• Ciao! perché non prendi parte alle discussioni e non ci dici la tua? Registrati ora!

Psicosi da corona-virus e sottostima da parte cinese: è il Turismo a pagarne le conseguenze!

#61
Le cancellazioni si stanno verificando un po' ovunque, su tutti i mercati.
Giorni fa ero in un albergo a Roma che lavora tanto con turisti soprattutto individuali da paesi asiatici, Corea in particolare. Un tonfo...

Occorre diversificare, occorre un po’ di genio e tanta intraprendenza.
Ad esempio, viste le difficoltà per gli spazi chiusi, diventerebbe allettante una proposta di viaggi all'aperto, chessò visite nei parchi, nelle oasi WWF o Lega Ambiente, itinerari lacustri e soprattutto di “respirazione”.

Occorrerà muoversi per tempo poiché la stagione si lavora adesso!
 
#63
le contromisure in ITALIA
Non siamo dinanzi a una pandemìa, ergo non serve attivare “spropositati” livelli di attenzione es. l’incremento di posti di blocco sulle strade.
Ogni mutamento o alterazione dello stile di vita può produrre ulteriore disagio.


Informazione, Consapevolezza e Prevenzione vanno bene, tutto però entro una diversa normalità, altrimenti rischiamo di passare dalla padella alla…brace.

di presso un tentativo di lettura:
https://www.fanpage.it/attualita/coronavirus-viaggio-nel-lodigiano-che-adesso-ha-paura/


 

Mod

Amministratore
Staff Forum
#64
Coronavirus: 1,8 milioni di italiani hanno annullato i propri viaggi

Secondo un’indagine realizzata da mUp Research e Norstat per Facile.it, 1,8 milioni di persone hanno annullato trasferte e vacanze che avevano in programma nei prossimi tre mesi, dunque fra febbraio e aprile.
Anche se la destinazione non era la Cina, e ovviamente non poteva di certo essere la Repubblica popolare in tutti quei casi. Stando alle ragioni addotte, la decisione di non viaggiare è stata del tutto indipendente dalla destinazione prevista per il viaggio, tanto che all’esplicita domanda: “Ha scelto di annullare il viaggio che aveva in programma per via del Coronavirus?” fra chi ha risposto affermativamente, ben il 62,9% avrebbe dovuto viaggiare all’interno dei confini nazionali.

Tuttavia nel complesso per chi aveva in programma un viaggio e ha scelto di annullarlo, nel 19,7% dei casi la destinazione era comunque un paese asiatico, nel 2,2% una nazione africana e, nel 15,1% una europea. S
e a livello nazionale la percentuale di chi ha scelto di annullare il viaggio è stata pari al 6,8%, studiando i dati su base territoriale si scopre come il fenomeno sia molto inferiore al Nord-Ovest (3,4%) e notevolmente superiore al Sud e nelle Isole, area in cui la percentuale di viaggiatori che ha deciso di rimanere a casa sale fino al 10,8%.

Altri 2,5 milioni hanno cambiato destinazione!
Il 6,8% ha scelto un’assicurazione.
 
#65
se il buongiorno si vede dalle M A U R I T I U S


"La Farnesina sta seguendo sin dalle prime battute la vicenda dell'aereo italiano bloccato nell'isola, in contatto costante con la compagnia aerea Alitalia e con l'Ambasciata a Pretoria, competente per l'area, al fine di assicurare la massima assistenza agli italiani a bordo", rende noto con una nota il ministero degli Esteri.

fonte:quotidiano.net
 

Mod

Amministratore
Staff Forum
#66
ENIT - Comunicazione eventi Cina e sud est asiatico

A seguito dei recenti casi di diffusione del Coronavirus, vi segnaliamo che gli organizzatori delle fiere previste in Cina e nel sud est asiatico durante il primo semestre del 2020 hanno disposto l'annullamento delle stesse.

Le fiere in questione sono:

- ILTM Asia Pacific a Singapore dal 18 al 21 maggio (rinviata al 31 maggio - 3 giugno 2021)
Link diretto alla comunicazione--> https://www.iltm.com/en/asiapacific/

- ITB China a Shanghai dal 13 al 15 maggio (data da destinarsi)
Link diretto alla comunicazione --> http://www.itb-china.com/

Per le ragioni suddette si informa che saranno altresì annullati i workshop di Chengdu e Pechino previsti rispettivamente il 18 ed il 20 maggio 2020.
 
#67
La narrazione sulla sorgente del covid-19
Trovare l'esatta sequenza degli eventi è da “romanzo poliziesco", afferma il prof. Andrew Cunningham della Zoological Society of London.
Comunque sia, un gruppo nutrito di scienziati sta lavorando sulle scaturigini del virus...

