• Ciao! perché non prendi parte alle discussioni e non dici la tua? Registrati ora!

Accompagnatore incoming e guida - chiarimento

#1
Ciao a tutti :)<br />
<br />
nonostante abbia letto millemila volte la legge a riguardo, non riesco a capire bene la differenza tra guida e accompagnatore. In particolare, l'accompagnatore può portare a spasso per la città turisti, dandogli delle informazioni generiche sui luoghi, senza entrare nei monumenti/chiese/musei?<br />
I.e. l'accompagnatore incoming può portare in giro i turisti per il centro di Roma dandogli informazioni generiche, senza entrare nel Colosseo; Fori Imperiali o Trinità dei Monti. Giusto?<br />
<br />
Grazie :)<br />
<br />
Alice
 
#2
<em>@Alice.cina wrote:</em><blockquote>Ciao a tutti :)<br />
<br />
nonostante abbia letto millemila volte la legge a riguardo, non riesco a capire bene la differenza tra guida e accompagnatore. In particolare, l'accompagnatore può portare a spasso per la città turisti, dandogli delle informazioni generiche sui luoghi, senza entrare nei monumenti/chiese/musei?<br />
I.e. l'accompagnatore incoming può portare in giro i turisti per il centro di Roma dandogli informazioni generiche, senza entrare nel Colosseo; Fori Imperiali o Trinità dei Monti. Giusto?<br />
<br />
Grazie :)<br />
<br />
Alice</blockquote><br />
<br />
Ciao, Alice!<br />
Se parli di Roma, penso che tu scriva da lì... E, forse, avrai letto la legge regionale 50 del 1985 che resta fondamentale per la distizione delle due professioni. Questo, chiaramente, se sei del Lazio: per altre regioni, valgono altre leggi...<br />
<br />
L'AT fornisce quello che dici tu: notizie di interesse turistico-culturale; la guida illustra i valori di monumenti, mostre, musei... Nota che la stessa legge specifica come la GT accompagni persone singole o gruppi in visita a monumenti ecc, mentre l'AT svolge questa professione nei viaggi...<br />
<br />
Non è che, poi, trovandoti con un gruppo, non entri nel museo o nel monumento che, magari, hai precedentemente descritto attingendo alle tue conoscenze: semplicemente, poi lasci la parola alla GT.<br />
Io faccio entrambe le cose e anche se in un primo tempo possa sembrare che non ci siano differenze, invece ce ne sono...<br />
<br />
Se ti servono altre spiegazioni, sono qui :wink:
 
#3
A me , che mi sono informato presso gli Enti competenti , hanno detto due cose diverse, ma entrambe più restrittive di quanto dite voi: la Provincia mi ha detto (io non sono di Roma, scrivo da una città del Veneto) che un accompagnatore non può fare nemmeno le passeggiate, illustrando i monumenti da fuori, perlomeno quelli stabiliti dalla Provincia. Da notare che nella mia città, tutelata dall'Unesco, questi monumenti sono praticamente tutti!<br />
La Regione invece mi ha detto che addirittura nessun sito , tutelato dall'Unesco oppure no, può essere illustrato dall'AT nemmeno da lontano (a parte ovviamente se si è in pullman). Questo mi è stato detto e ripetuto, perchè credevo di avere capito male.<br />
Se voi dite cose diverse a me fa piacere (sono un AT), certo un po' di confusione c'è se Provincia e Regione dicono 2 cose diverse ...<br />
Pedro, a te cosa risulta?
 
