• Ciao! perché non prendi parte alle discussioni e non ci dici la tua? Registrati ora!

come aprire un'agenzia viaggi online?

#21
Salve Saverio, io e mia moglie vorremmo aprire un Agenzia di Viaggi Online, la sede la vorrei avere in umbria, le chiedevo cortesemente tutti gli step che dovrei affrontare per districarmi con la burocrazia(direttore tecnico, assicurazione, apertura partita iva, commercialista....)grazie attendo un vostro riscontro.
 
#22
Umbria LEGGE REGIONALE 12 luglio 2013, n. 13. Testo unico in materia di turismo. Regione Umbria agenzie di viaggio dall'articolo 53 a 67.<br />
<br />
Vada su GOOGLE scriva "Regione Umbria agenzie di viaggio" entri nel sito <!-- w --><a class="postlink" href="http://www.turismo.regione.umbria.it/Mediacenter/FE/CategoriaMedia.aspx?...Qui">www.turismo.regione.umbria.it/Mediacent ... spx?...Qui</a><!-- w --> troverà tutte le informazioni, la modulistica e i nomi dei responsabili che le daranno le informazioni specifiche.<br />
Le anticipo quanto scritto nel SITO della regione Umbria.<br />
<br />
<br />
Chi è interessato ad aprire un'agenzia di viaggio e turismo (art. 57) deve presentare al Servizio Turismo e promozione integrata della Regione Umbria (nelle more della completa attuazione della L.R. n. 13/2013) una Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) corredata, anche a mezzo di autocertificazione, della documentazione che attesta il possesso dei requisiti obbligatori nonché la stipula della polizza assicurativa, come previsto dalla normativa vigente.<br />
<br />
L'attività inizia dalla data di presentazione della SCIA, ma il Servizio Turismo e promozione integrata ha l'obbligo di effettuare controlli entro 30 giorni (60 giorni in caso di apertura di filiale) nonché di verificare annualmente il rinnovo della polizza assicurativa.<br />
Il titolare dell'agenzia di viaggio e turismo è tenuto a comunicare, entro 15 giorni, ogni variazione relativa alla documentazione a corredo della SCIA.<br />
<br />
Chi è interessato ad aprire filiali di AdV con sede principale nel territorio regionale o in altra regione o in altro Stato UE (art. 58) è soggetta a comunicazione da presentare al Servizio Turismo e promozione integrata (nelle more della completa attuazione della L.R. n. 13/2013). Il tiolare comunica i dati concernenti l'agenzia principale nonché i dati della polizza assicurativa e, inoltre, anche qualsiasi mutamento della situazione originaria dell'agenzia principale.<br />
<br />
In caso di accertata carenza dei requisiti richiesti, l'ufficio regionale adotta motivato provvedimento di divieto di prosecuzione dell'attività salvo che, ove ciò sia possibile, l'interessato provveda a conformare l'attività alla noramativa vigente entro un termine che non può essere inferiore a 30 giorni.<br />
Nel caso di mancato adeguamento nei termini previsti, il divieto di prosecuzione diviene efficace. E' fatto comunque salvo il potere di assumere determinazioni in via di autotutela, ai sensi della L. n. 241/1990 e s.m.i..
 
#23
Ciao Saverio,<br />
Sono intenzionato ad aprire una ADV online a Roma.Vorrei esserne il responsabile tecnico < non direttore tecnico>.<br />
Domande :<br />
1)E possibile aprire ADV ONLINE<br />
2) che esame dovrei affrontare per diventare Responsabile tecnico della mia agenzia?<br />
Ho fatto numerose ricerche al riguardo ma non sono riuscito ad avere un quadro chiaro purtroppo.<br />
Sono disposto se possibile ad incontrarla per una consulenza mi trovo a palermo per 4 giorni.<br />
GRAZIEEEEEEE
 