** Da qualche parte in Cina, un pipistrello vola facendo cadere al suolo degli escrementi, alcuni con tracce di corona-virus. Un animale selvatico, forse un pangolino, raccoglie l'infezione da quegli escrementi. Il virus si trova ora nella foresta: un animale infetto viene catturato; una persona in qualche modo ne prende la malattia e la trasmette ai suoi simili presso un mercato; nasce un focolaio globale.**


Una volta che il virus ha acquisito la capacità di infettare l’uomo, come nel caso del Covid-19, la sua capacità di produrre vere e proprie epidemie e diffondersi all'intera popolazione umana dipende da tre fattori:
-- la modalità di contagio
-- la probabilità di contagio
-- la durata del periodo in cui il malato è infettante e diffonde il virus nell'ambiente.

(Andrea Bellelli, Professore Ordinario di Biochimica, Università di Roma La Sapienza)

 
Mi Piace: Mod
#68
UK esorta ad evitare visite in 11 città italiane
Il ministero degli Esteri del Regno Unito esorta ad evitare viaggi "tranne quelli essenziali" in 11 città italiane messe in isolamento per via del covid-19 (corona-virus).
Le città indicate dai geni di tal Ministero degli Esteri sono Codogno, Castiglione d'Adda, Casalpusterlengo, Fombio, Maleo, Somaglia, Bertonico, Terranova dei Passerini, Castelgerundo, San Fiorano e Vo' Euganeo.

Non intendo dire che c'è del marcio in Danimarca, e non me ne vogliano le nutrie assai attive nei luoghi indicati, ma quali attrazioni potrebbero spingere un inglese, gallese o scozzese a visitarli?


Le vie del turista sono infinite?
 
#69
Avrebbe dovuto svolgersi il 27 e 28 febbraio a Montreaux (suisse – svizzera) il 5° Vertice ministeriale globale sulla sicurezza del paziente, ma le cose sono andate diversamente, causa il Covid-19.

Molti degli specialisti attesi al vertice di Montreux, infatti, risultano impegnati nella gestione della crisi sanitaria nei rispettivi paesi d’origine.
Date queste circostanze, il Dipartimento federale elvetico ha deciso di rinviare il vertice a data da destinarsi.

 
#73
e se la clorochina...
In un video pubblicato su YouTube, il professor Didier Raoult, direttore del Mediterranean Infection Research Institute (Marsiglia), intervistato da Europe1, afferma che la clorochina, un ex farmaco antimalarico, ora generalmente usato contro alcune malattie autoimmuni, porterebbe benefici nella cura contro il COVID-19 (coronavirus).

Secondo lui, questa molecola farebbe retrocedere la malattia al rango di "infezione respiratoria più semplice da trattare di tutte le altre".
 
#74
è notizia di poche ore fa e spero sia veritiera:

United Airlines modifica gratis voli per l'Italia

United Airlines ha deciso di offrire ai propri clienti la riprogrammazione e la modifica gratuita dei biglietti per i voli verso 7 città italiane: Bologna, Genova, Milano, Trieste, Torino, Venezia e Verona.
La decisione vale per i biglietti acquistabili dal 28 febbraio al 30 giugno.
 
#75
Mondiali di Sci Alpino. 2 gare in programma nel fine settimana, il SuperG e la combinata femminile a La Thuile (Valle d’Aosta)


Al fine di ridurre al minimo il rischio di una diffusione del virus COVID-19,
gli organizzatori e la federazione mondiale FIS hanno adottato alcune regole di condotta per le interviste agli atleti in gara.


A tutti i giornalisti, cameraman e fotografi, sarà vietato sostare a una distanza inferiore al metro e mezzo nell'area di arrivo. Inoltre, la copertura protettiva dei microfoni dovrà essere cambiata all'inizio di ogni intervista. Per ridurre al minimo i contatti interpersonali, infine, tutte le conferenze-stampa, nonché le cerimonie dei vincitori e l'assegnazione dei numeri di partenza sono state cancellate.
A ogni giornalista accreditato o ospite d'onore è stato vietato stringere la mano agli atleti.
 
#77
INDIA


il corrispondente dall'India del Frankfurter Allgemeine, Christoph Hein, riferisce sulle conseguenze di false notizie a proposito del COVID-19: "Le vendite di polli sono diminuite del 50% a causa di voci allarmistiche su Internet che sostenevano che il virus si diffondesse attraverso il pollame. Circa un mese fa, un pollo intero veniva venduto a 80 rupie (1,01 €), attualmente si smercia a solo 35 rupie ".

pollo indiano.jpg
 
Ultima modifica:

Utenti online

Nessun utente è online al momento.

Statistiche forum

Discussioni
5,663
Messaggi
34,231
Utenti registrati
15,348
Ultimo utente registrato
Elena Provenzano
Top