• Ciao! perché non prendi parte alle discussioni e non dici la tua? Registrati ora!

74 ter meccanismo inversione contabile

#1
Buongiorno, nel caso di acquisto di prestazioni didattiche, educative e formative prestate da scuole o simili residenti principalmente in GB, di solito senza avere una partita iva in quanto sotto il limite di fatturato previsto per l’applicazione della disciplina iva medesima prevista nel paese di residenza, vi chiedo se:

A) sia possibile inserire la fattura del fornitore estero nella liquidazione dell’art. 74 ter senza effettuarne la precedente regolarizzazione mediante l’applicazione del meccanismo dell’inversione contabile o se

B) al contrario siano da escludere tali prestazioni dalla liquidazione base – da base prevista dall’art. 74 ter medesimo.
 
#2
Buongiorno Marilena,
Se trattasi di “costi 74ter”, cioè di costi per prestazioni di servizi effettuate da terzi a diretto vantaggio dei viaggiatori/clienti, per pratiche relative a pacchetti turistici o servizi turistici gestiti in regime del margine, la normativa specifica (in particolare l’art. 5 del DM 340/99) prevede che tali costi possano essere documentati da “fatture e altri documenti di acquisto”: quindi anche le pro forma invoice o comunque le note rilasciate da fornitori non soggetti IVA possono essere contabilizzate. Trattandosi di operazioni in regime del margine, per le quali l’imposta viene determinata con le modalità previste dal DM 340/99 stesso, non è richiesta l’applicazione del reverse charge, cioè l’inversione contabile dell’IVA che viene calcolata ed applicata nel regime IVA ordinario
 

Membri online

Statistiche forum

Discussioni
6,142
Messaggi
36,897
Utenti registrati
17,251
Ultimo utente registrato
Seneca
Top