• Ciao! perché non prendi parte alle discussioni e non ci dici la tua? Registrati ora!

Trasportare in auto i clienti della mia Agenzia per raggiungere il luogo di un'escursione

#1
Buongiorno,
sono Mauro della provincia di Treviso, sono titolare di un'agenzia di viaggi e guida turistica abilitata, vorrei iniziare a proporre dei tour, delle escursioni.
Ho provato a cercare informazioni su internet ma sinceramente non ho ben capito!
Voglio capire se per accompagnare i miei clienti nei tour posso usare un mezzo proprio (il trasferimento servirebbe solo per raggiungere i luoghi in cui fare l'escursione, e i clienti mi pagano la mera escursione).
Essendo la mia agenzia una s.a.s. e cioè una società di persone, il mezzo può essere intestato a me (quale titolare della sas)?
Se si, ci devono essere delle diciture particolari nel libretto?
Voglio capire se in caso di incidente se l'assicurazione copre i danni ai trasportati, perché non credo che l'assicurazione dell'agenzia risponda in questo caso.
Oppure mi devo rivolgere ad un Ncc (che tra l'altro offrono già questi servizi arrivando a fare anche da guida anche se non potrebbero, vanificando gli studi ed esami che ho fatto per ottenere l'abilitazione di guida).

Vorrei capire come mi devo muovere prima di partire con questo servizio.
Grazie molte,
Mauro
 

Saverio Panzica

Esperto
Staff Forum
#2
I mezzi di proprietà dell'impresa possono essere utilizzati, dalla stessa impresa nello svolgimento dei compiti dell'attività autorizzata.

Il Consiglio di Stato, Sezione VI, con le sentenze: n. 4998/09 del 2004 e SEZ. IV sentenza 14 aprile 2010 n. 2085 ha stabilito la possibilità per una impresa, nel caso specifico un’agenzia di viaggi, di immatricolare ad uso proprio un veicolo da destinare al trasporto di propri clienti. Inoltre, viene chiarito che “per la categorie imprenditoriali (i.e. strutture alberghiere) che – in funzione della propria specifica vocazione d’impresa – trasportino la propria clientela da e per mete specifiche, ubicate all’interno del territorio comunale di appartenenza (i.e. una stazione ferroviaria, un porto, una stazione di bus, un aeroporto, uno stabilimento od una spiaggia per la balneazione, un impianto sciistico), non vi è pratica incidenza economica, da far predire neppure alla cosiddetta contrattazione a titolo gratuito, che pure tra cliente ed imprenditore avrebbe senz’altro natura economica.”

Tale affermazione, secondo il Ministero, trova riscontro nella circostanza che il prezzo unitario della prestazione di base (i.e. soggiorno e/o pasti) non varia tra il cliente che ha usufruito del trasporto ed il cliente che non ne ha fruito, sicché appare incontrovertibile considerare tale trasporto come di cortesia. Sussiste trasporto (contrattuale) a titolo gratuito, e non mero trasporto di cortesia, invece, quando il vettore abbia un interesse al trasporto.

È ravvisabile, ad esempio, un contratto di trasporto gratuito qualora un'impresa, in vista del soddisfacimento di un proprio interesse (anche mediato, purché giuridicamente rilevante come trasferire i propri clienti dalla stazione all’albergo) assuma, nei confronti di altri soggetti, l'obbligo di trasferirli da un luogo ad un altro, (Cassazione civile, sez. III, 20 aprile 1989, n. 1855.)

Il Ministero dei trasporti ha emanato il decreto ministeriale 4 luglio 1994 “Direttive e criteri per l’immatricolazione in uso proprio degli autobus”, che stabilisce (articolo 2, comma 1) che "gli enti pubblici, la collettività o le imprese che intendono ottenere l’immatricolazione in uso proprio devono rivolgerne domanda all’Ufficio Provinciale della Motorizzazione Civile e Trasporti in Concessione della provincia nella quale hanno residenza"; il comma 2 dell'articolo 2 del citato decreto ministeriale dispone, inoltre, che la predetta "domanda, oltre alla precisazione delle esigenze di trasporto del richiedente dovrà contenere la specificazione delle ragioni che dimostrano che l'attività di trasporto è funzionale al soddisfacimento di necessità strettamente connesse con l'attività principale".

Pertanto, le attività escursionistiche possono essere svolte solamente da agenzie di viaggi, se ci sono altri servizi turistici, o dalle imprese di nolo con autista se trattasi di semplice trasporto di passeggeri.
Allego sentenze Consiglio di Stato e D.M. 4-7-1994.
 

Allegati

Ultima modifica da un moderatore:
#3
Buongiorno Sig. Saverio,

grazie per la risposta. Siccome le varie affermazioni sono un pò di difficle lettura le chiedo se mi può cortesemente rispondere a queste domande basilari:

1- Quindi io come titolare di agenzia di Viaggio posso trasportare i miei clienti per raggiungere le mete dove fare l'escursione guidata, giusto?
2- Essendo la mia Agenzia una S.a.s. (società di persone dove io sono il titolare) l'auto quindi è sufficiente che sia intestata a Me?
3- Essendo un'auto ho comunque bisogno di fare la domanda alla motorizzazione?
4- L'assicurazione Auto in caso di incidente risponde Giusto? Non è che magari dicono che non risponde perchè stavo trasportando clienti su un'auto privata?
5- Ps. Cosa si intende per: "immatricolazione in uso proprio "?

Grazie ancora
Mauro
 

Saverio Panzica

Esperto
Staff Forum
#4
1- Quindi io come titolare di agenzia di Viaggio posso trasportare i miei clienti per raggiungere le mete dove fare l'escursione guidata, giusto? CORRETTO
2- Essendo la mia Agenzia una S.a.s. (società di persone dove io sono il titolare) l'auto quindi è sufficiente che sia intestata a Me? ERRATO NEL LIBRETTO DEVE ESSERE SPECIFICATO CHE L'AUTO VIENE IMPIEGATA ANCHE PER L'ATTIVITA' DELL'IMPRESA - ISCRIZIONE PRESSO ACI
3- Essendo un'auto ho comunque bisogno di fare la domanda alla motorizzazione? LEGGA SOPRA RISPOSTA 2
4- L'assicurazione Auto in caso di incidente risponde Giusto? Non è che magari dicono che non risponde perchè stavo trasportando clienti su un'auto privata? MEGLIO CHIEDERE UNA SPECIFICA ALL'ASSICURAZIONE
5- Ps. Cosa si intende per: "immatricolazione in uso proprio "? LEGGA RISPOSTA 2
 

Utenti online

Statistiche forum

Discussioni
5,313
Messaggi
31,753
Utenti registrati
13,980
Ultimo utente registrato
Delupis
Top