#4
<em>@Francesco11 wrote:</em><blockquote>A me , che mi sono informato presso gli Enti competenti , hanno detto due cose diverse, ma entrambe più restrittive di quanto dite voi: la Provincia mi ha detto (io non sono di Roma, scrivo da una città del Veneto) che un accompagnatore non può fare nemmeno le passeggiate, illustrando i monumenti da fuori, perlomeno quelli stabiliti dalla Provincia. Da notare che nella mia città, tutelata dall'Unesco, questi monumenti sono praticamente tutti!<br />
La Regione invece mi ha detto che addirittura nessun sito , tutelato dall'Unesco oppure no, può essere illustrato dall'AT nemmeno da lontano (a parte ovviamente se si è in pullman). Questo mi è stato detto e ripetuto, perchè credevo di avere capito male.<br />
Se voi dite cose diverse a me fa piacere (sono un AT), certo un po' di confusione c'è se Provincia e Regione dicono 2 cose diverse ...<br />
Pedro, a te cosa risulta?</blockquote><br />
<br />
Francesco, ci sono due cose importanti da chiarire.<br />
<br />
1) Cosa dicono le singole leggi regionali, perché non tutte sono uguali, differiscono anzi molto da Regione a Regione. Possiamo tranquillamente dire che abbiamo 20 leggi differenti, tante quante sono le Regioni italiane... Quindi ci sono leggi più restrittive (per usare il tuo stesso termine) ed altre più ampie.<br />
<br />
2) Il succo del discorso sta in quel verbo che hai usato, cioè "illustrare". Che vuol dire? Esempio: se sto portando il gruppo in visita a Verona e sono in attesa di incontrare la GT, non credo che fai un reato se spieghi che sei nella città di Romeo e Giulietta e che il monumento più importante è l'Arena ecc. ecc. Poi, lascerai la parola alla GT, che farà il suo compito, spiegando con dovizia e particolarità ogni singolo monumento.<br />
Fornire notizie base, che è diverso dall'illustrare dettagliatamente, rientra nelle possibilità dell'AT, eccome se ci rientra!<br />
Guarda la legge regionale del Veneto n° 33/2002, che disciplina la figura dell'AT cosa dice:<br />
"...prestando completa assistenza ai turisti con la conoscenza della lingua degli organizzatori e fornendo <strong>elementi significativi</strong> e notizie di interesse turistico sulle zone di transito, al di fuori dell'ambito di competenza della guida turistica... Conosce l'area in cui svolge la propria attività <strong>dal punto di vista storico, artistico, geografico e culturale</strong>".<br />
<br />
Quindi, non è che se ti "avvicini" al sito Unesco, entri in un campo minato o con il filo spinato, dove devi tacere all'istante... Prima di incontrare la GT, puoi fornire le notizie di tua conoscenza per introdurre il turista alla visita che farà, senza subentrare al lavoro svolto dalla GT...<br />
<br />
Credo poi che tutto stia nel buonsenso di chi svolge la professione che deve capire come debba lavorare senza interferire con il lavoro altrui...
 
#5
la tua risposta è chiarissima ed esauriente. Approfitto per chiarire un ulteriore dettaglio: se io accompagno degli ospiti di un albergo , dopo avere chiarito che io non sono una guida ma un accompagnatore, a fare delle passeggiate e mostrando i monumenti principali, quindi una cosa organizzata per conto mio, e magari entro in residenze storiche senza fornire particolari spiegazioni (c'è già il depliant informativo fornito alla biglietteria) , secondo te faccio una cosa legittima?<br />
scusami se posso sembrare insistente, ma avrei davvero piacere chiarirmi le idee una volta per tutte, visto che, come saprai benissimo, non è facile ottenere informazioni obiettive presso enti e altre categorie professionali ...<br />
<br />
Grazie
 
#6
<em>@Francesco11 wrote:</em><blockquote>la tua risposta è chiarissima ed esauriente. Approfitto per chiarire un ulteriore dettaglio: se io accompagno degli ospiti di un albergo , dopo avere chiarito che io non sono una guida ma un accompagnatore, a fare delle passeggiate e mostrando i monumenti principali, quindi una cosa organizzata per conto mio, e magari entro in residenze storiche senza fornire particolari spiegazioni (c'è già il depliant informativo fornito alla biglietteria) , secondo te faccio una cosa legittima?<br />
scusami se posso sembrare insistente, ma avrei davvero piacere chiarirmi le idee una volta per tutte, visto che, come saprai benissimo, non è facile ottenere informazioni obiettive presso enti e altre categorie professionali ...<br />
<br />
Grazie</blockquote><br />
<br />
No, nessuna insistenza, non ti preoccupare. :wink:<br />
<br />
Quello che dici lo capisco perfettamente... sappi che "sfiori" un po' il lavoro della GT agendo in quel modo, anche se poi - nella realtà - è difficile poter sostenere dove si danno delle illustrazioni complete ed argomentate rispetto al fornire "elementi significativi".<br />
Tu mi parli di un luogo preciso, di un itinerario ben strutturato che sicuramente conoscerai bene e quindi ti avvicini molto alla funzione della GT, anche se il precisare fin dall'inizio al gruppo che stai agendo come AT ti mette in buona fede, ma non completamente al riparo da osservazioni che potrebbero derivarti da GT abilitate.<br />
<br />
Scusami, ma non ti conviene prendere il patentino da GT a questo punto? Probabilmente il problema sarà nel fatto che non viene bandito il relativo concorso, immagino... Da quale provincia scrivi?
 
