• Ciao! perché non prendi parte alle discussioni e non dici la tua? Registrati ora!

Apertura Tour Operator on-line

#1
Gentili esperti,
vorrei avere , se possibile, alcuni chiarimenti in merito all'apertura di un Tour Operator. Mi sono informato presso il comune di mia residenza e, mi è stato riferito , che attualmente in Italia non è possibile aprire un Tour Operator on-line, in quanto serve necessariamente un ufficio, assicurazione etc.

Ho saputo, che in Spagna, è tutto totalmente differente, nel senso che una persona può aprire un Tour Operator a casa propria , senza tutta quella burocrazia che invece c'è in Italia.

Adesso il punto è questo, essendo già titolare di p.iva vorrei mantenre la sede, p.iva e pagare le mie tasse in italia, come ho fatto fino adesso... però aprire un Tour Operator in Spagna ( con sede in Spagna) che vende i servizi sul territorio italiano ( incoming in Italia)... sapete se è possibile ed eventualmente potete darmi qualche dritta??

saluti :D
 
Ultima modifica da un moderatore:
#3
Ho in mente un progetto simile. Mi chiedevo se fosse possibile a questo punto registrare la propria azienda in un paese estero per non incombere nelle difficoltà delle leggi italiane.
 
#4
Ciao,
anche io sono interessato a capire se e come è possibile attivare un tour operator online (ma sostanzialmente una società di incoming turistico su Roma e Lazio) con sede all'estero.

E' possibile? Come impatta sulla normativa regionale (p.e.: l''attivazione dell'agenzia presso la provincia)?

grazie!
Claudio
 
Ultima modifica da un moderatore:

Saverio Panzica

Esperto
Staff Forum
#5
Riepilogo quanto già scritto precedentemente, su domande analoghe.
L'intermediazione turistica: attraverso agenzie di viaggi e/o tour operators é disciplinata:
dalle leggi regionali in quanto materia di competenza residuale delle regioni articolo 117 comma 4 della Costituzione italiana;
dagli articoli dal 32 al 51 del decreto legislativo n. 79/2011 (Codice del turismo) che regola i pacchetti turistici.

Inoltre, l'articolo 2084 del codice civile dispone che le condizioni per lo svolgimento dell'attività d'impresa sono regolamentate dalle normative di settore, in questo caso quelle sopra citate.

La responsabilità civile e il risarcimento dei danni
Il principio generale della responsabilità civile (e il risarcimento dei danni) si basa sulle norme e disposizioni del codice civile, in particolare, degli articoli 1218 e 1223 del codice civile (la responsabilità contrattuale), degli artt. 1337 e 1338 del codice civile (la responsabilità precontrattuale), dell'art. articoli dal 2043 (la responsabilità extracontrattuale o aquiliana o da fatto illecito) al 2059 e del codice civile (diffuse ipotesi di responsabilità civile e i relativi danni).

La responsabilità contrattuale ed extra contrattuale e le ipotesi previste dagli articoli dal 2043 al 2059 (risarcimento dei danni).

L'articolo 2043 del Codice Civile obbliga al risarcimento dei danni chiunque arrechi, con fatto proprio, doloso o colposo, un danno "ingiusto" ad altra persona (parte lesa). Principio del neminem laedere.

Per concludere, qualunque attività di intermediazione turistica, anche on line, deve, a priori, rispettare la normativa per l'intermediazione turistica.

Gli articoli di legge specifici, relativi alla vendita "on line", estratti dal "Codice del turismo".
Decreto legislativo del 23 maggio 2011 n. 79 (codice del turismo)

ART. 32 (Ambito di applicazione)
1. Le disposizioni del presente capo di applicano ai pacchetti turistici definiti dall’articolo 34,
venduti od offerti in vendita a chiunque nel territorio nazionale dall’organizzatore o
dall’intermediario, di cui all’articolo 33.

2. Il presente capo si applica altresì ai pacchetti turistici negoziati al di fuori dai locali commerciali
o a distanza. Restano ferme le disposizioni previste negli articoli da 64 a 67 del decreto legislativo 6
settembre 2005, n. 206 (Codice del consumo). Il tale caso il professionista è obbligato a comunicare per iscritto l’esclusione del diritto di recesso. L’omessa comunicazione in merito all’inesistenza del diritto di recesso determina l’applicabilità degli articoli 64, 65, 66 e 67 del decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206.

