• Ciao! perché non prendi parte alle discussioni e non dici la tua? Registrati ora!

Ormai tutti si spacciano per agenzie di viaggio

#31
Abbiamo capito che se pur attempata sai fare il copia incolla con il computer .... se pur non hai dimostrato con questo nessuna incongruenza... ma se ti piace per STUPIRCI o confordere con gli effetti speciali continua pure ! poi sei un po confusa perchè Flanders se non lo sai è il mediatore e tutti gli altri che hai elencato sono per lo più gli amici di Iperclub travelbuy ecc... Tornando al concreto sono contento che invece di indicare Autotutela (una emerita bufala) dai come riferimento le provincie(istituzioni) per le denuncie di abusi ...l'hai persino sottolineato !! BRAVAAAA. Saluti Luca
 
#32
Stupiscici tu ogni tanto e leggi attentamente, altrimenti poi scrivi il contrario di quello che hai scritto qualche giorno prima, oppure dici che ti hanno fregato perché non leggi i contratti...

QUANDO TROVATE UN VOLANTINO DI QUALCUNO CHE ORGANIZZA GRUPPI SENZA LICENZA INVIATELO ALLA SEZIONE TURISMO DELLA VOSTRA PROVINCIA CHIEDENDO SPIEGAZIONI!!!

OPPURE Scrivete a:
segreteria.capodipartimento.turismo@governo.it

OPPURE Scrivete a:
segnalazioni.abusivismo@a-autotutela.it

Nel segnalare un’attività abusiva, qualificatevi sempre col nome della vostra agenzia di viaggio, il vostro nome e cognome, i vostri recapiti telefonici e postali. Questi non saranno MAI diffusi e non risulteranno qualora si decida di presentare una denuncia, ma sono a noi necessari per conoscere i nostri interlocutori;

Nel fornire una breve relazione, non trascurate mai di allegare eventuali documenti utili a comprovare l’attività abusiva denunciata; indirizzate esclusivamente all’indirizzo sopra indicato.

Chi non lo farà venderà mele, pere e caffè assieme a Luca06.
 
#33
Pao questo consiglio perchè nn lo scrivi n copia a tutte le agenzie? con le mail prese dall'annuario del turismo ci perdi qualche ora ma è una cosa utile da fare per non farci scavalcare ormai da tutti.........
 
#34
Pao non farà mai quello che dici gio79anzio perché proprio lei è una promoterina che lavora proprio per i TO che ci scavalcano e poi la mandano in agenzia per farle offrire pure un caffè (con una F sola)... che coraggio continuare a sponsorizzare l'autotutela.

Partiamo da una sola convinzione: Noi AGENZIE VIAGGI 'VERE!' su strada siamo l'unica realtà CONCRETA delle vendite dei pacchetti TO (75%), onde per cui possiamo dare o meno la nostra preferenza... e in questi momenti di crisi determinare le sorti di un TO come ad esempio VALTUR!!!

Di solito il core business e la fortuna dei BIG del web come Lastminute.com o Expedia sono la vendita di 'solo volo, hotel, treni', ma di pacchetti TO ben pochi!!!... comunque stiamo sereni perché come dice la promoterina Pao, il destino di chi vende solo voli e treni sarà quello di trovarsi ben presto accanto al banco Lastminute ed Expedia nel mercato rionale o a vendere i gratta e vinci. Saluti Luca.

Per Pao: 'core business' vuol dire 'attività principale' e non cuore del mercato.
 
#35
"@gio79anzio wrote:

Pao questo consiglio perché nn lo scrivi n copia a tutte le agenzie? con le mail prese dall'annuario del turismo ci perdi qualche ora ma è una cosa utile da fare per non farci scavalcare ormai da tutti.........

Gio79anzio, quando vado per agenzie lo faccio sempre presente, ma il problema è che tu vai in agenzia ne discuti con persone incazzatissime, che spaccherebbero il mondo, e poi quando vai la volta dopo

a trovarli non hanno fatto nulla.......Ho paura che mandando la mail passi inosservata, perché agenzie come Luca06, che scrivono una cosa e poi fanno il contrario, purtroppo ce ne sono parecchie.....

continua la tua lotta, magari contattando le agenzie della tua zona, e tutte assieme preparate una lettera di denuncia agli organi competenti, o a chi può aiutarvi...io alcuni ve li ho segnalati...

Caro luca zero sei, i gratta e vinci li venderanno sicuramente quelli come tè che fanno la guerra a parole...chi saprà seguire il mercato e sarà un bravo consulente andrà avanti con i promoterini, ai quali tu fai al guerra

ma poi gli apri la porta e per l'ennesima volta ti contraddici....non prenderti a cuore le sorti di Tour operator che sono in difficoltà perché non è per tè che hanno problemi, ma per loro gestioni sbagliate...

e ricorda che per ogni To che chiude viene a mancare un competitor per tenere i prezzi bassi ed una proposta in più da fare ad un tuo cliente per una futura vendita...meno sono i To, più se ne approfittano.....

ma non pretendo che tu capisca, anche perché sai cosa vuol dire...'Core Business'...."
 
#36
x pao: seguirò il tuo consiglio, sperando che gli altri (è difficile x le agenzie piu' anziane convincerle............) ci seguano... Io farò battaglia contro chi ci toglie il lavoro ingiustamente......... e cmq, anche se nn so per quale t.o. lavori, anche i t.o. hanno tante colpe verso noi agenzie, trattate ormai da stracci............

x Luca06: sono d'accordo con te che edreams,expedia,last minute daranno solo rogne e andranno a chiudere, il fatto è che anche i t.o. ufficiali ci scavalcano mettendo online i loro pacchetti e anche a prezzi piu bassi rispetto a quelli che danno a noi al telefono o con il ns codice!!