#7
Scrivo da Vicenza. Io prenderei ben volentieri il patentino da GT, l'ostacolo in questo momento è la Laurea, che io non ho., essendo solo diplomato... anche se non escludo, se l'idea rimanesse di fare la GT, di iscrivermi ad un Corso di Laurea (avevo pensato a Programmazione e Gestione del Turismo Culturale, a Padova... certo, la volontà non mi manca, vorrei però nel caso scegliere una facoltà "giusta", visto che non ho più l'età di uno studentello... (46 anni fra poco ; - ))<br />
<br />
ancora grazie !<br />
<br />
Francesco
 
#8
<em>@Francesco11 wrote:</em><blockquote>Scrivo da Vicenza. Io prenderei ben volentieri il patentino da GT, l'ostacolo in questo momento è la Laurea, che io non ho., essendo solo diplomato... anche se non escludo, se l'idea rimanesse di fare la GT, di iscrivermi ad un Corso di Laurea (avevo pensato a Programmazione e Gestione del Turismo Culturale, a Padova... certo, la volontà non mi manca, vorrei però nel caso scegliere una facoltà "giusta", visto che non ho più l'età di uno studentello... (46 anni fra poco ; - ))<br />
<br />
ancora grazie !<br />
<br />
Francesco</blockquote><br />
<br />
Francesco, al di là dell'età, che non costituisce un problema, il Veneto ha una legislazione molto particolare che varia sensibilmente da provincia a provincia... un po' avevo immaginato che fossi nel vicentino, dato che parlavi di ville e l'istinto è andato al Palladio...<br />
<br />
Personalmente, ti consiglio di agire in questa maniera, previa verifica di un secondo passaggio: molte province venete stabiliscono che per accedere all'esame serve solo il diploma, cosa che evidentemente non vale per VI. Potresti sostenere e superare l'esame da GT in una di queste province, il che già ti dà un patentino e quindi allargare le possibilità di lavoro, e poi chiedere alla provincia di Vicenza, quando uscirà il relativo bando, l'estensione territoriale (ecco, qui devi vedere se te lo fanno fare, ma penso di sì).<br />
<br />
Questo senza nulla togliere al tuo proposito, alto, di tornare sui libri universitari! :wink:
 
#9
ho guardato i siti internet di tutte le province del Veneto, non tutte riportano il titolo di studio, ma quelle principali sì, e ti confermo che in tutte queste serve la laurea (anche triennale). Grazie, il tuo era realmente un ottimo suggerimento, se fosse stato praticabile, mi si era già accesa una lampadina ; - ))<br />
<br />
Ciao, alla prossima !
 
#10
[Franki P.]Salve sono Francesco Palermo e sono da poco diventato un accompagnatore Turistico presso la regione Campania.Volevo chiedervi una cosa, se dovessi fare anche l'esame di guida turistica e superarlo, potrei svolgere tutte e due professioni?<br />
Grazie mille .
 
#11
<em>@frankpalermo wrote:</em><blockquote>[Franki P.]Salve sono Francesco Palermo e sono da poco diventato un accompagnatore Turistico presso la regione Campania.Volevo chiedervi una cosa, se dovessi fare anche l'esame di guida turistica e superarlo, potrei svolgere tutte e due professioni?<br />
Grazie mille .</blockquote><br />
<br />
Come no... ci mancherebbe altro! Io ne ho 3 di qualifiche: a quelle che hai nominato, devi aggiungere anche quella di interprete turistico, quindi... :wink:
 
#13
<em>@frankpalermo wrote:</em><blockquote>Qui alla regione Campania invece mi hanno detto che se dovessi fare anche la guida automaticamente non posso svolgere anche la professione di accompagnatore e viceversa</blockquote><br />
<br />
Mi sembra strano... non credo ti possano impedire di prendere la qualifica da GT in Campania perché sei già AT: dove sarebbe l'incompatibilità?!?<br />
Mi sono andato a rivedere anche la normativa regionale: in Campania le figure turistiche sono disciplinate dalla legge 11 del 1986. All'interno della legge vi è l'articolo 11, che parla espressamente di divieti e incompatibilità, ma non esiste alcun cenno ad un impedimento a prendere le due qualifiche.<br />
<br />
Ti chiedo cortesemente, se puoi, di richiamare il funzionario regionale, di esporgli nuovamente la situazione e di farti dire, eventualmente, qual è l'articolo di legge che stabilisce l'incompatibilità tra le due figure turistiche.<br />
<br />
Grazie! :wink:
 
