• Ciao! perché non prendi parte alle discussioni e non ci dici la tua? Registrati ora!

Creare un portale turistico?

#1
Buonasera, mi chiamo Antonio ed apro questa discussione per avere il vostro parere su un quesito a cui penso da un po. Mi stavo chiedendo se ha senso ad oggi creare un portale turistico per una località? Nello specifico domando: secondo voi ha senso investire in un portale del tipo nomecittahotel.it dove inserire le varie strutture affiliate ( e naturalmente tutta una serie di altre cose che servono a posizionare il sito e attrarre visitatori tipo guide, consigli, news su eventi ecc.)?
 

Francesco Mongiello

Consulente Web Marketing Turistico & Social Media
Staff Forum
#2
Secondo me NO se l'idea ha come dominio - che sottointende al progetto - nomecittahotel.it
Se invece parliamo di un portale di destinazione, ben articolato, con contenuti interessanti...allora forse potrebbe avere ancora un senso.
 
J

jonathan1

Guest
#3
Ciao Antonio e benvenuto.

L'argomento sollevato a mio avviso è molto interessante e spesso anche io mi sono posto questo pensiero.

La risposta che sono riuscito a darmi è che oggi le OTA hanno assolutamente il monopolio.
Portali come booking, expedia, tripadvisor, bed-and-breakfast, .. sono riusciti a conquistare, con il tempo, la fiducia del cliente
e nello stesso tempo garantire il prezzo più bassi.

Il mio punto di vista?
Riuscire a dare all'utente quello che non riescono a dare questi portali.
Nello specifico credo che operatori che si occupano di una zona molto specifica (regione/provincia/città) potrebbero giocarsela
dando informazioni veramente molto dettagliate su monumenti, mare, parchi, etc... della zona in questione.

Essere il più specifici e dettagliati possibili potrebbe essere uno dei pochi punti di forza su cui giocarsela.


Mi piacerebbe sentire anche altri pareri.
 
#4
Ciao, io lavoro su un portale locale da 5 anni. Non va male, ma al momento è un po' fermo.
La lotta con le multinazionali è dura ma credo che si possa combattere con servizi nuovi e costi minori.
Visto che le parity rate non sono più legali(credo) tramite un portale locale con sistema di booking i vari proprietari possono applicare un prezzo inferiore rispetto a quello pubblicato sulle OTA.
 

Francesco Mongiello

Consulente Web Marketing Turistico & Social Media
Staff Forum
#5
dubito che lavorando in disparity si ottengano risultati migliori. non è solo questione di prezzi migliori da trovare che facilita un portale.
 
#6
Da ignorante della materia mi chiedo: a prescindere dalle prenotazioni, può funzionare, mantenersi, il portale con la raccolta pubblicitaria? Se si parla di una singola destinazione si potrebbe fare affidamento sulle inserzioni degli albergatori e - perché no? - attraverso il sostegno degli enti o delle associazioni di categoria, che potrebbero promuovere loro servizio o comunque la loro destinazione. Dovrebbero avere interesse a farlo

Tra l'altro credo si possa creare anche un circolo virtuoso a beneficio di tutti: se tutti fanno squadra e puntano su una destinazione, possono creare benefici economici a tutti, anche all'indotto. Si crea interesse intorno alla località e la si promuove. Ho letto qualcosa del genere su siti che parlano di revenue management. Di destinazioni ne parla Franco Grasso, uno dei massimi esperti in Italia di revenue. Le sue idee mi sembrano interessanti.

Voi che ne dite?
 

Utenti online

Statistiche forum

Discussioni
5,550
Messaggi
32,849
Utenti registrati
14,813
Ultimo utente registrato
Rodiruo
Top