• Ciao! perché non prendi parte alle discussioni e non dici la tua? Registrati ora!

Estensione di Licenza di Operatore Turistico

#1
Buongiorno,
Mi complimento per la validità di questo Forum e della grande competenza dello specialista che lo coordina!
Ho alcune domande da porre.

Sono una partita iva a regime forfettario con gestione separata dell'INPS. Codice ateco dell'accompagnatore turistico. Dopo anni di esperienza sul campo ho iniziato a comporre i miei itinerari che ho proposto a clienti privati senza scopo di lucro ma solo ricavando al loro interno il mio servizio di tour leader. In pratica, consulenza gratuita.

Ora una agenzia di viaggi, che ha apprezzato i miei itinerari e i miei contatti con le realtà turistico imprenditoriali ad essi collegate, mi ha proposto un rapporto di collaborazione che mi inquadrerebbe come consulente di viaggi. Aprirei quindi un secondo codice ateco e percepirei un (modico) importo mensile forfettario, indipendentemente dalle vendite dei miei "pacchetti" da parte dell' agenzia.

Ho già un sito web abbastanza ben posizionato e sono molto attiva sui social. L'agenzia mi propone di linkare sul mio sito web la loro pagina web con e-commerce, in cui apparirebbero in vetrina i miei itinerari (oramai veri pacchetti turistici venduti dalla stessa Agenzia e Tour Operator).
Mi chiedo: questa procedura è lecita e legale? Posso io mettere questo link ad altro sito di e-commerce nel mio sito web?

Seconda domanda: un collega mi ha raccontato dell'esistenza di Tour Operators che operano in franchising e stipulano con liberi professionisti un contratto di ESTENSIONE DI LICENZA per cui mettono (ovviamente dietro compenso) a disposizione del consulente di viaggi la propria piattaforma di e-commerce (tramite link web) e tutto l'apparato amministrativo che si occuperà oltre che di recepire la prenotazione anche di tutte le pratiche relative alla fatturazione.
Non so se qui è consentito fare il nome di questa società (per cui evito e mi riservo semmai di farlo in un secondo commento se richiesto) ma mi domando se questo, diciamolo pure, escamotage risulti contemplato o digeribile dalla normativa italiana in materia turistica.

Ringrazio anticipatamente per il chiarimento che vorrete darmi.
 

Mod

Amministratore
Staff Forum
#2
Ciao @Clotildes e grazie per i complimenti.

La pratica di linkare sul tuo sito web la pagina web di un'agenzia di viaggi e tour operator con cui collabori è perfettamente lecita e legale, a condizione che l'agenzia stessa sia in regola con tutte le normative previste per l'esercizio dell'attività di agenzia di viaggi e tour operator.

In particolare, è importante che l'agenzia sia regolarmente iscritta e che possieda tutte le autorizzazioni necessarie per l'esercizio della propria attività, come ad esempio la licenza rilasciata dalla regione di appartenenza e l'assicurazione di responsabilità civile professionale.
O che rispetti tutte le normative relative alla vendita online di pacchetti turistici, come ad esempio l'obbligo di fornire tutte le informazioni previste per legge, il diritto di recesso del consumatore e le modalità di pagamento sicure.
E presumo che tali condizioni del partner vi siano tutte.

Per quanto riguarda la tua seconda domanda, il franchising nel settore turistico è una pratica legale e diffusa, che consente a un'agenzia di viaggi di estendere la propria attività attraverso la collaborazione con professionisti indipendenti.

In questo caso, l'estensione di licenza è un accordo tra il Tour Operator e il consulente di viaggi che prevede l'utilizzo della piattaforma di e-commerce dell'agenzia, tramite un link web, e l'assistenza amministrativa per la gestione delle prenotazioni e della fatturazione.

Anche in questo caso, è importante che il Tour Operator sia in regola con tutte le normative del settore turistico e che il contratto di estensione di licenza sia redatto in modo chiaro e trasparente, in modo da definire con precisione le responsabilità delle parti coinvolte, le modalità di remunerazione e gli obblighi previsti per legge.

Puoi tranquillamente citare il nome della scoietà.
 
#3
Grazie infinite per la velocissima risposta!
Aggiungo due cose.
La prima è il nome della società che propone il contratto di estensione di licenza: la ALL TRAVEL.
La seconda è l'opinione del mio commercialista (che prima ho dimenticato di menzionare) riguardo il regime fiscale in caso di link ad un sito e-commerce di un tour Operator dal mio sito web professionale.
Ovvero asserisce che, in tal caso, non potrei operare come consulente di viaggi in regime forfettario ma che dovrei iscrivermi alla Camera di Commercio perché agirei come "procacciatore di affari" per l'Agenzia in questione (facendo confluire verso quest'ultima I miei clienti)...
Se avesse ragione, la convenienza economica, almeno per i primi anni, sarebbe quasi nulla.
Nuovamente Grazie
 

Mod

Amministratore
Staff Forum
#4
Perdonami se ho capito male. Stai parlando di 2 situazioni diverse. Vero?

Premetto che non conosco ALL TRAVEL.
Ma entrambe le ipotesi mi sembrano opportunità.
In entrambe le situazioni si tratterebbe di includere nel tuo sito web pagine e link verso uno dei due e-commerce.
La prima situazione più blanda, meno impattante sulla tua professione e attività economica, di attività consulenziale per l'organizzazione e l'accompagmento di turisti.

