• Ciao! perché non prendi parte alle discussioni e non ci dici la tua? Registrati ora!

Disintermediazione possibile in tutti i mercati geografici?

#1
La disintermediazione dalle OTA, IDS e da tutti gli altri intermediari on-line è un argomento caro a tutti noi (come giusto che sia) nell'ottica della massimizzazione dei ricavi; mi chiedo, oggi, una "Disintermediazione Parziale o Totale" è possibile in tutti i mercati geografici?<br />
<br />
Personalmente penso di no (o almeno non in tempi medio-brevi), uno dei motivi principali è il fatto che ci sono destinazioni che hanno difficoltà a promuoversi in proprio e gli intermediari online possono dare loro grande aiuto in questo senso. Quindi, "Disintermedia et impera".....ma con moderazione!<br />
<br />
Voi cosa ne pensate?
 

Francesco Mongiello

Consulente Web Marketing Turistico & Social Media
Staff Forum
#2
condivido parte delle tue riflessioni, ma preciso qual 'è il mio punto di vista.<br />
la questione va vista da due punti di vista:<br />
- lato offerta: la disintermediazione parizale o totale è possibile solo se convivono due variabili: caratteristiche e capacità ricettiva della struttura (piccole dimensioni) + location, intesa come destinazione.<br />
lato domanda: è possibile ma solo su mercati specifici, penso soprattutto a quelli di prossimità o di medio raggio, del tutto impensabile per il turismo internazionale di lungo raggio.<br />
<br />
probabilmente, laddove sussistono le caratteristiche sul lato offerta, forse anche le difficoltà che si hanno sulla domanda del turismo internazionale di lungo raggio la disintermediazione totale è fattibile. ma parliamo di casi più che rari almeno allo stato attuale delle dinamiche di mercato.
 
#3
Se la struttura si trova in una posizione dove c'è poca concorrenza, il sito internet dell'albergo avrà anche più possibilità di farsi trovare... e quindi forse avrà meno bisogno di intermediari.
 

poti

Membro Junior
#4
tra l'altro le OTA mostrano sempre scarso interesse per le destinazioni minori, quindi un gran lavoro va fatto sul piano territoriale, geolocal, per crearsi spazi di visibilità. resto cmq anch'io dell'idea che l'intermediazione impera e chissà ancoraper quanto tempo, anzi forse per sempre anche perchè sono sempre i più veloci ad aggiornarsi, con sempre nuove innovazioni tecnologiche, lasciando dietro l'operatore che seppur si attrezza a cogliere le nuove opportunità del web gioca ad armi quasi impari, non credete?
 
#5
In alcuni territori, non ancora vere e proprie destinazione turistiche, le OTA aiutano molto a comunicare e far conoscere la destinazione. Il problema della "Non destinazione turistica", ne parlo per esperienza diretta, è purtroppo il risultato di un mix di diversi fattori basilari del territorio: la gestione dell'amministrazione locale, l'accessibilità, la poca professionalità e formazione degli operatori, l'offerta turistica complessiva, ecc..<br />
Con l'utilizzo di un corretto Marketing Mix è pur vero che una Struttura Ricettiva può incisivamente emergere ed ottenere una posizione di rilievo sul mercato.
 

Staff online

  • Mod
    Amministratore

Utenti online

Statistiche forum

Discussioni
5,314
Messaggi
31,785
Utenti registrati
14,009
Ultimo utente registrato
JACOPO ROSSI NAPOLI
Top