Food Beverage 49 storie

È la materia prima del settore della ristorazione, è il biglietto da visita di ogni struttura alberghiera. Non aver cura questo reparto significa avviarsi verso il declino. Oggi il settore richiede figure professionali in grado di dare valore aggiunto a un’azienda.

Iscriviti

Immaginate di andare a cena in un nuovo ristorante e di leggere sul menu: “zuppa d’agosto con pallottine di broccoli e latte esotico”. Avete più opzioni: chiedere delucidazioni al cameriere ordinare altro prendere in giro il cameriere chiedendogli dove si possano lanciare le “pallottine” Presumo

2280 visite    Giovanni Di Tomaso

Il seguente articolo andrebbe letto come la seconda parte del precedente “Ristorazione alberghiera: what’s the problem?”, nel quale si focalizzava l’attenzione su quegli outlet ristorativi in hotel che presentano alti rischi (ristoranti e servizio in camera) e sulle relative contromisure intraprese dalle catene più note.

356 visite    Giovanni Di Tomaso

Dedichiamo questo secondo articolo sul Revenue per la Ristorazione alle differenze che ci sono tra questo indicatore di efficienza rispetto al suo equivalente per le camere di albergo, cercando di dare una spiegazione chiarificatrice del perché potrebbe essere rischioso, per una corretta valutazione della gestione,

487 visite    Pasquale Morea

I singoli individui sono oggi sempre più orientati alla ricerca di beni e servizi che abbiano in sé valori simbolici e non un mero valore d’uso. Il consumo delle esperienze turistiche riflette questa attitudine, con il turista che sembra affermarsi e definirsi proprio a partire

859 visite    Roberta Garibaldi

Ristorazione alberghiera: what’s the problem? Perché, c’è un problema? La risposta sembrerebbe essere NI. La ristorazione è un settore fondamentale per l’hôtellerie: ciononostante, normalmente, genera un 20% di ricavi e un 80% di problemi (Gabriele Enrico, Avalon Food & Consulting). Se da una parte se

476 visite    Giovanni Di Tomaso

Un dibattito al quale mi piace partecipare ultimamente è quello sui ristoranti child-free. Ovvero ristoranti, ma anche hotel, resort, caffetterie, navi da crociera, e addirittura appartamenti (!) etc., che vietano l’ingresso ai bambini. Non sono pochi gli articoli e i forum che trattano l’argomento e

313 visite    Giovanni Di Tomaso