#15
<em>@antonella.marcucci wrote:</em><blockquote>la Regione Campania obbliga alla scelta tra le professioni del turismo, definendole incompatibili.<br />
ogni regione fa a modo sua, è vero, ma qui si sfiora l'assurdo..</blockquote><br />
<br />
Ripeto, la legge regionale che ho citato non fa alcun esplicito riferimento a tale, eventuale incompatibilità. Ma ciò non vuol dire che non possa esistere, però mi piacerebbe sapere dove è scritta, a quale normativa si rifà...<br />
<br />
Ad ogni modo, hai ragione sull'assurdità e ciò dimostra quanto miopi siano certe amministrazioni, anche perché una tale disposizione (l'incompatibilità) sarebbe facilmente aggirabile. L'esempio viene fornito dalla serie di concorsi attualmente aperti per la figura di AT. Prendiamo quello più vicino alla Campania, che si svolge a Potenza.<br />
Mettendo che la Regione Campania stabilisca l'incompatibilità tra le figure di AT e GT sul proprio territorio regionale, ad un campano non può essere certo impedito di andare in Basilicata e di sostenere e di superare il concorso da AT... E, automaticamente, la Regione Campania non può disconoscere la validità di una qualifica per un professionista che opera a livello non solo nazionale, ma internazionale...<br />
In questo modo, una GT campana può prendere il patentino da AT... Fatta la legge, trovato l'inganno! E' serietà questa?!? Dico, da parte degli organi amministrativi campani...<br />
<br />
Qualcuno potrebbe obiettare: Sì, ma la Regione Campania potrebbe sempre chiedere a colui/colei che ha tutte e due le qualifiche di SCEGLIERE una delle due, rendendo di fatto inutilizzabile l'altra...<br />
Beh, anche questo sarebbe facilmente aggirabile... L'AT non è tenuto ad iscriversi all'albo della propria provincia o regione di residenza, può farlo ovunque senza che ciò gli impedisca di lavorare per qualsiasi AdV o TO! Quindi, ci si può iscrivere all'albo di Potenza (rimanendo all'esempio fatto) e lavorare come AT per AdV o TO della propria regione, che non sono assolutamente obbligate a "pescare", ad attingere negli albi regionali.<br />
<br />
Ecco... se ci si pensa, questo non è solo assurdo, ma ridicolo... Giudizio chiaramente personale! :wink:
 
#16
Purtoppo, leggi sono talmente torbidi, che AT che accompagna le persone nelle visite delle città, come Vicenza o Venezia, non puo lavorare con calma. Sono sempre terrorizzata anch'io. Penso, che non è un reato di parlare con clienti almeno di storia? Se clienti privati non vogliano visitare Palazzo Ducale, ma, per cominciare, solo vedere la citta? E vorrei sapere: qualcuno almeno una volta e stato accusato di invadere compiti GT essendo AT? o sono solo le paure infondate? Grazie.
 
