• Ciao! perché non prendi parte alle discussioni e non ci dici la tua? Registrati ora!

Succede anche questo

Il Molise è la prima regione italiana con nessun paziente in terapia intensiva

Il Molise è la prima regione italiana a non avere più alcun paziente ricoverato nei reparti di terapia intensiva: dei 179 attualmente positivi, 170 sono in isolamento domiciliare e 9 sono negli altri reparti ospedalieri. Per trovare le terapie intensive vuote bisogna tornare al 5 marzo: quel giorno nella regione c'erano 7 malati di cui 4 in ospedale e 3 in isolamento domiciliare. Il giorno dopo erano diventati 12, due dei quali ricoverati in intensiva.

vabbè, il Molise non esiste :rolleyes:
 
Il Molise è la prima regione italiana con nessun paziente in terapia intensiva

Il Molise è la prima regione italiana a non avere più alcun paziente ricoverato nei reparti di terapia intensiva: dei 179 attualmente positivi, 170 sono in isolamento domiciliare e 9 sono negli altri reparti ospedalieri. Per trovare le terapie intensive vuote bisogna tornare al 5 marzo: quel giorno nella regione c'erano 7 malati di cui 4 in ospedale e 3 in isolamento domiciliare. Il giorno dopo erano diventati 12, due dei quali ricoverati in intensiva.

vabbè, il Molise non esiste :rolleyes:
Forte il Molise! Mare e monti. Mozzarella e "chiannl", una ciambella simile alla schiacciata fiorentina, ma tutta un'altra storia...e i dolci ragazzi...terra di uomini fieri. Insieme alla mia Puglia me lo sogno ancora la notte...
 
Il Molise è la prima regione italiana con nessun paziente in terapia intensiva

Il Molise è la prima regione italiana a non avere più alcun paziente ricoverato nei reparti di terapia intensiva: dei 179 attualmente positivi, 170 sono in isolamento domiciliare e 9 sono negli altri reparti ospedalieri. Per trovare le terapie intensive vuote bisogna tornare al 5 marzo: quel giorno nella regione c'erano 7 malati di cui 4 in ospedale e 3 in isolamento domiciliare. Il giorno dopo erano diventati 12, due dei quali ricoverati in intensiva.

vabbè, il Molise non esiste :rolleyes:
ah ah ah, è vero non esistiamo nemmeno per il virus. Lo spopolamento e l'isolamento dei piccoli paesi questa volta ha giocato a favore. E chissà che non diventi un'opportunità per un turismo più sostenibile e poco affollato. E poi, vuoi mettere? Cercare qualcosa che non esiste è una sfida stuzzicante. Qualcuno già si sta allenando a vendere l'isola che non c'è.
 
Forte il Molise! Mare e monti. Mozzarella e "chiannl", una ciambella simile alla schiacciata fiorentina, ma tutta un'altra storia...e i dolci ragazzi...terra di uomini fieri. Insieme alla mia Puglia me lo sogno ancora la notte...
Fieri come i Sanniti... Se ne avete la possibilità vi invito a leggere "VIteliu'. Il nome della libertà", romanzo storico di Nicola Mastronardi.
 
Eh sì, speriamo faccia arrivare un po' di pecunia anche qui. vedo tanta preoccupazione nei volti della gente. Oggi sono andato dal meccanico, mi ha detto: mi hanno dato 600 euro, il giorno dopo ho pagato l'f24. Ma ora non so come pagare l'affitto. Mala tempora currunt. Speriamo passi in fretta questo incubo
 
Buongiorno! Leggo tante "belle" notizie oggi. Mi consolo con quello che scrive il pur sempre autorevole New York Times. Anche se... quest'anno di turisti dagli USA difficilmente se ne vedranno.
Bolsonaro, Trump... tra lui e lei sceglier non saprei. Meriterebbero di beccarsi il virus nella forma più violenta, così tanto per cominciare a capire. Potrebbero trarne enormi benefici dopo la malattia. Ad esempio potrebbe riconnettersi il cervello
 
Johnson docet...:D
Questi due fanno gli smargiassi sulla pelle altrui, e i risultati si vedono. Due pazzi criminali: se non ora, la storia sicuramente li condannerà, come i criminali nazisti.
Alla stregua del bullo di cartone figlio di Albione, che ha adottato provvedimenti drastici solo dopo che lui stesso si è ammalato e visto la morte negli occhi (facendosela sotto così tanto che il tanfo ha appestato il mondo intero), questi meriterebbero di passare le stesse traversie di quelli che hanno condannato a morte. Non ho mai desiderato il male altrui, ma quando è troppo è troppo...
Criminali....
 
Lo ripeto, stiamo attenti quando parliamo di "Terzo Mondo" indicando gli altri...Dante, Cicerone, Raffaello, Leonardo e compagnia bella sono morti da un pezzo...:p

Coronavirus, zero casi in Thailandia da inizio pandemia
Monito a "non rilassarsi e non essere imprudenti"

Roma, 13 mag. (askanews) – Per la prima volta dall’inizio della pandemia di Covid-19, nelle ultime 24 ore la Thailandia non ha registrato nuovi casi di Covid-19. Lo ha annunciato il portavoce del Centro di monitoraggio del Covid-19, Taweesilp Visanuyothin.

Dal 13 gennaio a oggi il Paese ha registrato 3.017 casi e 56 decessi.

“Non possiamo rilassarci, non possiamo essere imprudenti”, è stato quindi il monito del portavoce, che ha chiesto “per favore di rispettare le nuove regole”.

