• Ciao! perché non prendi parte alle discussioni e non ci dici la tua? Registrati ora!

Violazione Privacy o no? Possibili rischi

#1
Salve a tutti,
mi sono iscritto a questo forum per chiedere consiglio su un'incresciosa situazione in cui mi sono trovato coinvolto e della quale non riesco a prevedere ad ora i risvolti.

Da un paio di mesi lavoro come Receptionist in una struttura alberghiera di media fascia con contratto determinato a chiamata. Durante il mio ultimo turno pomeridiano (sabato 14 settembre) mi sono trovato alla reception una persona che voleva salire a trovare sua zia, alloggiata presso di noi, per la quale aveva prenotato una camera quella mattina. Essendo lui già a conoscenza dei dati della signora e della sua camera mi sono limitato a prendere il suo documento e a lasciarlo salire, dimenticandomi di avvisare la signora prima di procedere.

La signora in questione ha poi negato di conoscere questa persona (anche se poi è stata costretta dalla presenza del nominativo in prenotazione ad ammettere che la conosceva) e di voler avanzare delle lamentele o procedere per via legali contro l'albergo poiché la sua privacy è stata violata.

Il direttore mi ha praticamente sospeso dal servizio, senza comunicarmi se e quando dovrei poter rientrare, specificandomi la gravità della mancanza e della mancata registrazione del documento dell'ospite temporaneo (procedura MAI eseguita dai miei colleghi/superiori, i quali mi hanno sempre detto che bastava semplicemente tenere il documento di tale persona a garanzia nella reception).

Ciò che vorrei chiedervi è; qualora la signora decidesse effettivamente di procedere per vie legali, oltre ad un eventuale licenziamento, cosa rischio concretamente? C'è la possibilità che la struttura debba pagare un'ammenda e che il peso della stessa possa ricadere su di me?

Può inoltre la situazione configurarsi come violazione della privacy essendo la persona che è salita in camera già a conoscenza dell'identità della signora e del suo numero di camera? (informazione, quest'ultima, non comunicatagli da me o dai miei colleghi)
 
#2
Il caso è davvero complesso e mi auguro che non si vada oltre. Perché qui non è semplicemente un problema di privacy: a voler essere pignoli, può ravvisarsi la violazione di domicilio (manca il consenso di chi occupa regolarmente la stanza).
A mio avviso la faccenda si chiude qui con il cliente, procedere per le vie legali significa perdere tempo e soldi e non è detto affatto che "il cliente ha sempre ragione".
A mio avviso la violazione della privacy può essere ravvisata, ma c'è sempre un giudice che decide e per esperienza ti dico che anche quando la legge sembra essere dalla tua parte, ti ritrovi con il cerino in mano. Quindi nella peggiore delle ipotesi l'hotel si difenderà e qualche pezza d'appoggio la troverà (e il legale di turno gioisce...)
Detto questo, a mio avviso il documento va sempre chiesto, ma soprattutto è fondamentale chiedere all'ospite se desidera o meno quella visita. Comunque anche in questa vicenda puoi trovare un lato positivo: la prossima volta saprai cosa fare. Si chiama esperienza. In bocca al lupo, sono certo che andrà tutto bene
 
Ultima modifica:
#3
Il caso è davvero complesso e mi auguro che non si vada oltre. Perché qui non è semplicemente un problema di privacy: a voler essere pignoli, può ravvisarsi la violazione di domicilio (manca il consenso di chi occupa regolarmente la stanza).
A mio avviso la faccenda si chiude qui con il cliente, procedere per le vie legali significa perdere tempo e soldi e non è detto affatto che "il cliente ha sempre ragione".
A mio avviso la violazione della privacy può essere ravvisata, ma c'è sempre un giudice che decide e per esperienza ti dico che anche quando la legge sembra essere dalla tua parte, ti ritrovi con il cerino in mano. Quindi nella peggiore delle ipotesi l'hotel si difenderà e qualche pezza d'appoggio la troverà (e il legale di turno gioisce...)
Detto questo, a mio avviso il documento va sempre chiesto, ma soprattutto è fondamentale chiedere all'ospite se desidera o meno quella visita. Comunque anche in questa vicenda puoi trovare un lato positivo: la prossima volta saprai cosa fare. Si chiama esperienza. In bocca al lupo, sono certo che andrà tutto bene
Più che complessa, Martino, la vicenda mi sembra abbastanza "nebulosa"...
In ogni caso, a prescindere dalla privacy, questo mi preme sottolineare e prendo spunto da questo post, quando un visitatore entra nella camera di un cliente, annunciato o no, il receptionist non solo deve chiedere il documento ma comunicarne gli estremi alla Pubblica Sicurezza.
 

Utenti online

Nessun utente è online al momento.

Statistiche forum

Discussioni
5,546
Messaggi
32,832
Utenti registrati
14,804
Ultimo utente registrato
Ugo Tedeschi
Top