#17
<em>@galya wrote:</em><blockquote>Purtoppo, leggi sono talmente torbidi, che AT che accompagna le persone nelle visite delle città, come Vicenza o Venezia, non puo lavorare con calma. Sono sempre terrorizzata anch'io. Penso, che non è un reato di parlare con clienti almeno di storia? Se clienti privati non vogliano visitare Palazzo Ducale, ma, per cominciare, solo vedere la citta? E vorrei sapere: qualcuno almeno una volta e stato accusato di invadere compiti GT essendo AT? o sono solo le paure infondate? Grazie.</blockquote><br />
<br />
Prendo ad esempio questo messaggio dell'utente Galya per spiegare la situazione in Veneto e sperando che la stessa Galya si liberi dalla paura e si tranquillizzi...<br />
<br />
Allora, la legge regionale 33 del 2002 è quella che in Veneto disciplina anche le figure professionali turistiche.<br />
<br />
Al Capo IV, sezione I, articolo 82, comma 2, si dice che "É accompagnatore turistico, chi per professione, accoglie ed accompagna persone singole o gruppi di persone in viaggi sul territorio nazionale o estero, curando l'attuazione del pacchetto turistico predisposto dagli organizzatori, prestando completa assistenza ai turisti con la conoscenza della lingua degli accompagnati, <strong>fornendo elementi significativi e notizie di interesse turistico sulle zone di transito</strong>".<br />
<br />
Ora, cosa vuol dire la frase messa in grassetto? La interpreto così: se sono a Venezia posso fornire informazioni generali sulla Piazza di San Marco, facendone capire il ruolo, l'importanza e la bellezza in poche, rapidi, efficaci battute. Posso dire che quel palazzo risale all'anno X ed è in stile Y e che nella basilica di San Marco ci sono opere d'arte di assoluto rilievo risalenti all'epoca W e Z. Stop. Non mi inoltro oltre un determinato steccato.<br />
<br />
Il problema che si pone è sempre lo stesso: qual è il confine tra GT e AT nel momento in cui si "spiega" un determinato sito? Non è che esiste uno strumento per valutare l'invasione di "campo", sta al buon senso e all'elasticità. Certo se dico che quel Palazzo è rinascimentale, è un conto. Se comincio a parlare dei proprietari storici e ad elencare le vicende che lo riguardano, è un altro. La prima cosa rientra nelle competenze dell'AT, la seconda della GT.<br />
<br />
Ecco, in quella dicitura "elementi significativi" leggo la possibilità di dire due-informazioni-due che facciano capire al turista quello che è il senso di un sito.<br />
<br />
Ma, attenzione, non vorrei essere frainteso! E non vorrei che qualcuno capisse/interpretasse male quel che ho scritto. <strong>Un AT ha soprattutto compiti di assistenza tecnica e fornisce questo tipo di informazioni di natura turistico-culturale muovendosi su un preciso "territorio" di azione che è quello di "accompagnare" un gruppo durante un viaggio</strong>.<br />
<br />
Non vorrei che alcuni gruppi, per risparmiare, interpellassero un AT con la scusa di "fare un giretto" nella città A ed avere giusto qualche informazione scarna, rinunciando ad avvalersi della professionalità di chi, per legge, è deputato a fare questo mestiere, ossia la GT. Conterebbe poco, in quel caso, che il gruppo voglia poche o tante informazioni storico-culturali: ci vuole la GT, su questo non ci piove.<br />
<br />
E' chiaro che nelle tre capitali storico-artistiche d'Italia, ossia Roma, Firenze e Venezia, ci sia più attenzione su questi aspetti, perché il flusso turistico è notevole e più alte sono le possibilità che ci siano comportamenti non propriamente corretti. Più tranquilli si è in provincia, dove la pressione è più allentata.<br />
<br />
Nei grandi centri da tempo esiste la piaga dell'abusivismo e, spesso, chi esercita la funzione di GT non solo non ha mai superato o affrontato un esame, ma non ha neppure il patentino di AT.<br />
<br />
Spero di esser stato chiaro ed esaustivo, ma resto a disposizione per ulteriori approfondimenti. :roll:
 
#18
<em>@Pedro wrote:</em><blockquote>...<br />
<br />
Spero di esser stato chiaro ed esaustivo, ma resto a disposizione per ulteriori approfondimenti. :roll:</blockquote><br />
Grazie!
 
#19
Vorrei fare un altra domanda. La legge dice: "É accompagnatore turistico... accompagna persone singole o gruppi di persone in viaggi ..., curando l'attuazione del pacchetto turistico predisposto dagli organizzatori,.."<br />
Se un privato mi chiede direttamente, senza agenzia di viaggi di accompagnarlo, posso farlo o no? Grazie.
 
#20
<em>@galya wrote:</em><blockquote>Vorrei fare un altra domanda. La legge dice: "É accompagnatore turistico... accompagna persone singole o gruppi di persone in viaggi ..., curando l'attuazione del pacchetto turistico predisposto dagli organizzatori,.."<br />
Se un privato mi chiede direttamente, senza agenzia di viaggi di accompagnarlo, posso farlo o no? Grazie.</blockquote><br />
<br />
Certo che puoi farlo, nessun problema... :wink:
 
#21
<em>@Pedro wrote:</em><blockquote><em>@galya wrote:</em><blockquote>Vorrei fare un altra domanda. La legge dice: "É accompagnatore turistico... accompagna persone singole o gruppi di persone in viaggi ..., curando l'attuazione del pacchetto turistico predisposto dagli organizzatori,.."<br />
Se un privato mi chiede direttamente, senza agenzia di viaggi di accompagnarlo, posso farlo o no? Grazie.</blockquote><br />
<br />
Certo che puoi farlo, nessun problema... :wink:</blockquote><br />
Grazie, Pedro!
 
#22
Buon giorno, per quel che ne so io, l'accompagnatore turistico può dare spiegazioni generiche durante il tragitto in bus e per svolgere le pratiche a terra di aeroporti alberghi ecc, ma da quando mette piede per terra deve passare il gruppo ad una guida turistica o escursionistica e non può assolutamente passeggiare per le città dando informazioni.<br />
Francesca
 

Membri online

Nessun utente è online al momento.

Statistiche forum

Discussioni
6,107
Messaggi
36,690
Utenti registrati
17,080
Ultimo utente registrato
Nourhane jamai
Top