• Ciao! perché non prendi parte alle discussioni e non ci dici la tua? Registrati ora!

Coinvolgere Hotel e BeB nella vendita di servizi turistici singoli: visite guidate

#1
L'agenzia A vuole vendere delle visite guidate (servizi singoli, no pacchetto)
Per farlo si rivolge a due strutture ricettive: H (un hotel) e B (un bed & breakfast SENZA partita iva)

H e B suggeriscono ai loro clienti C le visite guidate di A
C partecipa ad una visita guidata di A
A versa un compenso a B o H a seconda dei clienti e/o della spesa che questi hanno effettuato

Che tipo di rapporto deve sussistere tra C, A e B/H?

Grazie!
 
#2
Ciao Franz!
A leggerla così la tua domanda sembra un'equazione matematica di primo grado a 3 incognite, di quelle che si studiano alle medie:D.
Credo, ma non ne sono sicuro, che il pagamento possa comparire come compenso per servizio (o mediazione) occasionale. Se sprovvisti di P.I. basta il codice fiscale.
Prendi questa possibilità con le pinze e chiedi, meglio, direttamente al Dott. Panzica che è persona più autorevole di tutti per questi quesiti.
 
Ultima modifica:

Saverio Panzica

Esperto
Staff Forum
#3
Prima di rispondere è bene capire quale sia l'argomento nella sua specificità. La normativa di riferimento va riscontrata nel "Codice del turismo" (decreto legislativo n. 79/2011). In questo caso, non trattandosi di pacchetti turistici in quanto i clienti, per loro scelta, non hanno richiesto il contratto scritto si tratta di servizi turistici collegati.
Servizi turistici collegati
Per servizi turistici collegati si intendono servizi turistici acquistati da professionisti diversi con vari contratti ma connessi tra loro. Sono classificati come collegati quando un professionista agevola la prenotazione dei servizi successivi, e quando vengono acquistati per uno stesso viaggio o vacanza.

I servizi turistici collegati sono considerati tali solo se la combinazione di servizi di viaggio non costituisce un pacchetto e in caso di:
  • prenotazione sulla base di un'unica visita o contatto con il punto vendita, ad esempio nel corso di un'unica visita presso un'agenzia di viaggio
  • seconda prenotazione, se effettuata in modo mirato e se il contratto per il secondo servizio turistico di un altro fornitore è concluso entro 24 ore dalla conferma della prenotazione del primo servizio turistico
Alla luce della normativa sopra citata, in ogni caso, i servizi devono essere pagati, esclusivamente, all'agenzia di viaggi in quanto è l'unico soggetto abilitato a vendere servizi turistici in qualità di intermediario turistico. Ricordo, ad ogni buon fine, che l'attività di intermediazione turistica, ai sensi dell'articolo 117 comma 4° della Costituzione, può essere svolta dalle agenzie di viaggi e dai Tour Operator.
 
#4
Grazie Liside e grazie Dottor Panzica,
in effetti ho usato una terminologia un pò più scolastica del necessario :D e vabeh deformazione professionale forse o_O!:)

Ho letto e riletto la risposta del Dottor Panzica e quindi elaborando su queste nuove informazioni provo ad entrare un poco di più nello specifico e ad azzardare una risposta... vediamo se ci ho preso! :D

Riparafraso la risposta del Dott. Panzica in una forma leggermente diversa (sperando di averne lasciato intatto il signifcato essenziale)

1) In questo caso, si tratta di servizi turistici collegati e non di pacchetti turistici in quanto i clienti, per loro scelta, non hanno richiesto il contratto scritto.

2) Alla luce della normativa sopra citata, in ogni caso, i servizi devono essere pagati, esclusivamente, all'agenzia di viaggi (A) in quanto è l'unico soggetto abilitato a vendere servizi turistici in qualità di intermediario turistico.

3) L'attività di intermediazione turistica, ai sensi dell'articolo 117 comma 4° della Costituzione, può essere svolta dalle agenzie di viaggi e dai Tour Operator.