3. Per quanto non previsto dal presente capo, si applicano le disposizioni del decreto legislativo 6
settembre 2005, n. 206 (Codice del consumo).

ART. 33
(Definizioni)

1. Ai fini del presente capo si intende per:
a) organizzatore di viaggio: il soggetto che si obbliga, in nome proprio e verso corrispettivo forfetario,
a procurare a terzi pacchetti turistici, realizzando la combinazione degli elementi di cui all’articolo
34, o offrendo al turista, anche tramite un sistema di comunicazione a distanza, la possibilità di
realizzare autonomamente ed acquistare tale combinazione;
b) intermediario: il soggetto che, anche non professionalmente e senza scopo di lucro, vende, o si
obbliga a procurare a terzi pacchetti turistici realizzati ai sensi dell’articolo 34 verso un corrispettivo
forfetario o singoli servizi turistici disaggregati;
Decreto legislativo del 23 maggio 2011 n. 79. Le disposizioni del presente capo di applicano ai pacchetti turistici definiti dall’articolo 34,
venduti od offerti in vendita a chiunque nel territorio nazionale dall’organizzatore o
dall’intermediario, di cui all’articolo 33.

2. Il presente capo si applica altresì ai pacchetti turistici negoziati al di fuori dai locali commerciali
o a distanza. Restano ferme le disposizioni previste negli articoli da 64 a 67 del decreto legislativo 6
settembre 2005, n. 206. Il tale caso il professionista è obbligato a comunicare per iscritto
l’esclusione del diritto di recesso. L’omessa comunicazione in merito all’inesistenza del diritto di
recesso determina l’applicabilità degli articoli 64, 65, 66 e 67 del decreto legislativo 6 settembre
2005, n. 206.

3. Per quanto non previsto dal presente capo, si applicano le disposizioni del decreto legislativo 6
settembre 2005, n. 206.
 
Ultima modifica da un moderatore:
#6
Salve , sono un nuovo iscritto di questo competente forum. Desideravo sapere quali documentazioni occorrono e se necessitano autorizzazioni particolari per aprire un tour operator incoming dalla cina verso la sicilia. Inoltre ho scritto anche a diversi consolati cinesi in italia per ottenere indirizzi di agenzie di viaggio cinesi che sono interessati a pacchetti turistici per i turisti cinesi che vogliono visitare la sicilia. Ma ancora attendo risposta . Vi chiedo gentilmente se tali informazioni possono essere ottenute a prescindere dai consolati cinesi cui ho fatto riferimento in precedenza.
 
#8
Ti ringrazio Pao di avermi gentilmente risposto ma purtroppo in materia sono ancora un pò grezzo. Nel caso mi appoggiassi ad un'agenzia di viaggi ( siciliana) non è necessaria la licenza di tipo A e B per svolgere la mia attività di tour operator?
 
#9
Buongiorno a Tutti,
mi sono appena iscritto al forum, per avere maggiori info e chiarimenti
Sono della provincia di brindisi e ho appena avviato un Tour Operator on line (organizzazione pacchetti turistici solo tramite il web),
dopo aver effettuato tutti i versamenti/polizze/autorizzazioni, la mia provincia mi ha affermato che "tour operator on line non è ancora del tutto disciplinato"
e per secondo quesito, ho impostato la sede dell'agenzia presso la mia abitazione, ma la regione ritiene che la sede non è agibile per l'attività!!!
Io mi chiedo, se non è previsto nessun ricevimento clienti, per quale motivo serve l'agibilità dei locali?come devo fare visto che da 6mesi sono in attesa di licenza?ovviamnte loro ti obbligano/inducono a prendere un locale commerciale in locazione per movimentare un po l'economia locale
vi ringrazio per la gentile attenzione
 
Ultima modifica da un moderatore:
#10
Io so che se una azienda e' altamente internazionalizzata, in Europa un qualsiasi italiano puo' aprire la sede dove vuole, per esempio Google, Micsofot e tanti altri hanno scelto l'Irlanda perche fa risparmaire sulle tasse, ed e' elusione, non evasione.

Quindi se un italiano non lavora principalmente con l'Italia potrebbe applicare lo stesso discorso non solo per eludere il pesante fisco italiano, ma anche la sua "simpatica" burocrazia... se lavorasse principalmente con clienti fuori Italia pero'.. altrimenti sarebbe solo un brutto trucco per evadere il fisco (visto che quasi ovunque ti muovi fuori le tasse sono piu' basse).
 
