• Ciao! perché non prendi parte alle discussioni e non ci dici la tua? Registrati ora!

Luoghi "fantastici" da visitare

#1
La Scarzuola, Montegabbione

Da un geniale "delirio" dell'architetto milanese Tomaso Buzzi, nel 1956, in località di Montegiovane, comune di Montegabbione in provincia di Terni, nasce La Scarzuola, città ideale ed eccentrica composta da un mix di stili architettonici che altro non sono che un viaggio interiore alla scopoerta dell'uomo secondo il poema “Hypnerotomachia Poliphili” .
Lasciata volutamente incompiuta, questa località fu dimora di San Francesco nel 1218.

http://www.lascarzuola.com/
 
#3
Rimaniamo in zona: il viterbese ai confini col ternano: nelle vicinanze del luogo fantastico di Bomarzo esiste un sito più "selvatico" e "misterioso" noto ai pionieri dell'Ineffabile come la PIRAMIDE ETRUSCA...

Lontano dal bisbiglìo e le sonorità ante-barocche del parco degli Orsini, s'eleva una foresta detta Sasso del Predicatore.
Per coloro che hanno un'attrezzatura capace di fare il Punto, ecco le coordinate:
42° 28′ 17″ N
12° 15′ 60″ E

cercatela
http://www.etruschi.name/bomarzo/piramide_etrusca_it.html
 
#4
Rimanendo sulla via d’Orvieto, eppoi di Todi (quindi in provincia di Terni), può spesso accadere di imbattersi in un complesso fortificato a rocca oppure in una residenza conventuale del XIII secolo; talvolta tra poderi e concluse ondulazioni si riesce a notare anche qualche stranezza del più recente XX secolo.

In prossimità di Montegabbione, in località Montegiove, mi capitò di scorgere quello che poi lessi essere La Scarzuola, un posto d'incanti col meraviglioso ”Teatrum Mundi”, opera dell’architetto Tomaso Buzzi costellato di tali e tante intenzioni neo-illuministe degne da far da richiamo alla composizione letteraria fantastica che reputo al primo posto tra quelle nate in suolo italico: quel romanzo opimo di allegorie che è l’Hypnerotomachia Poliphili (il Combattimento amoroso di Polifilo in sogno), stampato a Venezia da uno dei Manuzio sul finire del dicembre 1499.

Molteplici sono i riferimenti, ma la strada migliore è scoprirlo pian pianino cogliendone ogni sorta di sfumature…

P.S. occorre prenotare la visita contattando Tel e Fax 0763/837463
strog.jpg
 
#6
La Cina è piena di luoghi "fantastici", nel senso stretto e letterale del termine,
Uno di questi è il monte Hua (Hua Shan), situato nella provincia di Shaanxi, dove c'è un percorso che porta al monastero omonimo ad oltre 2000 metri di quota.
Il paesaggio ricorda i film fantasy ed il sentiero non è percorribile da tutti.
Se non mi credete date un'occhiata al video

 
#7
Il Caminito del Rey, Spagna

Se vi trovate dalle parti di Malaga fate un salto ad Ardales per arrivare ad El Chorro e percorrere il famoso sentiero.
Si chiama così perchè fu inaugurato da Re Alfonso XIII nel 1921 che presenziò alla cerimonia di apertura della diga del Conde del Guadalhorce.
Fino a qualche anno fa, a causa del deterioramento per mancanza di manutenzione e conseguente morte di alcuni "arditi" che vi si sono arrampicati, l'ingresso era proibito ed il tragitto considerato fra i più pericolosi al mondo.
Ecco com'era ridotto:


Dal 2015 si può percorrere in tutta sicurezza, però è sconsigliato a chi soffre di vertigini.
Il percorso si dipana per poco meno di 8 Km e richiede mediamente 3 ore di cammino.
Il costo del biglietto è di 10 Euro, escluso navetta e guida, ed è vietato ai minori di 8 anni.
 
#8
Un viaggio di 9 metri che sembrano 36

Datemi pure del cialtrone, ma se andate a Palazzo Spada a Roma, non lontano dall’Ambassade de France, fate pure il biglietto d’ingresso alla Galleria Spada poiché ne vale la pena: quel che poté fare Francesco Castelli (altrimenti detto BORROMINI) in codesto contesto, rientra a pieno titolo tra le più eclatanti illusioni ottiche.

Siamo nel 1635, in un angusto spazio di 8,60 mt, il già celebre architetto svizzero, concretizza una genialità architettonica sull'arco frontale: lo farà partire da un’altezza di 6 metri e larghezza 3 per poi farlo degradare in fondo ad un'altezza di 2 metri e larghezza 1

Credetemi… MAGNA, SED IN SPECIEM, CAPIENTI PARVULA FIUNT

PioII.jpg
 
#10
Oratorio di San Pellegrino, Bominaco

A Bominaco, frazione del comune di Caporciano (AQ), sull'altopiano di Navelli, parte di un complesso monastico appartenente ai benedettini c'è l'Oratorio di San Pellegrino, a pochissima distanza dalla chiesa di Santa Maria Assunta, luoghi cari alLo Psillo.

http://www.storiadellarte.com/articoli/guida/AFFRESCHI ORATORIO DI SAN PELLEGRINO.html
Indubbiamente ci vuole il coraggio e l’intraprendenza di @liside per andare a cogliere l’Oratorio in Bominaco, poiché da quei pizzi (da quelle parti) è facile cadere in errore: strade contorte e incroci ingannevoli.

In fondo il Diavolo fa sempre la sua parte come in San Pellegrino che invito tutti a visitare quando andrete a Navelli, sulla cui lunga e fredda piana VIVE incontrastato lo Zafferano…

lu diavole.jpeg
 

Utenti online

Statistiche forum

Discussioni
5,546
Messaggi
32,812
Utenti registrati
14,802
Ultimo utente registrato
Jmiguel
Top