Saverio Panzica

Esperto
Staff Forum
#24
La normativa di riferimento per la regione Lazio:<br />
Regione Lazio L.R. 06 Agosto 2007, n. 13 dall'articolo 32 all'articolo 38;Regolamento regionale 24 ottobre 2008, n. 19 BUR 7 Novembre 2008, n. 41, S/130 Disciplina delle Agenzie di viaggi e turismo. Elenco regionale delle agenzie sicure. Elenco<br />
regionale delle Associazioni e degli altri Enti senza scopo di lucro operanti a livello nazionale.<br />
<br />
<br />
Portale istituzionale della Provincia di Roma di viaggi e turismo<br />
<br />
Le Agenzie di Viaggi possono effettuare pagamenti on-line<br />
<br />
Le Agenzie di Viaggi possono effettuare i pagamenti on line per il Rilascio di autorizzazioni (apertura o subentro), Rinnovo annuale autorizzazione, Sanzioni, Ravvedimento attraverso il Portale dei Pagamenti On Line. Tale Portale è raggiungibile sul sito istituzionale della Provincia di Roma <!-- w --><a class="postlink" href="http://www.provincia.roma.it">www.provincia.roma.it</a><!-- w --> .<br />
<br />
Precisamente, l'accesso al portale si trova nell'home page nella colonna a destra sotto "Urp On Line la Provincia Risponde" al seguente link http://pagamenti.provincia.roma.it/<br />
<br />
Dopo la registrazione con inserimento dei dati anagrafici e attribuzione del nome utente e password (confermata dall'utente a seguito di ricevimento di una e-mail nella propria casella di posta elettronica)<br />
<br />
L'utente potrà procedere al pagamento del bollettino cliccando su "Nuovo Pagamento".<br />
Si aprirà una pagina web e l'utente dovrà cliccare su "Servizio Agenzie di Viaggio":<br />
A questo punto l'utente sceglierà la tipologia di bollettino che intende pagare.<br />
<br />
I bollettini attualmente presenti sul portale sono pagabili con i seguenti strumenti di pagamento:<br />
<br />
PostePay<br />
PostePay Impresa<br />
Bancoposta Online<br />
Bancoposta Onlineimpresa<br />
Successivamente quando alle Agenzie di Viaggi perverranno i bollettini pre-marcati sarà possibile effettuare i pagamenti a mezzo carta di credito.<br />
<br />
<br />
Posta Elettronica Certificata dell'Ufficio Agenzie di viaggi:<br />
<br />
L’Ufficio Agenzie di Viaggi e Turismo e la Direzione del Dipartimento V “Sviluppo Economico e Promozione del Territorio” ha attivato la Posta Elettronica Certificata (PEC) che è un tipo speciale di e-mail che consente di inviare/ricevere messaggi di testo e allegati con lo stesso valore legale di una raccomandata con avviso di ricevimento.<br />
<br />
La PEC permette di scambiare documenti con valore legale, evitando sia di recarsi personalmente agli uffici, sia di spedire raccomandate postali.<br />
<br />
La Posta Elettronica Certificata dell'Ufficio Agenzie di viaggi è la seguente<br />
<br />
<a href="mailto:agenziediviaggi@pec.provincia.roma.it">agenziediviaggi@pec.provincia.roma.it</a><br />
<br />
<br />
<br />
La Provincia di Roma, per effetto del decentramento amministrativo (legge 15 marzo 1997 n. 59), attuato dalla Regione Lazio con legge n.14/1999, con decorrenza dal 1° luglio 2002, ha acquisito le funzioni ed i compiti amministrativi in materia di Agenzie di Viaggi e Turismo, ivi comprese quelle di vigilanza e controllo sulle relative attività, in precedenza svolte dalla Regione Lazio.<br />
<br />
La Provincia di Roma, in particolare, cura le procedure amministrative per :<br />
<br />
<br />
rilascio autorizzazione per l'apertura di agenzia di viaggi e turismo<br />
apertura di sede secondaria/filiale di agenzia di viaggi e turismo<br />
