• Ciao! perché non prendi parte alle discussioni e non ci dici la tua? Registrati ora!

Il turismo Gay, una torta "appetitosa"

Mod

Amministratore
Staff Forum
#1
riceviamo e pubblichiamo questo post di <strong>Alberto Correra</strong>. E' aperto il dibattito :)
<hr class="bbcode_rule" />
<strong>Il turismo Gay, una torta "appetitosa"</strong><br />
Già da qualche anno sono presenti sul mercato alcune <strong>OTA specializzate nel turismo gay</strong> che possiedono siti specifici per un segmento di mercato che, per quanto nicchia, raggruppa milioni di potenziali clienti.<br />
Tuttavia, qualcosa sembra non tornare: un qualcosa che è di facile spiegazione.<br />
<br />
Molti siti turistici gay sono stati creati proprio dai "gay" che pensavano che la semplice scelta sessuale fosse anche detentrice di quella tecnicità che oggi sempre più è necessaria in un environment sempre più competitivo.<br />
Questo è anche uno dei motivi per cui nessun sito gay travel è riuscito a varcare lo Stato in cui esso è stato creato.<br />
<br />
Purtroppo questo settore molto spesso, laddove comprende che ci possono essere torte da poter "consumare", non perde occasione per dare uno spettacolo poco edificante a danno di tutti.<br />
Del resto, dati alla mano, i gay ormai preferiscono "prenotare" su qualsivoglia sito che, oltre ad offrire convenienza e sicurezza, offre un ottimo servizio di qualità e professionalità.<br />
Questo è dovuto principalmente al fatto che le strutture esclusivamente gay sono ormai presenti sui siti delle maggiori OTA.<br />
<br />
Il caso del turismo gay è comunque emblematico: molti dei siti specializzati provocano infatti seri danni a siti di turismo online seri e professionali. Mi spiego meglio: quando agli inizi degli anni 2000 i vari fondatori che hanno creato HotelClub, Venere, etc. pensavano a qualcosa che potesse essere utile al cliente, avevano in mente non solo una visione di business, ma anche una visione di "mission". Oggi, però, troppo spesso si crea qualcosa solo per far "cassa", senza possedere nessuna visione e, ahinoi, nessuna esperienza del settore. Questo è uno dei punti del recente benchmark della HOTREC, ovvero: non esiste un "organismo" di controllo, tra le OTA, che sempre più sembra essere necessario per arginare troppi errori.
 

Utenti online

Nessun utente è online al momento.

Statistiche forum

Discussioni
5,314
Messaggi
31,771
Utenti registrati
13,990
Ultimo utente registrato
Luigi Palmieri
Top