---
Quindi dato che (punto 1.) trattasi di servizi turistici collegati

Rispondo così alla domanda Che tipo di rapporto deve sussistere tra C, A e B/H?

L'agenzia A:
  • intermedia la visita guidata e dunque emette anche la fattura al cliente C (punto 3)
  • incassa i soldi dal cliente C (punto 2)
L'hotel H (o il bed & breakfast SENZA partita IVA B):
  • esegue materialmente la prenotazione del servizio turistico collegato per conto di C presso A, tramite telefonata, email, portale di prenotazione, segnale di fumo...
  • H/B emette fattura/ricevuta ad A per spese relative al servizio di prenotazione*
*Questo ultimo punto è il punto nevralgico della situazione. Può l'hotel (o il b&b) emettere una fattura (o ricevuta) per aver prenotato un servizio senza per questo essere considerato intermediario?

Grazie mille per l'aiuto!
 

Saverio Panzica

Esperto
Staff Forum
#5
Bisogna distinguere nettamente il compenso per: il gestore di attività ricettiva svolta in forma privata senza partita IVA e il gestore della struttura ricettiva che opera come impresa.

Nel primo caso si dovrà operare secondo la disciplina delle prestazioni occasionali . La Prestazione Occasionale è uno strumento che deve essere utilizzato dai soggetti che vogliono intraprendere attività professionali in modo saltuario e sporadico. Si tratta di situazioni in cui vi sono soggetti sono esonerati dall’apertura di una partita IVA in quanto svolgono l’attività professionale in modo non abituale e continuativo. Articolo 54-bis del D.L. n. 50/2017 ha introdotto la disciplina sul lavoro occasionale accessorio. LINK di riferimento estremamente esaustivo
https://fiscomania.com/prestazione-occasionale-guida/

Nel secondo caso vanno applicate le disposizioni del codice civile dall'articolo 1742 all'articolo 1748, pertanto, a monte, dovrà essere stipulato un contratto scritto tra le parti sulle prestazioni e sugli obblighi reciproci:

Capo X
Del contratto di agenzia
Art. 1742.
Nozione.

Col contratto di agenzia una parte assume stabilmente l'incarico di promuovere, per conto dell'altra, verso retribuzione, la conclusione di contratti in una zona determinata.
Il contratto deve essere provato per iscritto. Ciascuna parte ha diritto di ottenere dall'altra un documento della stessa sottoscritto che riproduca il contenuto del contratto e delle clausole aggiuntive. Tale diritto è irrinunciabile.
 
#6
Gent.mo Dott. Panzica,
la ringrazio per la celere risposta ma questa volta è stato piuttosto criptico per me.
Ho molto apprezzato la citazione delle fonti, che sono andato a ricercare, ma dato che una interpretazione errata può avere effetti disastrosi, la prego di scusarmi se le chiedo chiarimenti magari più diretti.

La cosa alla quale non riesco a dare una risposta precisa è: "Può l'hotel (o il b&b) emettere una fattura (o ricevuta) per aver prenotato un servizio senza per questo essere considerato intermediario?"

La ringrazio ancora per la pazienza
Buona serata :)
 

Saverio Panzica

Esperto
Staff Forum
#7
La fattura può essere emessa, esclusivamente, dall'albergatore all'agenzia di viaggi, previa sottoscrizione di contratto di collaborazione. Il gestore di B&B senza partita IVA può richiedere il pagamento di una prestazione occasionale, previa richiesta anticipata di specifico servizio. In entrambi i casi né il titolare del B&B né l'albergatore possono fatturare direttamente al cliente. Spero di essere stato chiaro.
 
#8
Grazie Dott. Panzica, adesso lo schema generale è chiarissimo!!

Ovviamente è la terminologia che mi spaventa oltre alle leggi italiane!... che intende per "previa richiesta anticipata di specifico servizio"? Che non si può fare un contratto a monte ma che bisogna fare una richiesta scritta di volta in volta?
Grazie ancora
 

Utenti online

Nessun utente è online al momento.

Statistiche forum

Discussioni
5,746
Messaggi
35,274
Utenti registrati
15,878
Ultimo utente registrato
Silvio Pelleco
Top