chiusura di agenzia di viaggi principale/sede secondaria/filiale<br />
chiusura temporanea<br />
cambio di denominazione<br />
variazione titolare/rappresentante legale<br />
modifica e variazione denominazione/ragione sociale<br />
limitazione/estensione attività esercitate<br />
trasferimento sede legale<br />
trasferimento di sede operativa<br />
subentri nell’impresa già esistente<br />
abilitazione/iscrizione/cancellazione/sostituzione direttore tecnico<br />
L’autorizzazione è annuale e viene tacitamente rinnovata con il pagamento della tassa di concessione regionale, dovuta nella misura stabilita dalla normativa statale e regionale vigente in materia. Le agenzie di viaggi e turismo devono esporre in modo visibile l’autorizzazione all’esercizio delle attività, sia nei locali ad esse preposti che nei siti on line in caso di vendita di prodotti e-commerce .<br />
<br />
Le agenzie di viaggi e turismo sono tenute a stipulare polizze assicurative di responsabilità civile a garanzia dell’esatto adempimento degli obblighi assunti verso gli utenti dei servizi turistici a copertura dei rischi derivanti alle persone dalla partecipazione a programmi di viaggi e soggiorno, nell’osservanza delle disposizioni previste in materia di contratti di viaggio dalla Convenzione internazionale di cui alla L. 1084/1977 nonché dal D.lgs. 206/2005. Le agenzie di viaggi e turismo inviano annualmente alla Provincia territorialmente competente la documentazione comprovante l’avvenuto pagamento del premio assicurativo.<br />
<br />
I mutamenti nell’organizzazione dell’agenzia di viaggi e turismo riportati di seguito devono essere comunicati, entro 30 giorni dal loro verificarsi, alla Provincia di Roma che, previa verifica dei presupposti, li autorizza e provvede alla modifica richiesta:<br />
<br />
a) la denominazione dell’agenzia di viaggi e turismo;<br />
b) il titolare, persona fisica o giuridica e, relativamente alle società, la denominazione, la ragione sociale ed il legale rappresentante;<br />
c) l’attività autorizzata;<br />
d) il direttore tecnico;<br />
e) l’ubicazione dei locali di esercizio<br />
I mutamenti relativi alla titolarità dell’agenzia di viaggi e turismo o alla ragione sociale comportano il pagamento della tassa di concessione.<br />
<br />
Per quanto riguarda le sanzioni amministrative si fa presente che il Dipartimento V “Sviluppo Economico e Promozione del Territorio”, con Determinazione Dirigenziale n. 7571 del 9.12.2013 ha previsto per l’utente la possibilità di rateizzazione.<br />
<br />
Si rimanda per completezza di informazione alla Determinazione richiamata ed ai relativi allegati:<br />
<br />
Determinazione dirigenziale 7571/2013 Rateizzazione<br />
All. 1 Domanda Rateizzazione<br />
All. 2 Istanza pagamento minimo edittale<br />
<br />
Le domande, con la relativa documentazione, dovranno essere spedite a mezzo del servizio postale, oppure consegnate a mano presso il Dipartimento V “Sviluppo economico e promozione del territorio” - Servizio 2 “Impresa Turismo” - Ufficio Agenzie di Viaggi e Turismo - sito in Via Nomentana n. 54 – 00161 Roma.<br />
<br />
L’Ufficio Agenzie di Viaggi e Turismo riceve il pubblico il martedì dalle ore 9.30 alle ore 12.30<br />
e dalle ore 15.00 alle ore 16.00.<br />
<br />
L’Ufficio Direttori Tecnici riceve il pubblico il martedì dalle ore 9.30 alle ore 12.30<br />
e dalle ore 15.00 alle ore 16.00.<br />
<br />
28 Marzo 2014<br />
<br />
Per un contatto istituzionale chiami allo 091 7078296 : Assessorato regionale al turismo sport e spettacolo Regione siciliana
 
