• Ciao! perché non prendi parte alle discussioni e non dici la tua? Registrati ora!

PROFESSIONE ACCOMPAGNATORE TURISTICO

#1
Ciao a tutti,

vorrei chiedere alcune cose a chi già svolge la professione di accompagnatore turistico.
Una volta preso il patentino e dopo essersi iscritti all'albo regionale è opportuno aprire subito la partita iva per presentarsi alle varie agenzie di viaggi o è meglio lavorare con altri tipi di contratto subordinato per fare carriera e poi iniziare a svolgere la professione da professionisti?
I viaggi che ho fatto per conto mio, arricchiscono il C.V. per iniziare la carriera di accompagnatore?
Ho letto che non c'è una quota fissa di guadagno giornaliera per gli accompagnatori e che quest'ultima varia da un min di 80 a un max di 150 euro per viaggi in Italia, ma come viene stabilita una cifra esatta e in base a quali elementi? Le spese di vitto e alloggio dell'accompagnatore vengono pagate interamente dal tour operator per il quale lavora o deve essere anticipato personalmente e poi rimborsato dal tour operator?
Ci sono periodi dell'anno in cui manca lavoro o se ci si rende disponibili a viaggiare anche più lontano, si riesce a lavorare bene tutto l'anno?

In attesa di risposte, ringrazio tutti per la collaborazione.
Natalie.
 

franck

Membro Senior
#2
<strong>Professione accompagnatore turistico</strong><br />
Meglio iniziare da subito, non appena patentato, da <em>professionista</em>. Il compenso è più cospicuo in genere e varia da un min. di 80 euro a un max. di 150 euro anche se è difficile dire quanto esattamente è la tariffa giornaliera dell'accompagnatore turistico perché dipende dal servizio svolto: transfer aeroporti - hotel, escursioni di mezza giornata o giornaliera, tour di una settimana o di 15 giorni per esempio. Dipende anche dall'esperienza e dalla Ditta (TO, agenzia viaggi, altri) che da il lavoro e viene stabilito in ogni caso direttamente con il datore di lavoro. In genere, le agenzie hanno già delle tariffe che intendono darti per un certo tipo di servizio ma la tua tariffa se è più importante può anche significare che hai più esperienza per il tipo di servizio richiesto mentre una tariffa più bassa può servire ad iniziare un nuovo rapporto di collaborazione. E' meglio comunque rispondere ad ogni richiesta di tariffa specificamente, denota di più la tua professionalità. Per quanto riguarda le spese sostenute durante l'accompagnamento, è consigliabile parlarne con il datore di lavoro prima di iniziare il rapporto e ovviamente il vito e l'alloggio durante i tour è quasi sempre a carico dell'agenzia. Chi paga che o come lo si fa, va discusso anche con il datore di lavoro prima di iniziare. A questo punto, ti voglio ricordare che tu, non hai se inizi ora questa professione un'idea precisa del tutto mentre il datore di lavoro non comincia generalmente con te ma ha un'esperienza consolidata in materia. Ti basterà sentire come la pensa prima di intraprendere un nuovo rapporto di collaborazione.<br />
Viaggiare, aver viaggiato di certo aiuta ad avere un'idea di ciò che "cerca" il viaggiatore una volta nel luogo di vacanza, aumenta la tua propensione a meglio rispondere alle aspettative altrui.<br />
Da bravo professionista, hai cura dei propri clienti e speri in un ritorno di nuove opportunità lavorative nel futuro. Poi, facendoti conoscere da persona seria e preparata, diventerai presto un attore del turismo che gode di una bella reputazione sul lavoro e a questo punto servirà sempre meno praticare una politica di tariffe più basse per lavorare ma ti basterà dire che sei disponibile.<br />
<br />
Lavorare in ogni tanto oppure sempre e tutto l'anno dipende da te insomma, dalle lingue che parli, dalle zone che conosci o che vuoi imparare a conoscere e infine dalla tua serietà nello svolgere questa bellissima professione senza dimenticare una grande dosi di passione e una mente apertissima alle nuove opportunità.<br />
Se vuoi conoscere la più grande community di accompagnatori turistici, visita la pagina facebook Accompagnatore Turistico.<br />
Spero di averti aiutato a capire meglio la nostra professione, se hai bisogno di sapere altro, non esitare a chiedere qui ..<br />
Franck
 
#4
ho trovato questo forum molto interessante. sono una professoressa di inglese ma è da tempo che cerco una svolta nella mia carriera. ovviamente sono esperta sia in campo linguistico sia letterario e vorrei approfondire l'approccio turistico. mi piacerebbe lavorare ad esempio per una compagnia come <a href="http://www.londonpass.it/index.php">london pass</a> ma non saprei da che punto cominciare. ogni consiglio è bene accetto. grazie, marina m.
 
#5
Ciao a tutti!
Sono felice di far parte di questa community!
Questo forum è molto utile e interessante, soprattutto per chi, come me, vorrebbe intraprendere questo percorso professionale.
Io ho una laurea in architettura, (sprecata e inutilizzata) e lavoro stagionalmente nella fotografia turistica (una mia grande passione).. ma da tempo penso a questo tipo di percorso. Certo, non ho più 20 anni, ma oltre 30 .. ma da sempre grande appassionata di storia dell'arte e viaggi. Ho viaggiato tanto, soprattutto per lavoro. Vorrei chiedere delle info in merito alla conoscenza delle lingue straniere per intraprendere la professione di accompagnatore turistico. Bisogna avere una conoscenza dell'inglese di livello B2 giusto? Ma sono richieste minimo due lingue straniere oppure è sufficiente conoscerne anche una?
(nel mio caso la lingua di mia preferenza sarebbe l'inglese).
Se così fosse sarebbe una strada troppo lunga da intraprendere per me ormai, dovrei mettermi a studiare una seconda lingua da zero.
Grazie!
Buona serata ..
e buon lavoro a tutti!!
 

Membri online

Nessun utente è online al momento.

Statistiche forum

Discussioni
6,109
Messaggi
36,733
Utenti registrati
17,100
Ultimo utente registrato
Alessia Bagnoli
Top