Food Beverage 46 storie

È la materia prima del settore della ristorazione, è il biglietto da visita di ogni struttura alberghiera. Non aver cura questo reparto significa avviarsi verso il declino. Oggi il settore richiede figure professionali in grado di dare valore aggiunto a un’azienda.

Iscriviti

In questo secondo articolo dedicato alla relazione che esiste tra marketing e revenue della ristorazione, riprendo a parlare di come questa sia influenzata dal corretto coordinamento e sincronia di tutti gli elementi del marketing mix, spesso però sottovalutati o, addirittura, per nulla praticati. Nel precedente

214 visite    Pasquale Morea

In questo nuovo articolo propongo delle ulteriori riflessioni sul già affrontato tema del restaurant revenue che, a quanto risulta dalle fonti di settore, pare essersi un po’ “sgonfiato” nel catturare l’interesse degli addetti ai lavori. Inoltre, cercherò di spiegare perché, secondo me, senza una doverosa

359 visite    Pasquale Morea

Bonjour chefs, artisti culinari, ristoratori, appassionati dell’alta cucina e semplici “good-forks”! Oggi parliamo di grandi chef. Anzi di video su grandi chef. Permettetemi di fare pubblicità gratuita a Netflix, la famosa piattaforma di servizi streaming on line. Vi inviterei ad abbonarvi, anche per un solo

331 visite    Giovanni Di Tomaso

La sostenibilità dell’equilibrio economico è basato sulla capacità di produrre ricavi e di controllare i costi. In questo articolo parliamo di controllo di gestione con lo scopo di identificare le aree in cui il controllo permette risparmio diretto. Non considero come opzione per ridurre i

715 visite    Marco Rosa

Oggi parliamo del menù di un ristorante. Tutti i ristoranti ne hanno uno. Ma quanti lo utilizzano al massimo delle sue potenzialità? È il più forte strumento di marketing che il ristorante può offrire a chiunque si sieda. Ovvio, potete dire che il marketing dovrebbe

502 visite    Marco Rosa

Il cameriere? È una componente importante per il successo di un ristorante. Eppure spesso questo ruolo viene sminuito. Diventa “figo” solo se fatto ad Oslo, piuttosto che a Londra, ma non a Milano. Perché? Semplice, perché è visto come un lavoro facile, senza nessun tipo

574 visite    Marco Rosa

Immaginate di andare a cena in un nuovo ristorante e di leggere sul menu: “zuppa d’agosto con pallottine di broccoli e latte esotico”. Avete più opzioni:chiedere delucidazioni al cameriere ordinare altro prendere in giro il cameriere chiedendogli dove si possano lanciare le “pallottine”Presumo

1098 visite    Giovanni Di Tomaso