#25
Saverio ,<br />
io la ringrazio per la risposta esaustiva e celere. A questo punto credo che un incontro non sia più necessario. Mi rivolgerò direttamente alla Provincia di Roma fissando un incontro con loro .Le auguro ogni bene e grazie per il tempo che mi ha messo a disposizione!!<br />
<br />
Se viene a Roma mi contatti che le offro un caffè!!<br />
Daniele
 

Saverio Panzica

Esperto
Staff Forum
#28
Le procedure sono le stesse per aprire un'agenzia di viaggi. Si rivolga al Dipartimento turismo Regione siciliana via Notarbartolo, 9. Il dirigente responsabile è l'Ing. manlio Scirè.
 
#29
Salve,<br />
vorrei aprire una agenzia di viaggi online in franchising, vorrei sapere se potete darmi qualche consiglio in merito e quali sono i network affidabili.<br />
Grazie.
 
#30
GRUPPO INFO VACANZE NETWORK FRANCHISING :D<br />
<br />
Con Noi e' possibile aprire:<br />
<br />
AGENZIA DI VIAGGI ON LINE con la propria licenza intestata e i propri codici di<br />
prenotazione, unica in Italia, riconosciuta dalle vigenti leggi ed assolutamente<br />
indipendente<br />
<br />
AGENZIA DI VIAGGI ON SITE (su strada) con la propria licenza intestata e i propri codici di prenotazione, unica in Italia, riconosciuta dalle vigenti leggi ed assolutamente<br />
indipendente<br />
<br />
In entrambi i casi:<br />
<br />
La licenza e’ di proprieta’ dell’agenzia<br />
Non ci sono Roialty da pagare sui pacchetti turistici<br />
Il direttore tecnico e’ compreso<br />
Vengono fornite tutte le strategie innovative di marketing commerciale per procacciare i propri clienti<br />
<br />
SE SEI GIA' UN CONSULENTE TURISTICO, AGENTE DI VIAGGI ON LINE, UNA GUIDA TURISTICA o UN PROCACCIATORE D'AFFARI PER CONTO TERZI ???<br />
<br />
CHIAMACI E POTRAI REGOLARIZZARE LA TUA POSIZIONE RICHIEDENDO<br />
LE TUE LICENZE PERSONALI<br />
<br />
LA PRIMA AGENZIA DI VIAGGI ON LINE RICONOSCIUTA CON REGOLARE LICENZA PROPRIA E COMPLETAMENTE INDIPENDENTE E' ESCLUSIVAMENTE CON NOI !!!<br />
<br />
Sei gia' un consulente turistico ? Regolarizza la tua posizione con una licenza personale.<br />
<br />
Informazioni: <a href="mailto:commerciale@infovacanze.it">commerciale@infovacanze.it</a><br />
oppure numero verde  800.58.98.90<br />
<br />
Stefano
 
#31
Ciao Saverio,<br />
<br />
Per esigenze lavorative avrei necessità di capire come poter diventare consulente di viaggi online e/o aprire un'agenzia online.<br />
La mia necessità è poter organizzare e vendere i pacchetti che proporrò in maniera diretta.<br />
<br />
Vivo in Toscana e leggendo sul forum credo di aver capito che per aprire un'agenzia online la prassi è la stessa che per le agenzie fisiche, con i seguenti requisiti obbligatori:<br />
- assicurazione<br />
- sede<br />
- direttore tecnico<br />
- responsabile agenzia<br />
<br />
E' giusto?!<br />
<br />
Inoltre , se volessi diventare soltanto consulente di viaggio, come libera professionista, cosa devo fare?! Premetto che non alcun titolo di studio in merito..<br />
<br />
Grazie per l'attenzione.<br />
Francesca
 

Saverio Panzica

Esperto
Staff Forum
#32
Gent.ma Francesca, la sua interpretazione è più che corretta. Purtroppo come consulente non può operare se non lavora per un'agenzia di viaggi autorizzata.<br />
Per consultare la normativa della regione Toscana, visiti il mio sito istituzionale. Troverà, tra l'altro, la raccolta normativa di tutte le regioni italiane. Per il suo caso specifico apra Toscana AAVV e Normativa turistica Toscana.<br />
<br />
SITO ISTITUZIONALE: Dipartimento turismo Sicilia INFO E DOCUMENTI Raccolta documentazione e normativa turistica<br />
http://pti.regione.sicilia.it/portal/page/portal/PIR_PORTALE/PIR_LaStrutturaRegionale/PIR_TurismoSportSpettacolo/PIR_Turismo/PIR_Legislazione_Turistica<br />
Dott. Saverio Panzica
 
#33
Salve a tutti.
Ho letto questa discussione con interesse, perchè anch'io vorrei aprire una mia OLTA; mi sono rivolto alla Regione Veneto (in cui risiedo) e mi hanno detto che la legge regionale del Veneto non le prevede!
Da una parte, mi sorge una riflessione sull'assurdità di questa situazione, conseguenza della scelta di attribuire alle Regioni la competenza esclusiva sul turismo. Il risultato è che una OLTA straniera può vendere pacchetti turistici su Venezia, e io che abito qui non posso.
Adesso però vorrei capire come si può aggirare il problema. Non vorrei affidarmi ad un franchise perchè sono Direttore Tecnico e non mi va di pagare qualcun altro per fare quello che posso fare da me; e non sono nemmeno in condizioni di potermi trasferire in un'altra Regione.
Cosa potrei fare?
Grazie in anticipo per i suggerimenti.
 

