• Ciao! perché non prendi parte alle discussioni e non dici la tua? Registrati ora!

aspiranti accompagnatori turistici

#1
Ciao a tutti,

entro pochi giorni devo decidere se iscrivermi al corso per tecnico qualificato accompagnatore turistico organizzato dalla scuola Dante Alighieri a Firenze; dalle mie ricerche è l'unico corso di questo genere previsto in tempi breve nella mia regione, la Toscana.
Io poichè sono laureata in Lingue ho già richiesto il patentino per l'esercizio della professione , ma decine di cv senza risposta mi dicono che non basta ...negli ultimi due anni circa ho lavorato come assistente turistica e banconista d'agenzia viaggi, ma quello degli accompagnatori turistici pare essere un mondo a parte ...una casta ...
Qualcuno conosce o ha partecipato a questo corso?
Inoltre vorrei chiedere al sig. Mongiello un parere sull'utilità per persone come me di seguire un corso per accompagnatore turistico ai fini dell'inserimento lavorativo ed un giudizio sul corso specifico di Firenze; il programma didattico mi pare articolato anche confrontato a corsi formativi tipo quello del CTS e soprattutto mi attira la presenza dello stage.
Se pure qualche tour leader legge il mio messaggio, mi piacerebbe avere qualche consiglio..
Grazie anticipatamente ciao! Manu
 
Ultima modifica da un moderatore:

Francesco Mongiello

Consulente Web Marketing Turistico & Social Media
Staff Forum
#2
questo è il paese delle caste!...non riguarda solo gli accompagnatori.
la scuola dante alighieri, che non conosco direttamente, so che è da diverso tempo un centro riconosciuto dalla provincia di firenze per la formazione di alcune figure nel settore. essendolo da tempo si può presumere una efficacia del lavoro svolto. anche se è estremamente difficile trovare chi ha già  partecipato ad un loro corso.
rispetto alla opportunità  di formarsi ulteriormente (tenuto conto che hai già  avuto esperienze nel settore, oltre ad 1 titolo come la laurea), purtroppo è un dato di fatto. anche perchè ciò che hai svolto fino ad ora è alquanto differente dall'essere accompagnatore professionale.
ciò non significa che le strade ti si apriranno in automatico, ma aggiungerai un ulteriore valore al tuo profilo, che potrebbe aiutarti e facilitarti nelle candidature.

p.s. se ti iscriverai alla dante alighieri, prometti di raccontarci l'esperienza formativa, in maniera che possa servire in futuro agli altri?

ciao e buona giornata
 
#3
Prometto! ...vorrei chiederle invece se ha conoscenza diretta di corsi formativi per accompagnatori turistici dai riscontri particolarmente positivi in termini in termini di efficacia dello stage e successivo inserimento lavorativo.
Ho poi un dubbio che mi attanaglia.... ma i tour operator medio/grandi come selezionano i loro tour leader? Ho visto che esistono legami tra scuole di formazione e T.O. , ma non ho capito bene come funziona nel settore specifico degli accompagnatori turistici , anche perchè , a parte Pinguino ,non ho trovato agenzie tour operator specializzate nei viaggi di gruppo che organizzino corsi formativi interni all'azienda .
Un T.O. come Boscolo Tours allora come fa? Sceglie solo persone con decennale esperienza ?...o solo chi esce da determinate scuole ?..oppure....?
Grazie ciao
 
Ultima modifica da un moderatore:

Francesco Mongiello

Consulente Web Marketing Turistico & Social Media
Staff Forum
#4
eheh , belle e impegnative le domande!
:)
in genere i pochi corsi specifici per accompagnatore turistico (per tali intendo di specializzazione a pagamento, escludo quindi tutti gli altri eventuali) non hanno stage. . quelli fino ad ora realizzati più che altro erano per poter meglio affrontare l'esame di abilitazione. quindi non è possibile risponderti in termini di efficacia (relativa semmai al superamento dell'esame, ma che cmq può dipendere relativamente dalla qualità  del corso). quello di firenze è uno dei pochi ad avere lo stage, immagino che in futuro anche gli altri si adegueranno in funzione del decreto bersani.
quindi il fatto stesso che sia previsto vuol dire tanto, purché sia effettivamente in linea con il corso (sarebbe deludente mandarvi a fare uno stage di tutt'altra natura!). lo stage vi aiuterà anche a capire alcuni meccanismi per l'inserimento nel settore.

a parte la selezione, in genere - al di là di pinguino che rende pubblico il suo "reclutamento" con annessa formazione - i grandi t.o. cmq somministrano una formazione interna con il fine di adeguare le nuove risorse umane ai propri standard.
su come poi facciano la selezione, non c'èdubbio che può dipendere dalle necessità dell'azienda. non è sempre detto che la ricerca sia indirizzata a figure con precedente esperienza. capita che esigenze improvvise, lancio di nuove destinazioni, sostituzioni, etc. possano richiedere nuove risorse magari da affiancare inizialmente a più esperti.
è vero anche che spesso può capitare di ambire a fare l'accompagnatore (o avere i titoli per...) ma ci si arrangia di un primo ingresso in altra posizione per poi scalare e arrivare alla meta.

per concludere il collegamento tra scuole di formazione e aziende....dipende tutto da quanto è vero il collegamento! Si, in genere possono esserci delle collaborazioni, soprattutto per lo stage (e a quale azienda non fa piacere avere stager!). in teoria così tutti i corsi hanno dei collegamenti con le aziende.
ma affermare che le imprese turistiche basino le loro scelte sul tipo di studi, o meglio sulla scuola di formazione di provenienza, è pura esagerazione. Non esistono in Italia scuole di formazione talmente eccellenti nella formazione turistica da precludere a priori la candidatura a persone provenienti da altre definibili minori.
Sicuramente acquisire un titolo da una scuola piuttosto che da un'altra, salvo pochissimi casi, potrebbe dare una maggiore garanzia, qualche chance in più al candidato. Ma credimi, le aziende almeno in questo settore - per fortuna o sfortuna dipende dal punto di vista - se ne infischiano abbastanza dei titoli acquisiti e del dove sono acquisiti! Può sembrare strano che sia io a dirlo che sono un formatore, ma la realtà è questa (e la ragioni di ciò sono tante e diverse).
In ogni modo questa ipotetica preclusione o preferenza non credo assolutamente possa esserci per la figura dell'accompagnatore (nel senso che non vi è alcun centro di formazione che può definirsi il Top per questa figura.come tutte le altre del settore turistico).

ciao
 

Membri online

Nessun utente è online al momento.

Statistiche forum

Discussioni
6,128
Messaggi
36,804
Utenti registrati
17,159
Ultimo utente registrato
Elisav
Top