• Ciao! perché non prendi parte alle discussioni e non ci dici la tua? Registrati ora!

Registrazione contratti di locazione breve. Come orientarsi?

#1
Buongiorno, chiedo di capire migliore procedura in merito al caso di cui sotto:

>conclusi n. 7 contratti di Locazione breve tra p.iva e p.iva

>ogni contratto ha durata di 4 gg a settimana (lunedì/venerdì). Quindi, alloggio riaperto e rimesso in vendita ogni
week-end ad altre prenotazioni. Optata questa forma in ragione di un impegno verbale dell'alloggio di circa 1-2 mesi in fase di contrattazione. Perchè?: Primo, nessuna certezza in partenza se i giorni sarebbero stati realmente più di 30 e secondo, così facendo, realmente si è ottenuto di arrivare di fatto a quasi due mesi (ma realmente 28 notti).

>dal 8° contratto da 4gg, verrà superata di fatto quota 30gg (32).

>importo settimanale 450€

Chiedo cortesemente suggerimenti, procedure ed informazioni sui costi, per i casi che esporrò di seguito:

>Su quale importo si paga la tassa di registrazione, ipotizzando di continuare sempre a singoli contratti di 4 giorni?

>Gli importi incassati per i 28 gg precedenti entrano nel computo degli oneri di registrazione?

>Considerato che potranno(?) esserci altre 4/5 settimane (di fatto 16/20 notti) di lavoro. E' auspicabile procedere sempre con contratti da 4 giorni e registralo di volta in volta, magari on-line?

>Quali e su cosa sono realmente calcolati gli oneri di registrazione di un contratto? (di fatto, otterrei la risposta che cerco anche al precedente punto).

>Ho letto i seguenti documenti: Circolare del 16/01/1998 n. 12 - Min. Finanze e la CIRCOLARE N. 26/E e non ho fugato i dubbi. Inoltre, c'è altra circolare a cui riferirsi?

Spero di aver esposto tutti i dati salienti affinchè sia ''semplice'' dar indicazioni a me ''semplici''.

Cordialità!
 
#2
Carissimo, buon pomeriggio.
Il quesito da lei posto è abbastanza interessante; mi permetto di porle il mio parere. Preciso che tale parere si basa sull'interpretazione delle norme che attualmente regolano la locazione, oltre alla carenza - da parte dell'Agenzia delle Entrate - di chiarimenti specifici.

Come specificato dalla stessa Agenzia delle Entrate " Il termine dei 30 giorni deve essere considerato in relazione ad ogni singolo contratto. Se le stesse parti stipulano in un anno più contratti di locazione breve, per calcolare la durata occorre considerare ogni singolo contratto".

Nel caso di specie, abbiamo 7 contratti da 4 giorni per cui presi singolarmente, sono tutti inferiori ai 30 giorni (Il termine dei 30 giorni deve essere considerato in relazione ad ogni singolo contratto); ma essendo le stesse parti intestatari di contratti sul medesimo immobile (quindi stessa sezione, foglio, particella e subalterno) per calcolare la durata si dovranno prendere in considerazione tutti i contratti stipulati tra i medesimi soggetti, e nel caso la somma superasse i 30 giorni si deve procedere alla registrazione dell'ottavo contratto avendo cura d'indicare come inizio degli effetti la data del primo.

In questo caso, ovviamente, l'ottavo contratto da sottoporre a registrazione (salvo che non si sia optato per la cedolare secca) subirà, oltre al pagamento dell'imposta di registro, dell'apposizione della marca da bollo, anche il pagamento di una sanzione (in genere non superiore al 3,75% oltre interessi su base annua), per ritardata registrazione.

La motivazione non deve stupire; infatti la non registrazione rappresenta un eccezione alla regola di base della registrazione; registrazione ch'è stata introdotta al fine di recuperare la grande quantità di reddito da locazione immobiliare percepito in nero.

Spero di essere stato chiaro.
 
Ultima modifica da un moderatore:

Utenti online

Nessun utente è online al momento.

Statistiche forum

Discussioni
5,540
Messaggi
32,797
Utenti registrati
14,787
Ultimo utente registrato
Enni
Top