Saverio Panzica

Esperto
Staff Forum
#34
LE NORME CHE DISCIPLINANO LE AGENZIE DI VIAGGI ORDINARIE E LE OTA SONO LE STESSE. PERTANTO LEI HA RICEVUTO INFORMAZIONI DA GENTE INCOMPETENTE. DI SEGUITO LA DISCIPLINA PER LA REGIONE VENETO:
LEGGE REGIONALE n. 11 del 14 giugno 2013 - Sviluppo e sostenibilità del turismo veneto. AGENZIE DI VIAGGI DALL'ARTICOLO 22 ALL'ARTICOLO 41-

SI PRESENTA LA SCIA ALLA PROVINCIA TERRITORIALMENTE COMPETENTE PER ESEMPIO PADOVA

Norma Legge Regionale n. 11 del 14/06/2013 e Legge Regionale n. 33 del 04/11/2002.

Autorizzazione all'apertura di un'Agenzia di Viaggio e Turismo

Commento

La Provincia provvede al rilascio dell'autorizzazione per l'esercizio dell'attività di Agenzia di Viaggio e Turismo.

Come
La domanda in carta resa legale con marca da bollo da € 16,00 va presentata alla Provincia di Padova, completa di una fotocopia di documento di identità in corso di validità e del modulo di autocertificazione dei dati personali.

Cosa fare per aprire una filiale di agenzia di viaggio e turismo

I titolari di agenzie di viaggio e turismo che intendono aprire una filiale nel territorio provinciale, devono trasmettere la comunicazione alla Provincia di Padova, corredata dai seguenti documenti:

1.copia dell'autorizzazione della sede principale;
2.appendice della polizza assicurativa con estensione della responsabilità civile verso terzi anche per la nuova filiale
3.dichiarazione del titolare in merito alla disponibilità ed idoneità dei locali

La comunicazione, oltre che alla Provincia competente per territorio, deve essere inviata anche alla Provincia che ha rilasciato l'autorizzazione alla sede principale.

Contenuto della domanda

Fasi dell'istruttoria



Modulistica

Modulo di domanda apertura

Modulo di domanda trasferimento sede

Modulo di domanda per cambio denominazione

Modulo di domanda per cambio ragione sociale

Modulo di domanda per cambio titolarità/legale rappresentante

Modulo di domanda per cambio Direttore Tecnico

Modulo di domanda iscrizione all'Albo dei Direttori Tecnici

Modulo dichiarazione sostituiva di certificazione

Modulo di comunicazione apertura filiale

Modulo di comunicazione chiusura filiale
Riferimenti


Responsabile del procedimento
Dott.ssa Maria Sarubbi


Uffici Amministrativi Settore Turismo
11° piano della Terza Torre in Piazza Bardella 2, zona Stanga - 35131 Padova
tel. 049/8201554 fax 049/8201574 e-mail: agenzie.viaggi@provincia.padova.it


Norma


Legge Regionale n. 33 del 04/11/2002

Estratto L.R. 33/2002
Presso ogni Provincia è istituito un elenco provinciale delle Agenziee di viaggio e turismo, posto a disposizione del pubblico.





 

Saverio Panzica

Esperto
Staff Forum
#35
SINTESI DEL MIO TESTO CHE POTETE SCARICARE GRATUITAMENTE SUL SITO: http://pti.regione.sicilia.it/portal/page/portal/PIR_PORTALE/PIR_LaStrutturaRegionale/PIR_TurismoSportSpettacolo/PIR_Turismo/PIR_Legislazione_Turistica
Adobe Portable Document Format (PDF) Normativa turistica - libro completo 26.01.2015 (Dimensione documento: 7092776 bytes)