Come tu stessa descrivi, sarebbe una collaborazione professionale a forfait come consulente di viaggi, indipendetemente dal potenziale/reale produzione che si andrebbe a generare a favore dell'agenzia/t.o
Quindi è escluso il procacciamento d'affari.
In quest'ottica, l'inclusione di link ad un sito e-commerce di un tour operator potrebbe rientrare più nella categoria di "affiliation marketing" piuttosto che di "procacciamento di affari" e a fronte del quale ti viene riconosciuto un forfait.
Nulla esclude però che questa "presunta attività commerciale" sia a costo zero, ma sia semplicemente un tuo gratuito apporto di visibilità in virtù della collaborazione che tu hai con loro.
O se vogliamo di pura cortesia visto che hai una collaborazione in essere in qualità di AT.
Pensaci bene. Se linki nel tuo sito, che so' un hotel, un TO con il quale collabori in maniera sistematica o perchè hai con loro un rapporto particolare, e ti va di segnalarlo nelle tue pagine non stai mica facendo un illecito e nessuno può contestartelo. O chiderti perchè lo fai! Per quanto tu possa essere per esempio una influencer nessuno te lo può vietare.
Quindi se nell'accordo è specificato per cosa ti viene riconosciuto il forfait(consulenza), e magari separatamente con una scrittura tu confermi che la disponibilità di promuovere i loro pacchetti è svolta a titolo gratuito sul tuo sito web, non vedo complicazioni.

La seconda più strutturale perchè trattasi di franchising, con uno stravolgimento del lavoro da AT a consulente di viaggio vero e proprio. Quindi economicamente avresti una produzione che è legata direttamente all'attività di promozione che andresti a svolgere. E' per questo caso che sarebbe necessario il cambio.
Diventa un'attività imprenditoriale del tutto nuova, ben diversa dal lavoro (quindi regime, ateco) dell'accompagnatore turistico.

Spero di non aver fatto confusione ma di averti dato una mano. È un po' tutto da approfondire, ma mi auguro il mio contributo possa esserti utile.
Ciao
 
Ultima modifica:
#5
Si hai capito bene, sarebbero due situazioni diverse. Ti ringrazio davvero molto perché sei stato illuminante. Il tuo apporto attraverso questi Forum è notevole. Grazie ancora
 
Mi Piace: Mod
#6
Perdonami se ho capito male. Stai parlando di 2 situazioni diverse. Vero?

Premetto che non conosco ALL TRAVEL.
Ma entrambe le ipotesi mi sembrano opportunità.
In entrambe le situazioni si tratterebbe di includere nel tuo sito web pagine e link verso uno dei due e-commerce.
La prima situazione più blanda, meno impattante sulla tua professione e attività economica, di attività consulenziale per l'organizzazione e l'accompagmento di turisti.

Come tu stessa descrivi, sarebbe una collaborazione professionale a forfait come consulente di viaggi, indipendetemente dal potenziale/reale produzione che si andrebbe a generare a favore dell'agenzia/t.o
Quindi è escluso il procacciamento d'affari.
In quest'ottica, l'inclusione di link ad un sito e-commerce di un tour operator potrebbe rientrare più nella categoria di "affiliation marketing" piuttosto che di "procacciamento di affari" e a fronte del quale ti viene riconosciuto un forfait.
Nulla esclude però che questa "presunta attività commerciale" sia a costo zero, ma sia semplicemente un tuo gratuito apporto di visibilità in virtù della collaborazione che tu hai con loro.
O se vogliamo di pura cortesia visto che hai una collaborazione in essere in qualità di AT.
Pensaci bene. Se linki nel tuo sito, che so' un hotel, un TO con il quale collabori in maniera sistematica o perchè hai con loro un rapporto particolare, e ti va di segnalarlo nelle tue pagine non stai mica facendo un illecito e nessuno può contestartelo. O chiderti perchè lo fai! Per quanto tu possa essere per esempio una influencer nessuno te lo può vietare.
Quindi se nell'accordo è specificato per cosa ti viene riconosciuto il forfait(consulenza), e magari separatamente con una scrittura tu confermi che la disponibilità di promuovere i loro pacchetti è svolta a titolo gratuito sul tuo sito web, non vedo complicazioni.

La seconda più strutturale perchè trattasi di franchising, con uno stravolgimento del lavoro da AT a consulente di viaggio vero e proprio. Quindi economicamente avresti una produzione che è legata direttamente all'attività di promozione che andresti a svolgere. E' per questo caso che sarebbe necessario il cambio.
Diventa un'attività imprenditoriale del tutto nuova, ben diversa dal lavoro (quindi regime, ateco) dell'accompagnatore turistico.

Spero di non aver fatto confusione ma di averti dato una mano. È un po' tutto da approfondire, ma mi auguro il mio contributo possa esserti utile.
Ciao

Ancora Buongiorno,
In relazione al suo suggerimento di approfondimento (come scritto alla fine del suo ultimo commento) pensa sia una buona idea inoltrare la mia domanda al Forum "Legislazione Turistica, info dagli Esperti"?
Ringrazio nuovamente
 

Membri online

Nessun utente è online al momento.

Statistiche forum

Discussioni
6,340
Messaggi
38,511
Utenti registrati
19,435
Ultimo utente registrato
shreejahealthcare
Top