Ultima modifica da un moderatore:
#11
Buongionro, sono italiano, tra poco sarò residente alle Canarie e vorrei aprire un sito web di vendita viaggi on line per le isole canarie...il pubblico di riferimento sarebbe l'Europa tutta, Italia inclusa in primis ....vado contro a qualche problema se accetto prenotazioni da parte di clienti italiani??

Le tasse saranno pagate in Spagna giusto?? intendo pacchetti volo+soggiorno costruiti ad hoc, solo soggiorno, escursioni sulle isole, etc etc???

mi piacerebbe anche lavorare con qualche agenzia italiana e diventare T.O. di riferimento...qualcuno mi sa aiutare??
 
F

fmongiello

Guest
#12
Ciao Peppe, se prendi la residenza in Spagna e svolgi la tua attività da residente alle Canarie - quindi azienda spagnola - sei soggetto alla normativa spagnola sia per quel che riguarda la gestione delle prenotazioni che dal punto di vista fiscale. Devi verificare la normativa del posto, ma presumiamo che non vi sia nessun genere di problema nello svolgere il lavoro di intermediario.

Le tasse chiaramente le paghi in Spagna e svolgi - secondo le norme che dovrai verificare - l'attività di tour operator.
E nel momento in cui sei pronto con i tuoi servizi... dovrai fare qualche azione per farti conoscere dalle agenzie e operatori italiani per diventare loro partner.
 
#13
Gentili,
mi inserisco anch'io in questa discussione perché anche io vorrei aprire un tour-operator online.
Risiedo nella provincia di Viterbo e quando mi sono infomrato agli uffici regionali mi è stata richiesta una sede fisica (immobile accatastato A10 o C1) e relativa agibilità.
Vorrei sapere se in altre regioni italiane è possibile aprire un tour-operator completamente online, senza una sede fisica (oltre quella fiscale intendo).
Vi rignrazio anticipatamente.
 
#14
Buongiorno a tutti,

vorrei aprire un tour operator online specifico per una nicchia ristretta, ma a quanto pare in italia sembra davvero impossibile!
Qualcuno di voi è riuscito ad aprirlo all'estero? se è si potrebbe darmi delle info?
Grazie mille
 

Mod

Amministratore
Staff Forum
#15
Ciao... ma perchè hai scritto nell'area dei bandi e discussioni sugli esami da direttore tecnico?
Ti riferisci a questo?
 
#16
ciao scusami hai ragione. In effetti stavo seguendo questa discussione cercando di capire se sarei riuscita a trovare info riguardo i prossimi esami da dare per diventare direttore tecnico.
Volevo poi aprire una discussione ma ho sbagliato area.
 

Mod

Amministratore
Staff Forum
#17
Ciao @Desire Pilato ora è chiaro.
Ho unito l'argomento ad una discussione già avviata sul tema.
Ce ne sono anche delle altre già avviate, ma questa mi sembra la più indicata perchè ci sono già delle indicazioni sull'apertura di un tour operator online.
In merito ai bandi non credo ci sia qualcosa di aperto al momento...e dubito che a breve ci possa essere .
 
#18
Gentili esperti,
vorrei avere , se possibile, alcuni chiarimenti in merito all'apertura di un Tour Operator. Mi sono informato presso il comune di mia residenza e, mi è stato riferito , che attualmente in Italia non è possibile aprire un Tour Operator on-line, in quanto serve necessariamente un ufficio, assicurazione etc.

Ho saputo, che in Spagna, è tutto totalmente differente, nel senso che una persona può aprire un Tour Operator a casa propria , senza tutta quella burocrazia che invece c'è in Italia.

Adesso il punto è questo, essendo già titolare di p.iva vorrei mantenre la sede, p.iva e pagare le mie tasse in italia, come ho fatto fino adesso... però aprire un Tour Operator in Spagna ( con sede in Spagna) che vende i servizi sul territorio italiano ( incoming in Italia)... sapete se è possibile ed eventualmente potete darmi qualche dritta??

saluti :D
Si può fare anche in Italia, io per esmpio ho sede a casa, credo però che dipenda e vari da regione a regione
 

Utenti online

Nessun utente è online al momento.

Ultimi messaggi

Statistiche forum

Discussioni
5,787
Messaggi
35,564
Utenti registrati
16,044
Ultimo utente registrato
IreneeeF
Top