11.2 I CONTRATTI TURISTICI ON LINE: LA PRENOTAZIONE TELEMATICA
Decreto legislativo del 23 maggio 2011 n. 79 - Articolo 32 punto 2. “Il presente capo si applica altresì ai pacchetti
turistici negoziati al di fuori dai locali commerciali o a distanza. Restano ferme le disposizioni previste negli articoli da
64 a 67 del decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206. Il tale caso il professionista è obbligato a comunicare per
iscritto l’esclusione del diritto di recesso. L’omessa comunicazione in merito all’inesistenza del diritto di recesso
determina l’applicabilità degli articoli 64, 65, 66 e 67 del decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206”
La prenotazione telematica, ovvero on – line si è affermata con l’avvento di internet e la diffusione del commercio
elettronico, per richiedere i servizi turistici. Internet favorisce informazioni complete per soddisfare le richieste
specifiche dei clienti. Gli imprenditori turistici organizzano il proprio sito internet attraverso un catalogo elettronico: il
turista inserisce i propri dati e i servizi desiderati in un form predisposto dall’imprenditore turistico, attraverso il server
l’impresa turistica conferma o rifiuta la richiesta inoltrata. La conferma equivale alla conclusione di un contratto tra
impresa e cliente, definito point and click, in quanto il form oltre a richiedere gli estremi della carta di credito contiene
l’avviso della disdetta della prenotazione, oltre un determinato periodo di tempo e il conseguente addebito a titolo di
penale.93I contratti stipulati tramite i server delle imprese turistiche vanno definiti ad esecuzione informatica e pertanto
vanno inquadrati con le regole in materia di commercio elettronico (art. 68 del codice del consumo, che rinvia al d.lgs. 9
aprile 2003 n. 70).
Per quanto attiene ai contratti turistici on line cosiddetti last minute (last second) le relative prenotazioni devono essere
contestualmente accompagnata dal pagamento dell’intero prezzo del servizio turistico, all’esito del quale
l’organizzatore provvederà con mezzi più rapidi, (fax, e-mail, corriere) all’invio al turista del voucher. Non si pongono,
di regola problemi di inadempimento contrattuale perché il pagamento integrale della prestazione deve effettuarsi
all’atto della prenotazione a mezzo carta di credito o comunque, mediante bonifico bancario entro 60 min della
prenotazione on line.
Sennonchè appositi elaboratori elettronici sono predisposti affinchè il mancato pagamento (contenstuale o entro il
brevissimo termine concesso) possa comportare la immediata decadenza della prenotazione in modo che l’organizzatore
possa subito ritornare libero di collocare quel servizio turistico presso altri clienti. Qualora, tuttavia, il termine concesso
al turista sia più lungo e quindi il suo inadempimento si risolva in una ( definitiva ) perdita di chance per
l’organizzatore, sembra corretto ritenere il mancato pagamento clausola risolutiva espressa che determina la risoluzione
del contratto concluso mediante prenotazione telematica, con conseguente diritto dell’agenzia venditrice o del tour
operator ad esigere dal turista (una volta identificato) non soltanto il prezzo non pagato ma altresì il risarcimento del
danno) 94.
Il capo I si applica, altresì, ai pacchetti turistici negoziati al di fuori dai locali commerciali o a distanza.
Oggi, grazie ai sistemi informatici, si ha la possibilità di stipulare contratti a distanza detti anche on line, i quali
vengono contemplati dal codice del turismo dall'articolo 32 all'articolo 51 Articolo 32 “Codice del turismo” - 1. Le
disposizioni del presente capo di applicano ai pacchetti turistici definiti dall’articolo 34, venduti od offerti in vendita a
chiunque nel territorio nazionale dall’organizzatore o dall’intermediario, di cui all’articolo 33. 2. Il presente capo si
applica altresì ai pacchetti turistici negoziati al di fuori dai locali commerciali o a distanza. Restano ferme le
disposizioni previste negli articoli da 64 a 67 del decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206. Il tale caso il
professionista è obbligato a comunicare per iscritto l’esclusione del diritto di recesso. L’omessa comunicazione in
merito all’inesistenza del diritto di recesso determina l’applicabilità degli articoli 64, 65, 66 e 67 del decreto legislativo
6 settembre 2005, n. 206. 3. Per quanto non previsto dal presente capo, si applicano le disposizioni del decreto
legislativo 6 settembre 2005, n. 206. Per gli aspetti non disciplinati dal presente codice, si attuano le disposizioni di cui
al decreto legislativo 9 aprile 2003, n. 70, recante attuazione della direttiva 2000/31/CE, relativa a taluni aspetti giuridici
contratto rimane valido per il resto in caso di lite, insorta tra operatore e consumatore.
Nell'ambito dei contratti on line riguardo alla legislazione che deve intervenire in caso di contestazioni, considerato che
tramite internet la compravendita può avvenire tra operatori di paesi diversi, si fa riferimento alla giurisdizione italiana,
sulla base di quanto previsto Legge 31 maggio 1995, n. 218 RIFORMA DEL SISTEMA ITALIANO DI DIRITTO
INTERNAZIONALE PRIVATO Suppl. ord. GU Serie gen. 128 del 3 giugno 1995
 
#36
Buongiorno Saverio, ho letto le puntuali risposte nel presente thread e mi sono deciso a scriverle per chiedere delucidazioni in merito ad una questione che non riesco a risolvere con le nozioni apprese on-line.