Stando a quanto riportato dal Bangkok Post, Taweesilp ha rimarcato che lo zero casi annunciato oggi è frutto dell’incremento del numero di test eseguiti dal 1 maggio scorso.

http://www.askanews.it/esteri/2020/...ilandia-da-inizio-pandemia-pn_20200513_00010/
 
Intertristi ahahah.... al di là delle facili battute da una squadra che ha per simbolo un serpente, direi che è inopportuno tornare a giocare. Sono malato di calcio, guarderei in tv anche il derby Centocelle-Trastevere, ma questo non è il momento di ripartire. Ah, dimenticavo, lo impone il dio denaro, quindi va bene entrare nell'arena come gladiatori da dare in pasto ai leoni. Ma poi, una partita senza tifosi (e senza sano sfottò) che partita è? Forse mi darò all'ippica. oppure mi compro un cane da tartufo, dalle mie parti ce n'è tanto
 
Dl Rilancio, tutti gli aiuti per la riapertura di bar, ristoranti, attività commerciali
Nel decreto è previsto un pacchetto di misure per aiutare attività commerciali, bar, ristoranti e alberghi a riaprire rispettando le disposizioni. Ecco quali

14 maggio 2020

https://quifinanza.it/soldi/video/d...-bar-ristoranti-alberghi/382658/?ref=virgilio
Speriamo non siano solo chiacchiere. Comunque ieri ho bevuto il mio primo caffè (da asporto) al bar (fuori dal bar). La solita ciofeca che faceva quel bar prima della pandemia (infatti non ci andavo mai). Ma ieri era il caffè più buono del mondo. E giovedì ho prenotato per andare a farmi i capelli. Pian piano si torna a vivere
 
Cremona, l’ospite che non vuole più lasciare il b&b. La titolare: «Può contagiare me e la bimba»
Cremona, l’ospite che non vuole più lasciare il b&b.

FonteCorriere della Sera
16.5.2020

Cremona, l’ospite che non vuole più lasciare il b&b. La titolare: «Può contagiare m...

Finisce in tribunale la vertenza tra la titolare, neomamma e preoccupata, e il cliente. Il 50enne arrivato il 29 febbraio nell’appartamento a Pizzighettone doveva rimanere fino al 27 marzo: invece non se ne vuole più andare

EmailNon gli sono bastate le numerose lettere di sollecito a lasciare il bed & breakfast dove si è sistemato dal 29 febbraio. Ha persino rispedito al mittente il ventaglio di soluzioni alternative: una quindicina, pur di non lasciarlo per strada. Persino quella di sistemarsi in un albergo di Codogno proprio vicino alla pizzeria in cui lavora. È stata necessaria un’ordinanza del Tribunale di Cremona affinché Sanguino Abbruzzese, 50 anni, traslochi dal Residence Michela, a Pizzighettone. Abusivo, entro il 30 giugno dovrà fare i bagagli.

A trascinarlo davanti al giudice Antonia Gradi,con un ricorso in via d’urgenza, è stata Michela Visigalli, 46 anni, da tre giorni mamma, titolare del b&b. «Il 29 febbraio, la mia cliente ha ricevuto nella sua struttura il signor Abbruzzese. Prezzo pattuito: 450 euro sino al 27 marzo», spiega l’avvocato Alessandro Zontini. Era appena scoppiata l’emergenza sanitaria con Codogno primo focolaio, Pizzighettone sul confine, Michela Visigalli incinta e preoccupata di essere contagiata dal pizzaiolo che continuava a lavorare. Quando il 22 marzo Regione Lombardia ha disposto la chiusura delle strutture ricettive, lei ha avvisato il suo ospite. E gli ha dato 72 ore per dirsi addio. Inutilmente.

Il 25 marzo, la titolare ha informato il funzionario della Provinciache l’indomani avrebbe chiuso, perché da lei non alloggiavano né medici, né infermieri, né pazienti in quarantena. Abbruzzese, invece, ha messo le radici. La donna ha scritto al prefetto, al sindaco, alla Regione Lombardia e all’Asst. La guerra è finita in tribunale. Assistito dall’avvocato Francesca Abbruzzese, il pizzaiolo ha spiegato le sue ragioni. Come «l’impossibilità di reperire un’altra sistemazione in breve tempo e in piena emergenza sanitaria, tenuto anche conto della riduzione dell’orario di lavoro e della conseguente diminuzione del salario». Soprattutto, ha sostenuto di essersi accordato, solo a parole, per una permanenza lunga nel b&b di Pizzighettone.

Nelle undici pagine di ordinanza, il giudice scriveche il pizzaiolo «non era tenuto ad allontanarsi nel termine di 72 ore imposto dall’ordinanza della Regione Lombardia», perché lui che fa consegne a domicilio,«rientrava tra gli ospiti che vi soggiornano per motivi di lavoro». Poteva rimanere «configurandosi una delle deroghe all’obbligo di chiusura». Ma senza il contratto «ci si trova davanti ad una occupazione senza titolo». «È un abusivo che non sta pagando», sottolinea Zontini. «In questa vicenda è mancata umanità da parte della signora — ribatte l’avvocato Abbruzzese —. Il mio cliente chiedeva tempo per trovare un’adeguata sistemazione. Il giudice glielo ha concesso. Ora vedrà degli appartamenti. Per noi la vicenda è chiusa».

https://headtopics.com/it/cremona-l...itolare-puo-contagiare-me-e-la-bimba-13062945
 

Utenti online

Nessun utente è online al momento.

Statistiche forum

Discussioni
5,728
Messaggi
35,120
Utenti registrati
15,778
Ultimo utente registrato
eleto
Top