pacchetto?
 
#3
Preg.mo Marco,
provo a rispondere:
io non organizzo proprio un bel niente, ho semplicemente concordato con le aziende vinicole delle degustazioni di bottiglie molto speciali presso di loro (in esclusiva per me), mi sono fatto fare un prezzo, io mi compro quelle degustazioni e le metto in vendita online in modo che il privato del caso se le può comprare da me - insomma sono un rivenditore, invece che di bottiglie, di degustazioni... per cui tutta la legislazione relativa al turismo non c'entra niente con questa attività... o no? - ovvero, la degustazione è o no un servizio turistico? LEI NON PUO' VENDERE I PRODOTTI CITATI PERCHE' NON HA PRESENTATO LA SCIA PER LA VENDITA DI PRODOTTI VINICOLI ANCHE PERCHE' NEL SUO CAMERALE DOVREBBE FIGURARE IL CODICE ATECO 47.25.00. "COMMERCIO AL DETTAGLIO DI BEVANDE" - DA COME HA DESCRITTO LA SUA ATTIVITA' RITENGO CHE NEL SUO CAMERALE SIANO PRESENTI UNO O DUE CODICI ATECO: 73.11.01. E/O 73.11.02. SE COSI' FOSSE POTREBBE OPERARE COME PROMOTORE PUBBLICITARIO E/O DI MARKETING E RICEVERE UNA PERCENTUALE (PREVIA PROCURA DA MANDATO CON RAPPRESENTANZA).

se invece voglio in qualche modo vendere anche il servizio di NCC (ovvero la limousine con autista che porta il cliente da casa sua all'azienda dove si svolge la degustazione e ritorno)... il servizio NCC è un servizio turistico? posso venderlo insieme alla degustazione (come optional) senza ricadere nella fattispecie del servizio turistico o, peggio del pacchetto? STESSA SOLUZIONE PROPOSTA PRIMA - NON ESSENDO TITOLARE DI LICENZA CON CONDUCENTE RITENGO CHE NEL SUO CAMERALE SIANO PRESENTI UNO O DUE CODICI ATECO: 73.11.01. E/O 73.11.02. SE COSI' FOSSE POTREBBE OPERARE COME PROMOTORE PUBBLICITARIO E/O DI MARKETING E RICEVERE UNA PERCENTUALE (PREVIA PROCURA DA MANDATO CON RAPPRESENTANZA).

Buon lavoro
Dott. Saverio Panzica
 
#4
Gentilissimo Dott. Panzica,
la ringrazio per la risposta velocissima e puntuale.
Purtroppo credo di capire che non mi sono spiegato abbastanza dettagliatamente nella mia domanda, provo a darle più dettagli e se vorrà darmi un'ulteriore valutazione le sarò grato.
1) La mia attività di consulente export e marketing per aziende vitivinicole rimane in essere, ma del tutto separata da quella di vendita delle esperienze enogastronomiche.
2) Al momento ho solo creato il catalogo prodotti-servizio sotto il profilo diciamo tecnico-commerciale di definizione dei contenuti delle esperienze e dei prezzi che le aziende mi praticheranno.
3) Sono adesso nella fase in cui devo APRIRE EX NOVO una attività che possa VENDERE questi prodotto-servizio
4) Secondo alcuni commercialisti da me interpellati sembrerebbe che la mia nuova attività sia del tutto assimilabile a quella dei Wedding Planner, almeno a quelli che operano come farò io , ovvero acquistano prodotti-servizio da una serie di fornitori (autisti varie limousine NCC, ristoranti e catering alcolici compresi, fotografi, location, parrucchieri, fioristi, alloggi per gli invitati, a volte anche appunto tour per gli invitati, ecc.) ricaricano il prezzo della loro attività organizzativa e rivendono il "pacchettone" finito al cliente finale... ora, il fatto che molti di questi sposi ed invitati siano stranieri non ha mai fatto venire in mente a nessuno che queste aziende siano inquadrabili come Agenzie di Viaggio e il fatto che ri-vendano anche alcolici che necessitino di licenza di vendita al dettaglio di alcolici...
5) Alcuni imprenditori del settore Wedding Planner che ho sentito mi dicono di essere codice Ateco "96.09.05 – Organizzazione di feste e cerimonie" ed inquadrati (regime fiscale e INPS) come Commercianti e di operare ovviamente e tranquillamente anche come Agenzia di Organizzazione Eventi di ogni tipo e vendendo eventi singoli a singoli privati - del resto mi dicono questi stessi che le nuove leggi, vedi regolamentazione dell'Enoturismo, hanno ultimamente creato una grossa confusione terminologica.
6) Per quanto capisco dalle Leggi e Regolamenti sull'Enoturismo, le degustazioni, sia a pagamento che gratuite (anche con abbinamento di cibo) risultano non "servizi turistici" ma "attività accessorie alla vendita del vino".

Sono quindi aperto a qualsiasi approfondimento e/o consiglio in merito, grazie.
 

Utenti online

Nessun utente è online al momento.

Statistiche forum

Discussioni
5,843
Messaggi
35,844
Utenti registrati
16,234
Ultimo utente registrato
raffaeleale
Top