Collaboro con una azienda che ha sede principale in provincia di Verona e sede secondaria in provincia di Varese. La sede lombarda ha una Agenzia di Viaggi. Siccome vorremmo far partire una vendita di pacchetti turistici le mie domande sono le seguenti:

- È possibile appoggiarsi all'ADV lombarda per organizzare la vendita di pacchetti <em>ovvero</em> una ADV con sede in Lombardia può vendere pacchetti turistici al di fuori della regione in cui ha sede?

- In caso di risposta negativa, aprire una filiale in Veneto della suddetta ADV lombarda potrebbe risolvere i problemi?
 

Saverio Panzica

Esperto
Staff Forum
#37
Peg.mo Pietro,
la Sentenza della Corte costituzionale n.326/98, in sintesi, così dispone: l’attività di agenzia di viaggi è unitaria sul territorio nazionale, pertanto l’autorizzazione di esercizio, la tassa di concessione e la cauzione non sono dovute per le succursali, anche se queste svolgono la loro attività in diverse regioni, inoltre basta un solo direttore tecnico, sia per la sede che per le succursali.
Buon lavoro.
Saverio Panzica
 
#38
<blockquote>Peg.mo Pietro,
la Sentenza della Corte costituzionale n.362/98, in sintesi, così dispone: l’attività di agenzia di viaggi è unitaria sul territorio nazionale, pertanto l’autorizzazione di esercizio, la tassa di concessione e la cauzione non sono dovute per le succursali, anche se queste svolgono la loro attività in diverse regioni, inoltre basta un solo direttore tecnico, sia per la sede che per le succursali.
Buon lavoro.
Saverio Panzica</blockquote>

Grazie mille della risposta
 

Saverio Panzica

Esperto
Staff Forum
#39
Scusate RETTIFICO IL N. DELLA SENTENZA DELLA CORTE COSTITUZIONALE - SENTENZA n. 362/1998

nel giudizio di legittimità costituzionale degli artt. 3, comma 3, 4, commi 1 e 6, 5, comma 1, lettera f), 7, commi 2 e 6, 11, comma 1, 13, comma 1, 14, comma 4, 17, commi 1 e 2, e 20 della legge della Regione Lombardia del 16 settembre 1996, n. 27 (Disciplina dell'attività e dei servizi concernenti viaggi e soggiorni. Ordinamento amministrativo delle agenzie di viaggio e turismo e delega alle Province), promosso con ordinanza emessa il 16 gennaio 1997 dal Tribunale amministrativo regionale per la Lombardia, sul ricorso proposto da Ferti Viaggi s.r.l. ed altre contro la Regione Lombardia ed altra, iscritta al n. 412 del registro ordinanze 1997 e pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica n. 28, prima serie speciale, dell'anno 1997.

Visti gli atti di costituzione della Ferti Viaggi s.r.l. ed altre e della Regione Lombardia;

udito nell'udienza pubblica del 24 marzo 1998 il Giudice relatore Carlo Mezzanotte;

uditi gli avvocati Massimo Burghignoli e Guido Romanelli per la Ferti Viaggi s.r.l. ed altre e l'Avvocato Beniamino Caravita di Toritto per la Regione Lombardia.
 
#40
Buongiorno Saverio avrei da porre alcune domande in merito all'apertura di un'agenzia di viaggi.

Semplicemente quali sono i costi da sostenere per avviare un attività online?quali documenti occorrono?
quali requisiti?
Eventuali corsi da sostenere e come acquisire professionalità' non siamo esperti e non abbiamo esperienza ma siamo tanto appassionati...l'idea di avviare un'attività del genere non ci dispiacerebbe ma non abbiamo nessuna nozione in merito, se fosse possibile ci interessa anche il discorso dell'agenzia fisica ma in primis quella on line, ogni informazione sarà tesoro.

Siamo in Piemonte provincia di Torino.
Le domande sono rivolte a tutti saranno graditissime tutte le info in merito.

Grazie
L
 

Staff online

  • Mod
    Amministratore

Utenti online

Statistiche forum

Discussioni
5,662
Messaggi
34,203
Utenti registrati
15,337
Ultimo utente registrato
ciciolo
Top