Ma a chi si può far presente questa cosa? E' possibile che nessuno ci tuteli?

Anche MSC si è messa a vender online....... eppure nei comunicati si dice "fedele alle agenzie tradizionali"... ma vaffan.........lo va
 
#37
tralasciando le dununcie che se fatte bene (alle autorità) servono anche se eseguite singolarmente io penso che la vera lotta che possiamo fare è quella di mettere ai margini alcuni TO che cercano di scavalcarci anche perchè se pur con grandi mezzi online il 75% delle vendite sono fatte da noi AGENZIE.

Un esempio : oggi se si parla di crociere è facile dire Costa però vicina a welcom travel/alpitour e Msc/Bluvacanze Cisalpina ...perchè non proporre noi l'alternativa Rccl ? magari no ..ma magari SI!! magari su 10 crociere prima tutte di MSC o Costa ..2 riusciamo a girarle a Rccl !... in questo momento tutti i nostri piccoli SI di ogni piccola agenzia potrebbero produrre un disastro per chi oggi si crede Grandioso e cerca di scavalcarci pensando che il nostro servizio di assistenza sia uguale ad un call center...se non poi farci fare visita dai promoterini. Saluti Luca
 
#38
Brava Gio79anzio, mettendoti assieme ad altre agenzie della tua zona non permetterà a questa gente di lavorare tranquilla e vedrai che i risultati arriveranno....Si i Tour operator possono vendere online ma anche molte agenzie li scavalcano e prenotano direttamente dalle strutture, e questo crea problemi nel mercato......e credimi quando un cliente và a prenotare in internet non guadagno nemmeno io....ma purtroppo e una fascia di mercato che se pur piccola ha sempre la sua rilevanza...alle mie agenzie dico di puntare sulla consulenza e l'assistenza al cliente, cose che in internet non si può fare ai livelli di un agenzia viaggi...poi anche le agenzie possono aprire un loro sito e publicizzandolo all'interno del loro territorio raccogliendo qualcosa anche da lì....
 

Mod

Amministratore
Staff Forum
#40
Ciao @Robertog se vuoi denunciare che opera senza licenza d'agenzia su piattaforme come Viator e Civitatis, puoi prendere diverse misure. Inizialmente, potresti dovresti raccogliere prove della mancanza di licenza, come screenshot delle loro offerte o comunicazioni.

Dopodiché, avresti più vie per agire ma ritengo che quella della segnalazione all'AGCM - Autorita' Garante della Concorrenza e del Mercato, possa essere la più adeguata in questi casi.

In alternativa potresti rivolgerti alle Associazioni di settore: In Italia, ci sono associazioni come la FIAVET (Federazione Italiana Associazioni Imprese Viaggi e Turismo) che rappresentano le agenzie di viaggio. Puoi contattare tali associazioni per segnalare l'agenzia e cercare il loro supporto nel risolvere il problema.

O ancora se l'attività dell'agenzia costituisce una violazione delle leggi finanziarie o fiscali, potresti contattare la Guardia di Finanza per segnalare l'attività illegale.

Tornando all'AGCOM l’Autorità può accertare e bloccare, di propria iniziativa o su segnalazione dei soggetti interessati, le pratiche commerciali scorrette e le pubblicità ingannevoli e comparative illecite. Ai segnalanti non sono richieste particolari formalità, versamenti a favore dell’Antitrust o l’assistenza di un avvocato. I consumatori che intendono segnalare una pratica commerciale scorretta o una pubblicità ingannevole possono farlo:
  • tramite posta ordinaria inviando la segnalazione a Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, Piazza Giuseppe Verdi 6/A – 00198 Roma;
  • inviando la segnalazione scritta alla casella protocollo.agcm@pec.agcm.it ;
  • compilando e inviando on line il modulo cui si accede tramite il link segnala on line.
Queste modalità di segnalazione sono valide anche per le imprese, le società o i liberi professionisti relativamente ai messaggi pubblicitari ingannevoli o che contengono comparazioni illecite sulla vendita di beni o servizi.

Per consentire all’Autorità di svolgere al meglio il proprio compito di tutela è importante che i segnalanti siano il più possibile precisi e dettagliati nel descrivere i fatti e forniscano, se disponibili, copia dei documenti o dei messaggi per i quali si chiede l’intervento.

I formulari cui si accede tramite modello di segnalazione (compilabile e stampabile) e segnala on line sono utili al segnalante per descrivere i fatti che possono essere di interesse per l’Antitrust in base alle competenze attribuitele dal Codice del Consumo e dal decreto legislativo n. 145 del 2007 sulla pubblicità ingannevole e comparativa.

Tutte le informazioni richieste nel modulo di segnalazione sono importanti per l’Autorità ai fini dell’accertamento dei fatti segnalati.

L’indirizzo e gli altri recapiti indicati nella richiesta di intervento consentono all’Antitrust di ricontattare l’interessato per avere le ulteriori informazioni che potrebbero rendersi necessarie.

In applicazione del nuovo Regolamento di procedura, dopo l’inoltro di una segnalazione all’Autorità, non seguirà ulteriore comunicazione da parte degli Uffici, se non nella circostanza di un eventuale avvio di istruttoria.
In caso di mancato avvio dell’istruttoria nel termine di 180 giorni dal ricevimento della segnalazione, quest’ultima si intende definita con un’archiviazione o un non luogo a provvedere.
 

Membri online

Statistiche forum

Discussioni
6,330
Messaggi
38,490
Utenti registrati
19,382
Ultimo utente registrato
Teacher Claudia
Top